Il successo di EICMA 2018 conquista anche la rete

Nell’anno di concomitanza con altre fiere del settore con ricorrenza biennale, EICMA 2018 non arresta la propria crescita e si conferma indiscusso punto di riferimento mondiale per l’industria delle due ruote. Centinaia di anteprime, 1.278 brand presenti  e sei padiglioni occupati, la 76° Edizione dell’Esposizione Internazionale Ciclo, Motociclo e Accessori chiude i battenti a Fiera Milano-Rho con un altro successo.

eicma girls

Le conferme vengono anche dal fronte dell’attrattività globale dell’evento espositivo con il 52% di espositori esteri provenienti da ben 44 differenti Paesi e, soprattutto, dall’interesse dei media e di quello degli operatori esteri, che crescono nelle presenze rispettivamente del 18,3% e 17,1% rispetto all’anno di riferimento. Straordinario anche l’afflusso di pubblico, che si attesta sui numeri record della scorsa edizione.

eicma girl honda

Quella di EICMA 2018 è stata per i visitatori un’esperienza di visita coinvolgente e ricca di contenuti.

 

Se EICMA è oggi la più importante, attrattiva e longeva fiera di settore al mondo, tanto da garantire una presenza di pubblico, operatori e media che nessun altro appuntamento del genere può vantare – ha dichiarato il Presidente Dell’Orto – è merito delle aziende che continuano a sceglierci. Per questo voglio condividere con loro la soddisfazione per il successo di questa edizione, trasformandola nel tempo da fiera ad evento espositivo in grado di coinvolgere ed emozionare centinaia di migliaia di appassionati”.

Il successo di EICMA 2018 conquista anche la rete. La settimana milanese più importante al mondo per gli appassionati delle due ruote non è stata scandita solo dal numero di anteprime presentate, padiglioni attraversati e prodotti toccati con mano, ma anche dalla quantità di emozioni digitali suscitate. La 76ª Edizione dell’Esposizione Internazionale Ciclo, Motociclo e Accessori, chiude infatti i battenti a Fiera Milano-Rho con numeri record anche sul web.

eicma girls

Nei giorni di EICMA 2018 l’ufficio stampa e la redazione on line hanno scattato 10mila foto, girato oltre 47 ore di filmati prodotti in sei stazioni di editing, pubblicato sul sito web dell’evento espositivo 160 news, diffuso 15 comunicati stampa istituzionali, editato 52 footage video degli stand e percorso oltre 250 km all’interno del quartiere fieristico. Contenuti che anche attraverso le piattaforme social e digital ufficiali hanno raggiunto tantissimi appassionati ed addetti ai lavori. Sono infatti più di 900mila le visite al sito eicma.it e oltre 20mila i download dell’applicazione dedicata. E a stupire sono anche i numeri che riguardano l’attività sui canali social di EICMA: 1,3 milioni di utenti raggiunti e oltre 6,4 milioni di visualizzazioni dei post su Facebook e più di 850mila impression su YouTube, con 200mila minuti di visualizzazioni e quasi 58mila spettatori unici.

 

Grande successo anche per il canale Instagram, che durante la manifestazione ha fatto segnare un più 72% nel numero di follower, raggiungendo con le immagini e i video postati oltre 750mila persone e totalizzando circa 2,5 milioni di impression. Una tendenza confermata anche dalla popolarità ottenuta attraverso più di cento stories pubblicate sul social network di proprietà Facebook, che hanno totalizzato quasi un milione di impression.

 

“I social, e più in generale la rete, non solo hanno reso globale la competizione per coinvolgere nuovi utenti, ma – ha commentato il presidente di EICMA Andrea Dell’Orto – sono stati al contempo causa ed effetto dell’affermazione di un pubblico di appassionati sempre più esigente, che siamo riusciti ad ingaggiare e conquistare con la qualità dei contenuti prodotti. Approcciare il web con la qualità è una sfida avvincente e rappresenta un vantaggio anche per le imprese che scelgono EICMA per esporre i loro prodotti. Il successo digitale di Eicma 2018 ci riempie di soddisfazione, perché segniamo un’altra tappa importante nel potenziamento della nostra strategia digitale”.

eicma girl

Le nostre immagini di Eicma 2018 sono disponibili in due album:

moto

eicma girls

 

Babbo Natale mette in moto Torino

Il più piccolo partecipante a Babbo Natale in FormaTorino, che un tempo era capitale dell’automobile, stamattina è stata allegramente invasa da migliaia di motociclisti vestiti come Babbo Natale. Tanti cortei festosi di moto hanno attraversato la città con una sola destinazione: il piazzale antistante l’ospedale infantile Regina Margherita per l’edizione 2016 di Babbo Natale in Forma.

Babbo Natale in Forma Un evento che ogni anno raccoglie un numero di partecipanti sempre più elevato: difficile dire quante migliaia di persone fossero presenti davanti all’ospedale Regina Margherita. Di sicuro erano tantissime le persone giunte con ogni mezzo (moto, bici, bus, auto, a piedi) per creare una macchia di colore rosso e portare –per qualche ora, almeno- un po’ di solidarietà, se non proprio di serenità, ai piccoli ricoverati dell’ospedale.

La Fondazione Forma con questa iniziativa, giunta alla settima edizione e pressoché sconosciuta solo qualche anno fa, riesce anche a raccogliere fondi per finanziare progetti e per acquistare apparecchiature mediche per l’ospedale: sia con le donazioni raccolte in piazza, sia con la vendita del kit di Babbo Natale.

La folla dei partecipanti davanti all'ospedale pediatrico Regina MargheritaQuest’anno finalmente Babbo Natale in Forma sembra essere entrato nel cuore dei Torinesi che, almeno per un giorno, accettano che siano le moto a farla da padrone per le strade cittadine.

A tanti sarà capitato stamattina di vedere gruppi di motociclisti vestiti da Babbo Natale raccogliere sorrisi di solidarietà da parte delle persone, anche non più giovani, ferme alle fermate in attesa dei mezzi pubblici; molti erano coloro che, incrociandoli lungo i corsi cittadini, non hanno perso l’occasione per fotografarli con gli smartphone; addirittura gli automobilisti –cosa che purtroppo accade molto raramente lungo le strade di Torino- si spostavano verso destra per lasciare scorrere i gruppi di Babbo Natale in moto.

Raduno di motociclisti a Torino per Babbo Natale in FormaE’ proprio vero che a Natale si è tutti più buoni …

Babbo Natale in Forma 2016Il numero dei motociclisti partecipanti non è mai stato così elevato: oltre che sul piazzale davanti all’ospedale, le moto erano parcheggiate lungo corso Unità d’Italia (parzialmente chiuso al traffico) fino al piazzale davanti al Museo dell’Automobile.

Alpini sempre presenti a Babbo Natale in Forma davanti al Regina MargheritaChi è rimasto a casa ha perso una buona occasione per fare del bene (ma può velocemente rimediare con un bonifico per un donazione alla Fondazione Forma) e per vivere una mattinata piena di emozioni.

Non solo moto al raduno di biker davanti all'ospedale pediatrico Regina Margherita

Potrà rifarsi il prossimo anno: perché Babbo Natale in Forma è ormai un evento fisso del calendario del Natale a Torino. Un evento molto bello per il suo significato nei confronti dei bimbi dell’ospedale Regina Margherita e per l’atmosfera di festa che crea attorno all’ospedale: un evento da non perdere, per tutti e soprattutto per gli amanti delle due ruote.

Anche gli amici a 4 zampe a Babbo Natale in Forma

Guarda le immagini di Okfoto.it

Edizione 2016

Se ti piacciono le nostre news, continua a seguirci: iscriviti al nostro blog.

 

 

 

Apple e Mv Agusta insieme per realizzare una iMoto

 
Evento speciale, ieri sera, presso l’Apple Store del centro commerciale Le Gru di Grugliasco. Nel corso di un workshop, organizzato per dimostrare ai clienti le potenzialità tipiche dei prodotti con la Mela, è stato illustrato un progetto che vede protagonisti, in simbiosi tra loro, alcuni dispositivi portatili Apple (iPad, iPod) ed una motocicletta di produzione rigorosamente italiana, la Mv Agusta. La realizzazione della moto è a cura della Gp Design di Torino, che per prima ha avuto l’idea di integrare dispositivi elettronici, ormai di utilizzo comune, su un mezzo di trasporto, con funzioni non soltanto informative bensì di controllo e comando.

E’ nata così la Mv Agusta Brutale One.

La base è quella della versione di serie della Brutale 800, una tre cilindri con 125 cavalli e 81 Nm di coppia, con sistema frenante Brembo e forcella Marzocchi. La Gp Design di Luca Pozzato è intervenuta pesantemente, tanto a livello estetico quanto dal punto di vista meccanico. Serbatoio e codone in alluminio, scarico in titanio, faro anteriore a led, forcella rovesciata prodotta da Matris e svariati componenti Rizoma. Già questo è sufficiente a rendere la One un veicolo assolutamente particolare, ma non ci si è fermati, e come detto si è deciso di affidare ad un mini iPad, installato al posto del cruscotto, la gestione della moto: quadro strumenti, sistema di infotainment, servizi di emergenza (la app “Flag me” che in caso di necessità invia informazioni sulla localizzazione della moto) e via dicendo. La Brutale One by Gp Design è in grado, tra le altre cose, di registrare immagini dell’itinerario percorso per poi trasmetterle su uno schermo appena rientrati nel proprio box: un altro modo per prolungare il godimento nell’utilizzo di un mezzo così speciale. L’iPad è ovviamente asportabile e mantiene tutte le sue funzioni per l’utilizzo come tablet tradizionale. Anche gli specchietti retrovisori, nella Brutale One, sono stati eliminati e sostituiti con due iPod touch che trasmettono le immagini riprese da due telecamere poste sul portatarga.

La moto, in edizione super limitata (si parla di 19 esemplari), è in vendita a 39.000 euro.

Automotoretrò 2013, il Lingotto ospiterà alcuni modelli Lamborghini

Automotoretrò si svolgerà al Lingotto di Torino dall’8 al 10 febbraio 2013 (nella foto un particolare della rampa elicoidale dell’ex stabilimento FIAT).

Il salone internazionale delle automobili e motocicli d’epoca, giunto alla 31° edizione, è sempre di più un importante punto di incontro per appassionati e collezionisti.

Come ogni anno, Automotoretrò è caratterizzato da una celebrazione storica: l’edizione 2013 sarà dedicata alla Lamborghini.
La casa di Sant’Agata Bolognese, fondata da Ferruccio Lamborghini nel maggio 1963, fu in grado di presentare al Salone dell’auto di Torino, nel novembre dello stesso anno, la sua prima vettura: la 350 GTV disegnata da Franco Scaglione. Per celebrare l’anniversario la Casa, oggi del Gruppo Volkswagen, porterà alla manifestazione di Torino alcuni gioielli del Museo Lamborghini.
Nell’ambito del Salone si svolgerà la 4° edizione di Automotoracing, dedicato allo sport motoristico e si celebrerà il secondo “Piemonte Custom” dedicato a tutti gli appassionati di Harley Davidson.
Automotoretrò, per la prima volta, ospiterà anche un’asta dedicata alle auto d’epoca organizzata dalla San Carlo Aste di Torino.
Nel post alcune fotografie di Automotoretrò 2012.

Rievocazione del Circuito di Ospedaletti, tutte le foto dei partecipanti

Uno dei partecipanti alla XXV edizione del circuito internazionale di Ospedaletti
 
 
Sono  disponibili le fotografie dei partecipanti alla terza rievocazione storica del circuito di Ospedaletti. Centinaia di immagini che raccontano la manifestazione, ci mostrano l’orgoglio e la soddisfazione nel ritratto dei piloti, e descrivono soprattutto 50 anni di evoluzione del motociclismo sportivo.
 
Abbiamo creato sulla nostra pagina Google Plus le gallerie fotografiche delle varie batterie, che potete raggiungere a questo link: OkFoto su Google Plus.
 
Condividete le foto con i vostri amici, gli altri partecipanti e tutti gli appassionati di motociclismo. Arricchiremo ancora le gallerie nei prossimi giorni, con gli scatti della conferenza di sabato pomeriggio, dei campioni presenti durante il week end, delle moto ai box. Tornate a visitarci.
 
Se volete ricevere le foto della vostra partecipazione, contattateci indicando a quali siete interessati, o fateci sapere numero dei concorrenti e delle batterie, vi risponderemo subito!
Buona visione.
 
Uno dei partecipanti alla XXV edizione del circuito internazionale di Ospedaletti
 

Rievocazione Circuito di Ospedaletti 2012 – le foto

Abbiamo seguito per due giorni la terza edizione della Rievocazione del Circuito di Ospedaletti (XXV Trofeo Motociclistico Internazionale, per chi ama proseguire il computo delle edizioni considerando anche quelle del passato), manifestazione che sta rapidamente affermandosi nel panorama degli eventi riservati alle moto d’epoca. In pista, lungo il tracciato della cittadina ligure che ospitò Gran Premi di automobilismo e motociclismo fino agli anni ’70, si sono viste 300 moto di oltre 50 differenti costruttori, ciascuno dei quali appartiene di diritto alla storia del motociclismo; a guidarle, decine di appassionati collezionisti italiani e stranieri ed anche alcuni tra i più importanti campioni del motociclismo mondiale di tutti i tempi, tra cui citiamo Agostini, Lucchinelli, Read, Tenconi e Campanelli, ma l’elenco potrebbe essere lunghissimo.
 

 

Concorrente alla curva belvedere Rievocazione storica ospedaletti 2012

 

 
 
Sul nostro sito OkFoto.it potrete trovare la galleria fotografica del fantastico week end di motori a Ospedaletti: qui abbiamo postato un assaggio per gli appassionati che non resistono e vogliono rivivere, guardando le fotografie, le emozioni che noi abbiamo avuto la fortuna di documentare dal vivo. Buon divertimento.

Tre concorrenti verso la curva del ponticello, ospedaletti 2012 moto