The color run Torino 2017, si corre il 10 settembre

thecolorrun_483

un bacio colorato a The color run Torino 2017

Arriva la primavera e fioriscono le corse podistiche. Si comincia con la Santander Mezza di Torino, domenica 26 marzo: 21 km lungo le strade di Torino con partenza e arrivo in pieno centro città, con inevitabili intralci alla viabilità. Si prosegua il 2 aprile con Tuttadritta, sui 10 km che collegano piazza san Carlo con la Palazzina di caccia di Stupinigi. Poi ci sarà Vivicittà e, il 30 aprile, sarà la volta della Mezza di Varenne, nelle campagne di Vigone e degli allevamenti dei cavalli per il trotto, tra cui Varenne. Gare affiancate da prove su distanze più brevi (10 km e 3 km), per coinvolgere un sempre maggior numero di partecipanti.

the color run torino 2017 si corre il 10 settembreMa la corsa più attesa, perchè allegra e colorata, è sicuramente The color run Torino 2017: per la quale bisognerà attendere  il prossimo 10 settembre.

Una corsa per modo di dire: perché l’unica cosa che non occorre fare è gareggiare. E’ definita la corsa più felice del mondo: non ci sono né vincitori né vinti,  è l’occasione per passare un po’ di tempo in allegria all’aria aperta. E’ anche una delle ormai rarissime occasioni dove i partecipanti –almeno per il tempo della corsa- si staccano dallo smartphone. Anche perché, in caso contrario, lo ritroverebbero colorato come il loro corpo.

innamorati a the color run

E’ la terza volta che The color run sbarca a Torino. La prima fu nel 2014: poco meno di diecimila iscritti, temerari che affrontarono la prima edizione della corsa in Italia. Anche se tutti avevamo negli occhi le immagini delle corse svoltesi negli altri Paesi, nessuno era riuscito a immaginarsi veramente cosa sarebbe stato affrontare, nella realtà, quella esperienza, lungo i viali del Parco del Valentino.

sorrisi a the color run Torino 2017

Anzi, ci fu chi, non avendo ben compreso lo spirito della The color run, al via della corsa incominciò a correre per arrivare primo, salvo dover rallentare, come tutti, nel passaggio della prima stazione di colore a poche centinaia di metri dalla linea di partenza. Dopo di che, capito il vero spirito della corsa, rallentò e incominciò a prendere fiato: come tutti i partecipanti. C’erano tantissimi ragazzi, molti bambini, famiglie intere e giovanotti di ieri: tutti con la maglietta bianca alla partenza, tutti completamente colorati all’arrivo.

Fu un grandissimo successo, raccontata da moltissime fotografie che, più di tante parole, potevano raccontare il vero spirito della corsa: tanto che l’edizione 2015 vide oltre 15.000 iscritti.

una corsa in rosa a TorinoCome location gli organizzatori scelsero l’area attorno allo Juventus Stadium: una zona con pochissima vegetazione, trattandosi di fatto di un enorme parcheggio asfaltato. Ci furono anche alcune pecche organizzative ma l’entusiasmo dei partecipanti e la voglia di divertirsi superarono ogni ostacolo, confermando però, ancora una volta, come sia più difficile gestire il successo che raggiungerlo.

la corsa più allegra a TorinoSi arrivò così alla edizione 2016: dove gli iscritti furono oltre 20.000 e come location venne scelto il Parco della Pellerina, ovvero nuovamente un’area con tanto verde.

A rovinare The color run 2016 ci pensò il meteo, con pioggia e fulmini al momento della corsa. Moltissime le critiche agli organizzatori che, pur di fronte a previsioni meteo molto negative, non ebbero il coraggio di annullare o spostare la manifestazione, creando qualche difficoltà  ai coraggiosi runners che vollero ugualmente presentarsi alla partenza, confidando in un improvviso miglioramento del meteo.

The color run Torino 2017 si correrà il 10 settembre: una data che, almeno sulla carta, fa prevedere un meteo più favorevole.

tutti di corsa a TorinoAperte le iscrizioni, vedremo se la voglia di una corsa “fun” sarà più forte della rabbia per ciò che accadde un anno fa. Dall’attesa che si registra sulla pagina della corsa, si può pensare che, anche questa volta, sarà un successo di partecipanti.

Pubblicheremo tutte le immagini sulla nostra pagina Facebook: continuate a seguirci numerosi …

Sperando che, nel frattempo,  l’organizzazione abbia saputo trarre esperienza dagli errori compiuti nelle precedenti edizioni, puntualmente segnalati dagli iscritti sulla pagina Facebook della corsa.

the color run a Torino

Mezza maratona, Tuttadritta, The color run 2015: Torino non sta mai ferma…

 

un bacio in rosaTorino ha ancora in mente la corsa in rosa che ha visto oltre 8.500 persone – in prevalenza donne-  festeggiare l’8 marzo aderendo alla manifestazione Just the woman I am (in questo album le immagini del pomeriggio)  e già deve prepararsi a un altro fine settimana di sport.

Domenica 29 marzo è in programma la Santander Mezza Maratona di Torino 2015 che ha in Allegra Agnelli una madrina di eccezione; una corsa per gli amanti del podismo e, così come è stato per la corsa in rosa, una iniziativa benefica: l’evento è una occasione per raccogliere fondi per la Fondazione piemontese per la ricerca sul cancro.

La mezza maratona si svilupperà lungo le vie del centro, il lungo Po, sfiorerà il parco del Valentino e sarà affiancata dalla corsa sulla distanza di 10 km. La corsa (competitiva e non) è inserita nel calendario Corri Piemonte 2015 e prenderà il via da piazza San Carlo, che sarà anche il punto di arrivo.

Ci sarà appena il tempo di prendere fiato perchè il calendario torinese propone per il 12 aprile due altre manifestazioni: quella di Vivicittà e la Tuttadritta, una corsa di circa 10 km con un tracciato che, come dice il nome stesso, è molto particolare. Si partirà da piazza San Carlo per arrivare alla Palazzina di caccia di Stupinigi su un percorso senza alcuna curva. La gara è valida per il Campionato nazionale sulla distanza dei 10 km per la Polizia Municipale.

Spiace constatare la coincidenza della data per le due manifestazioni: un caso che, purtroppo, si verifica troppo spesso, disperdendo su più fronti energie e risorse. Lo avevamo già considerato in occasione delle gare di fine 2014, quando nella stessa mattinata si corsero la Royal half marathon e Un Po di corsa

Il mese successivo, il 16 maggio, tornerà The color run: un evento spettacolare, che  registra già 20.000 iscritti e che, dopo il grande successo dello scorso anno, si presenta con una novità: il tema Shine ovvero i partecipanti non saranno solo colorati ma anche luccicanti. Ai quattro classici “punti colore” ne sarà aggiunto un quinto e ultimo: il glitter. Qui i color runners saranno cosparsi da una pioggia di colori e luccicanti brillantini. Anche il Race Kit è stato completamente rinnovato. La t-shirt, la fascetta, gli happy tatoo e la borsa saranno ispirati proprio al nuovo mood Shine.

Un evento che si svolgerà in un contesto ricco di musica e allegria; 5 chilometri di vera e propria festa, nei bellissimi scenari del Parco del Valentino, in cui nessuno mira a realizzare la massima performance sportiva, il miglior tempo, ma a ottenere il più alto livello di divertimento. Se ripercorriamo nelle immagini dell’album la scorsa edizione, troviamo conferma della bellezza di questa corsa tutta colorata.

Pochi giorni dopo, il 24 maggio, il calendario propone un’altra mezza: la XVI Turin Half Marathon, gara internazionale IAAF  inserita nel calendario Aims.

Turin marathon

Tante dunque le manifestazioni podistiche in calendario in occasione di Torino capitale europea dello sport che troveranno il loro momento più significativo il 4 ottobre 2015, quando si disputerà la XXIX Turin Marathon.

 

 

Torino corre: Babbo Natale in Forma, Royal Half Marathon e Un Po di corsa.

Babbo-Natale-in-Forma

Babbo-Natale-in-Forma

Domenica 14 dicembre 2014 la Fondazione Forma organizza una raccolta fondi destinati alle cure dei piccoli pazienti dell’Ospedale Regina Margherita di Torino, con l’iniziativa “Babbo Natale in Forma”.

La manifestazione –giunta alla quinta edizione- vedrà, come sempre, la partecipazione di moltissimi centauri vestiti da Babbo Natale che sfileranno per le vie di Torino per raggiungere l’Ospedale Regina Margherita e portare il sorriso ai piccoli ospiti della struttura.

La parata delle moto partirà dal Mirafiori Motor Village: chiunque vorrà partecipare potrà presentarsi dalle ore 9 di domenica 14 dicembre in piazza Cattaneo e unirsi al festoso e rosso corteo, con partenza prevista alle ore 10.30.

E’ possibile acquistare il kit di “Babbo Natale” presso i punti convenzionati tra cui il Mirafiori Store, all’interno del Mirafiori Motor Village: il ricavato della vendita servirà a raccogliere fondi per potenziare il centro ustioni dell’Ospedale Infantile, unico centro specializzato del Piemonte e della Valle d’Aosta.

L’elenco di tutti i punti dove è possibile acquistare, con soli 5 euro, il kit completo di Babbo Natale si trova sul sito della Fondazione Forma.

Babbo-Natale-in-forma Stratorino, Torino corre

Quest’anno la giornata dei “Babbo Natale in Forma” sarà arricchita da una nuova iniziativa: la camminata di Babbo Natale che, alle 10.30, prenderà il via dal Palavela per arrivare nel piazzale antistante il Regina Margherita. Il pettorale per la camminata costa soltanto 3 euro e l’intero incasso sarà devoluto alla Fondazione Forma.

 

Tutti possono contribuire alla importante raccolta fondi: non importa come si arriverà davanti all’Ospedale: chi a piedi, chi in bici, chi in moto, in Vespa, con la 500, soli o in compagnia; l’importante sarà essere presenti sul piazzale, vestiti da Babbo Natale, per donare un momento colorato ai bambini ricoverati al Regina Margherita.

E’ una esperienza che vale la pena di vivere.

Sul piazzale, oltre alla presenza delle moto e dell’arrivo dei partecipanti alla camminata di Babbo Natale, ci saranno spettacoli e divertimenti per tutti, grandi e piccini, con la presenza degli Alpini della Sezione ANA di Torino impegnati nel distribuire vin brulè, cioccolata calda e panettone.

 

Nella stessa mattinata Torino sarà attraversata da altre due manifestazioni riservate ai podisti che vorranno affrontare distanze più impegnative: la Royal Half Marathon e Un Po di corsa.

 

Il 14 dicembre 2014 ci sono diversi motivi per scegliere di correre la Royal Half Marathon con partenza alle 10.

Una corsa con tre distanze disponibili per un solo traguardo: la solidarietà. Dopo aver “corso” nelle scorse edizioni al fianco di Telethon e della Marco Berry Onlus Magic for Children, quest’anno la Royal Half Marathon sostiene l’Admo, Associazione Donatori Midollo Osseo. L’evento, organizzato per il quinto anno dall’Asd Il Giro d’Italia Run, si fa in tre per accontentare qualsiasi tipo di podista:21.097 Km (competitiva e non competitiva), 6 Km ADMO Run (non competitiva aperta a tutti), 6 Km Monge Pet Race, la gara in compagnia dei nostri amici a quattro zampe.

Il percorso è il più bello tra le corse cittadine, interamente chiuso al traffico, con partenza e arrivo nella fantastica piazza Vittorio, uno dei “salotti” più affascinanti di Torino, per un lungo tratto è immerso nel verde del parco fluviale del Po. La grande novità, che renderà il percorso più rapido rispetto alle precedenti edizioni della corsa, sarà sul territorio di San Mauro. Grazie all’impegno del sindaco Ugo Dallolio si potrà infatti transitare, all’interno del territorio comunale, in una zona verde situata immediatamente dopo l’attraversamento dell’ultracentenario ponte di San Mauro intitolato a Vittorio Emanuele III: un passaggio interamente in pianura che va a sostituire il vecchio tratto che includeva una breve salita nella parte storica della città.

Un tifoso della Juve alla Stratorino

Contemporaneamente si correrà “Un Po di corsa”, con due percorsi: uno per  la 10 km e uno per la distanza della mezza maratona: con partenza e arrivo al Palavela, con il percorso che si snoda lungo il Po e all’interno del parco del Valentino.

 

A distanza di un mese dallo svolgimento di  Turin Marathon e  Stratorino, a pochi giorni dalla presentazione del ricco programma di eventi per Torino capitale europea dello sport 2015,  domenica 14 dicembre 2014 sarà una giornata di festa  particolare: tutti di corsa per fare del bene a se stessi ma soprattutto per raccogliere fondi per chi ha bisogno di aiuto.

Non mancare.

Okfoto sarà presente per raccontare gli eventi con le proprie  immagini: continuate a seguirci per ritrovarvi nei nostri scatti. 

 

Stratorino  I concorrenti della Stratorino in via Lagrange

Clicca sulle immagini per ingrandirle.

Visita il nostro sito Okfoto.it per conoscerci meglio.

Potrai richiederci ulteriori informazioni e preventivi per matrimoni, cerimonie, eventi e servizi fotografici di tuo interesse, scrivendo a :

info@okfoto.it

Turin-Marathon

La Turin Marathon in via Roma

Turin Marathon 2014: risultati e immagini

Anna Incerti

Anna Incerti

Il maltempo che ha devastato il nord ovest ha concesso una tregua consentendo il regolare svolgimento della Turin Marathon 2014: una corsa che ha visto ben figurare le atlete azzurre, mentre tra gli uomini ancora una volta c’è stato il dominio degli atleti keniani.

Archiviata l’edizione 2014, si inizierà a lavorare per la Turin Marathon 2015 perché, nell’anno in cui Torino sarà capitale europea dello sport, la corsa torinese possa essere un evento particolarmente significativo nel calendario podistico.

Ora che la maratona di Torino è entrata a far parte delle maratone delle città d’arte, considerato il grande lavoro che Torino ha fatto e sta facendo per essere sempre più al centro dei circuiti turistici e culturali internazionali, è più che mai necessario che tutti si lavori per la prossima edizione della maratona torinese: un importante biglietto da visita per tutti gli sportivi che verranno a correre a Torino.

Samuel Rutto, vincitore della Turin Marathon 2014 Esther Ndiema vincitrice della gara femminile

 

La vittoria della XXVIII edizione della Turin Marathon è andata a due debuttanti keniani, il ventenne Samuel Rutto, vincitore in 2 ore e 10 minuti davanti al connazionale Ernest Ngeno, staccato di un solo secondo, ed Esther Ndiema, vincitrice della prova femminile in 2h 28:41 davanti alle due azzurre Anna Incerti, campionessa europea a Barcellona nel 2010, distaccata di soli 17 secondi, e Deborah Toniolo (in 2h 31:35).

Il buon piazzamento delle atlete azzurre è completato dal quarto posto di Catherine Bertone, dal sesto di Emma Quaglia, giunta davanti a Laila Soufyane, all’esordio in questa gara.

Deborah Toniolo alla Turin Marathon 2014 Catherine Bertone

Nella gara maschile podio tutto keniano, con il terzo posto di Tutus Masai, (2h11:16), poi Samson Kagia (2h11:46) e Andrea Lalli che, con il tempo di 2h12:48, festeggia il suo primato personale sulla distanza; RenèCuneaz (2h 22:49) è ottavo.

Andrea Lalli alla Turin Marathon 2014 Renè Cuneaz alla Turin Marathon 2014

Giornata fredda  che non ha impedito al pubblico numeroso di seguire la gara lungo il veloce percorso (lo stesso dello scorso anno), con un grande tifo per gli atleti azzurri sostenuti e incoraggiati in modo determinante fino all’ultimo chilometro.

Anna Incerti al via della Turin Marathon 2014  Turin marathon 2014, grande prova degli atleti keniani

“L’ultimo chilometro l’ho corso solo per il bellissimo tifo del pubblico ai bordi del percorso. Torino è stata proprio una bella maratona” ha dichiarato a fine corsa Anna Incerti.

Nelle immagini scattate per Okfoto.it alcuni momenti della Turin Marathon dei protagonisti della corsa torinese.

Inviaci il tuo numero di pettorale a info@okfoto.it:

ti manderemo il provino delle tue fotografie di partecipazione alla gara di Torino.

Il keniano Kagia alla Turin Marathon 2014 Laila Soufyane, Turin MarathonEmma Quaglia

 

 

 

RunTogether: le foto dei runners con la maglia del Toro e della Juve

La seconda edizione di RunTogether si è corsa nel giorno dell’ultima domenica di Campionato di calcio. RunTogether è la corsa che vede i tifosi della Juventus e del Torino sfidarsi in una gara di 10 km: vale a dire la distanza che separa lo Juventus Stadium, da cui è partita la corsa, fino alla Torre Maratona dello Stadio Olimpico sul piazzale dedicato al Grande Torino.

Due partecipanti curiosi alla RunTogether 2014

Al tifo non si rinuncia anche in corsa!

Una giornata di festa per tutti i tifosi: quelli della Juventus si preparano a festeggiare i campioni d’Italia che, dopo la gara vinta allo Juventus Stadium contro il Cagliari e i 102 punti conquistati in classifica, sfileranno questa sera nel centro città, da piazza Castello lungo via Po fino a Piazza Vittorio, su un pullman scoperto tra due ali di folla.

Run-together-vincitrice

Marta Lualdi

Una giornata di festa anche per i tifosi del Toro, impegnato a Firenze per migliorare ulteriormente la propria classifica nel posticipo serale  allo stadio Franchi contro la Fiorentina di Montella, a chiudere un campionato che avrebbe potuto finire con un migliore piazzamento in classifica se non fosse stato viziato da alcune decisioni arbitrali per lo meno discutibili, ma che potrà essere comunque memorabile se si riuscirà a riconquistare un posto in Europa dopo 20 anni.

Numerosi i partecipanti alla RunTogether, donne e uomini, giovani e meno giovani, per un derby di corsa: anche se quest’anno la corsa non è stata disputata il giorno del derby… ma l’entusiasmo e l’agonismo non sono venuti meno. Coinvolgendo anche personaggi della politica, come Michele Coppola, che per un mattino ha lasciato libera la sua agenda degli appuntamenti elettorali e si è mischiato con gli altri podisti.

Michele Coppola

Michele Coppola

 

Padre e figlio con maglie di squadre diverse ma in corsa insieme alla Run Together

Accanto alla gara dei 10 km, sul percorso che unisce i due stadi cittadini, è stata disputata nei giardini di piazza d’Armi una gara sulla distanza breve dei 3 km.

Andrea Bertola e Luca Molineri

Andrea Bertola e Luca Molineri

L’edizione 2014 è stata vinta da un tifoso del Toro, Andrea Bertola; al secondo posto, quasi per par condicio, lo juventino Luca Molineri.

Per tutte le classifiche si rimanda al sito di  SDAM mentre le foto dei partecipanti saranno a breve disponibili su questo stesso sito e sulla nostra pagina Facebook.

Se hai partecipato alla RunTogether, lascia qui sotto un commento alla tua corsa!

Un Po di corsa a Torino

un-po-di-corsa
 
Natale a Torino arriva … di corsa! Anzi, Un Po di corsa!

podismo-valentino

 

Si sono appena spente le luci sulla Royal Half Marathon, corsa domenica 8 dicembre  (a cui si riferiscono alcune fotografie di questo post e di cui avevamo dato notizia qui) anche per raccogliere fondi per la Marco Berry Onlus ed ecco che i runners si stanno già preparando alla gara di domenica 15 dicembre: quando si correrà Un Po di corsa

torino


con il nuovo percorso che si snoda lungo il Po, con partenza -alle ore 10- e arrivo al Palavela, con il passaggio sulla passerella pedonale per evitare l’attraversamento di corso Unità di Italia.
Saremo sul percorso per scattare le fotografie per www.okfoto.it 

torino


Si correrà sulla distanza dei 10 km e su quella dei 21 km: con i raggruppamenti della gara competitiva e non.
 
torino 
 
Lo scorso anno furono circa un migliaio i partecipanti alla gara: si correva però in primavera; vedremo se la quarta edizione della manifestazione vedrà un analogo successo o se il freddo terrà lontani i runners.
 
torino
La gara si snoderà lungo le sponde del fiume Po e i viali del parco del Valentino e  vedrà gli atleti attraversare il Po sui ponti di corso Vittorio Emanuele e sul ponte delle Molinette. 
 
Come ormai sta diventando un valore di distinzione delle manifestazioni di podismo che si svolgono a Torino (basti pensare al successo di Una corsa da Re  , che si corre nei parchi della Reggia della Venaria) anche per questa gara i podisti correranno in una cornice naturale che poche altre gare possono vantare.
 
Intanto venerdì13 dicembre sarà presentata la IX Miglia di Natale, una corsa in calendario per il prossimo 22 dicembre che sarà anche una occasione per una raccolta fondi a favore dell’UGI (Unione Genitori Italiani): ancora una volta,  orgogliosamente possiamo dire che Torino non sta mai ferma.
 
Per le nostre immagini delle corse visita le nostre gallerie cliccando qui
royal half marathon

Turin Marathon 2013, fotografie e classifiche

Turin_marathon_2013_Gran-Madre
torino
 
Trionfo keniano nella Turin Marathon 2013: sembra il titolo della scorsa edizione, ma anche la XXVII edizione della maratona di Torino ha visto il dominio degli atleti del Kenya;  Patrick Terer ha migliorato il tempo della sua vittoria a Torino del 2012 e con 2h08’52″si è  aggiudicato la gara, davanti ai connazionali Benjamin Kolum, Samson Kagia e Robert Ndiwa. Al quinto posto, primo degli italiani, è giunto Domenico Ricatti, davanti a Stefano Scaini.
 
turin-marathon-2013turin-marathon
La gara femminile è stata dominata da Ivana Iozzia (2h34’12”) che ha staccato la portoghese Monica Da Silva e Elena Casaro.
 
Per tutti i risultati rimandiamo a www.sdam.it
giovanni
E’ stata una domenica di festa per i podisti: nella presentazione di ieri mattina (clicca qui )   era stato Luigi Chiabrera ad anticipare i numeri della corsa : oltre 4.200 quelli che hanno corso la Turin Marathon, migliaia i partecipanti alla Stratorino e moltissimi i piccoli che si sono divertiti nella corsa a loro riservata: la Junior Marathon.
 
Ci piace intanto raccontare questa domenica di corsa e sport con una serie di immagini che, almeno in questa occasione, non riguardano soltanto i vincitori. 
Emma Quaglia
Raccontiamo che abbiamo visto correre, senza pettorale, Emma Quaglia, sorridente mentre era impegnata “in diretta telefonica”; abbiamo visto coloro che hanno saputo disputare la gara con uno sforzo “diverso” e hanno raccolto applausi tanto come i top runner; abbiamo visto correre gli studenti del Boselli; abbiamo visto il tatuaggio  dell’atleta portoghese giunta seconda al traguardo; abbiamo visto la sofferenza di chi è stato colpito da crampi e che, dopo un massaggio, stringendo i denti è ripartito per arrivare fino al traguardo di piazza Castello; c’era chi correva ricordandoci l’impegno dell’ADMO, chi ricordando la corsa a Lecce, chi altre iniziative benefiche quali Emergency (vero Giovanni?).
Abbiamo visto e fotografato la felicità di Elena Casaro all’imbocco di via Roma, quando ormai era sicura di conquistare il terzo posto e quella di una concorrente  capace di regalare sorrisi in piazza San Carlo.
Perché la Turin Marathon è anche questo.
 
Nelle nostre fotografie raccontiamo una bellissima edizione della Turin Marathon; seguici e cerca la tua fotografia sulla nostra pagina Facebook .
admo

torino 

Monica Dasilva alla Turin Marathon
 
Grazie se vorrai lasciare un commento (qui sotto)
 
 

Turin Marathon, la gioia di correre a Torino!

Turin_marathon_2013-71
 
Tutto pronto per la XXVII Turin Marathon Gran Premio La Stampa, che si correrà domani 17 novembre sul nuovo e veloce tracciato preparato dagli organizzatori.
Un emozionato e commosso il presidente della manifestazione Luigi Chiabrera, alla vigilia della corsa, ha presentato i numeri della Turin Marathon 2013: prenderanno il via 4.200 atleti, a cui si aggiungeranno le migliaia (forse 10.000) di podisti che correranno la Stratorino, oltre ai piccoli atleti che si sfideranno nella Junior Marathon, dedicata a Martin Richard, il bimbo di 8 anni ucciso dalla bomba fatta esplodere dai terroristi alla scorsa Boston Marathon.
 
Sarà una grande festa dello sport che vedrà la partecipazione di molti top runner: tra gli uomini prenderanno il via il keniano Patrick Terer, vincitore della edizione 2012, oltre ai connazionali Kolum, Kariuki e Kagia. 
 
 
Tra gli italiani sarà al via Giovanni Gualdi, campione italiano 2011, che sin dalla scorsa estate aveva deciso di correre la Maratona di Torino, insieme con Domenico Ricatti e Stefano Scaini.
 
 
Tra le atlete non ci sarà la keniana Cherop, vincitrice della scorsa edizione: la sfida sarà tra  le atlete italiane  Ivana Iozzia, Fatna Maroui, Marzena Michalska, la portoghese Monica Da Silva e l’estone Liina Luik.
turin-marathon
 
 
turin-marathon
Sarà una grande corsa: al termine della quale i vincitori della classifica maschile e femminile riceveranno, come premio speciale, un tartufo bianco di Alba, a sottolineare, come ha ricordato Chiabrera, l’importanza assoluta dello sport pulito e senza doping:  aggiungendo, in modo ironico, che al più ”  è proprio il tartufo l’additivo più naturale che ci sia ed è il solo che gli atleti dovrebbero utilizzare».
 
Alla vigilia della XXVII Turin Marathon  è stato consegnato il premio Valerio Arri 2013 a Valeria Straneo.
turin-marathon
Saremo presenti per scattare le fotografie per www.okfoto.it che pubblicheremo sulla nostra pagina Facebook

La Turin Marathon Gran Premio La Stampa 2013 sarà trasmessa in diretta TV su Rai Sport 2.
 
luigi-chiabrera
 
 

Una corsa da re negli splendidi scenari della Reggia di Venaria e del Parco La Mandria

Reggia-Venaria

Una corsa da re : l’appuntamento è fissato per domenica 13 ottobre 2013 per una corsa che si snoderà nel fantastico scenario della Reggia di Venaria e del Parco La Mandria.

La cappella di Sant’Uberto
 
La manifestazione sarà preceduta dalla Corsa del Principino,
 sabato 12 ottobre 2013: una  passeggiata indimenticabile (di 1.000 metri) nel Parco La Mandria.
Lo scorso anno Una corsa da re ebbe uno straordinario successo: quest’anno si cercherà di fare ancora meglio per questa corsa podistica, competitiva e non, dedicata a tutti gli appassionati di sport, bellezza e natura, organizzata in occasione del secondo anno di collaborazione fra il Parco naturale La Mandria e il Consorzio La Venaria Reale per i festeggiamenti del sesto anniversario della apertura della Reggia di Venaria.
Tre i percorsi previsti: 4 km, 10 km e 21 km: quest’ultima sarà sia competitiva, sia non competitiva, con un percorso che si snoderà nel Parco e si concluderà nel cortile d’onore della Reggia.
La manifestazione, organizzata dal Consorzio La Venaria Reale, dal Parco La Mandria, dalla Regione Piemonte e dalla Città di Venaria Reale, in collaborazione con Base Running ASD, si presenta come uno degli eventi podistici più affascinanti e ambiti anche a livello nazionale, per la magnificenza dello scenario in cui si svolge e per le particolari suggestioni che offre ai partecipanti. 
Una Corsa da Re è aperta ad un pubblico di appassionati podisti e a chiunque abbia voglia di passare una giornata immerso nella natura incontaminata del Parco della Mandria, nella bellezza mozzafiato dei Giardini della Venaria, con la spettacolare maestosità del Complesso sabaudo e il Borgo Antico di Venaria Reale.
Una Corsa da Re diventa anche un’occasione per i corridori e le famiglie per visitare la Reggia e le sue bellissime mostre, Roberto Capucci. La ricerca della regalità  ( qui trovi le immagini  ); Carrozze Regali. Cortei di gala di Papi, Principi e Re (   vedi galleria immagini  );  Paolo Veronese e i Bassano e La Barca Sublime; per partecipare agli spettacoli e alla festa che animeranno la Reggia, la Corte d’onore e i Giardini e che si concluderà con l’ormai tradizionale taglio della torta per il sesto compleanno del Complesso.

Noi saremo presenti per scattare le fotografie dei partecipanti alla Corsa: seguici sul blog di www.okfoto.it

Pubblicheremo una galleria delle immagini per la 10 km e una per la 21 km sulla nostra pagina Facebook: clicca qui





Mezza Maratona e Walk of life, si corre nel giorno di Toro-Juve

mezza-maratona-cus-torino
 
Domenica 29 settembre 2013 si è corsa la XIII edizione della Mezza Maratona di Torino,  XI Memorial Domenico Carpanini, il vice sindaco di Torino morto nel 2001.
La gara, organizzata dal CUS Torino, si è corsa in concomitanza con la Walk of life (questa sulla distanza dei 10 chilometri): una iniziativa promossa da Telethon per la raccolta fondi per la ricerca.
 
Nello specifico, ieri si è corso per Greta (e per tutti i bimbi affetti da atrofia muscolare spinale) e per Patrizia Boffi, ricercatrice dell’Università di Torino che studia questo tipo di malattia.
 
La pioggia e il grigio autunnale dell’ultima domenica di settembre non hanno fermato i partecipanti (oltre 1.500) partiti da corso Trapani angolo corso Rosselli, pronti a correre lungo i viali della città che si apprestava a vivere il primo derby Toro-Juve giocato all’ora di pranzo!
 

 

 
L’arrivo era per tutti sulla pista di atletica dello stadio Primo Nebiolo, al Parco Ruffini.
La Mezza Maratona è stata vinta da L. Abdelhadi (uomini), mentre per le donne la prima classificata è stata Catherine Bertone.
 
 
Nel post alcune delle immagini dei partecipanti scattate a poche centinaia di metri dal traguardo.
Visita qui la galleria  delle fotografie scattate per  www.okfoto.it 
 
 
Lascia un commento.
 
 
 
 
 
 

24 Ore di corsa a Torino, le fotografie dell’edizione 2013

Frigura-24-ore-corsa
Vasile-FriguraLa 24 Ore di Torino è una gara podistica che costituisce una sfida contro i limiti umani: un appuntamento per i podisti che vogliono dimostrare la loro forza di volontà e determinazione nel raggiungere i traguardi, è un inno alla fatica.
Vasile Frigura ha vinto la edizione 2013, compiendo nelle 24 ore di corsa poco più di 200 chilometri: vale a dire la distanza per andare da Torino a Saint Vincent e tornare nel capoluogo piemontese. Si è così aggiudicato il tricolore della specialità, che aveva già vinto nel 2011 a Fano. Intervistato all’arrivo, ha detto che il suo allenamento è stato svolto con l’obiettivo di vincere la crisi di sonno che arriva la notte; dunque con allenamenti notturni.  Al secondo posto si sono classificati Adriano Scaglione e Tarcisio Fresia.
Patrizia-Negri
Patrizia Negri, concorrente di Ventimiglia, ha vinto il tricolore nella categoria femminile, seguita da Cristina Borra e Adele Rasicci.
La 24 ore ha un regolamento semplice: vince il concorrente che, nelle 24 ore consecutive della gara, compie il maggior numero di chilometri su un percorso misurato e omologato dalla Fidal di un chilometro; la gara si è disputata lungo i viali del Parco Ruffini: con partenza alle ore 10 di sabato 13 aprile, con temperature finalmente primaverili.
Barnes
L’evento organizzato da ASD Il Giro d’ Italia Run, oltre ad assegnare i titoli italiani sulle 24 Ore, ha ospitato una gara di durata in tempo (la 6 ore vinta da Nerino Paoletti, con una percorrenza di circa 74 chilometri) e una di distanza (la 100 chilometri: vinta da Paolo Rovera; nelle nostre fotografie l’arrivo di Pablo Barnes dell’Atletica Varazze, classificatosi al terzo posto, con un tempo di poco superiore alle nove ore).
La edizione 2013 della 24 Ore di Torino aveva anche un altro importante significato. Perché Torino, che nel 2015 potrà fregiarsi del titolo di Capitale europea dello sport,  ha avanzato la propria candidatura per ospitare in quello stesso anno il Mondiale della specialità 24 Ore.
Visto il successo della edizione appena conclusa, ci sono forti attese perché questo possa avvenire.
corsa-podismo
podismo
Torino-podismo

Vivicittà 2013, le foto della corsa più grande del mondo

DSC4678
Vivicittà, la corsa più grande del mondo, dopo 30 anni continua a essere protagonista dello sport, coinvolgendo atleti professionisti e amanti della corsa. Stessa distanza (12 e 4 km) in tante città, in Italia e all’estero.
Vivicittà prevede che la partenza sia con lo stesso orario in tutte le città di gara e la classifica finale è stilata in base ai tempi compensati, tenuto conto delle differenze di percorso delle varie città sede di gara.

La manifestazione podistica internazionale, organizzata dall’ UISP, dedica il progetto 2013 alla raccolta fondi per attività sportive per i bambini dei campi profughi in Libano.

Numerosi atleti hanno preso parte alla edizione 2013 di Vivicittà corsa in Torino: con un percorso che ha costeggiato i viali lungo il fiume Po, con partenza dal parco del Valentino e arrivo davanti al piazzale del castello del Valentino, che ospita la Facoltà di Architettura.

Nelle fotografie, alcuni dei partecipanti che hanno corso Vivicittà 2013 a Torino.