Automotoretrò 2017 a Torino dal 3 al 5 febbraio

Lancia-Delta-4wd

Automotoretrò celebra la vittoria Lancia Delta al rally di Montecarlo del 1987 Manca poco più di un mese all’apertura della 35a edizione di Automotoretrò e le anticipazioni sul salone internazionale dell’auto d’epoca, in programma al Lingotto di Torino dal 3 al 5 febbraio 2017, fanno intendere che si tratterà di un’esposizione particolarmente interessante. E’ molto probabile che il record dei 65.000 visitatori della scorsa edizione venga brillantemente superato.

Il 2017 sarà un anno ricco di anniversari molto significativi per chi ama il mondo dei motori e Automotoretrò non si è fatta sfuggire l’occasione per festeggiarli.

Si parte con i 30 anni dal debutto della Lancia Delta 4WD. Era il gennaio 1987 quando Miki Biasion e Tiziano Siviero si aggiudicarono il Rally di Montecarlo con la nuova vettura del Gruppo A presentata dalla Lancia. Fu l’inizio di una cavalcata che portò la vettura a vincere, nell’anno del suo esordio, sia il Campionato del Mondo Rally Costruttori che il Campionato del Mondo Rally Piloti con Juha Kankkunen, il quale ebbe nei suoi due compagni di squadra Miki Biasion e Markku Alén i più competitivi avversari, rispettivamente secondi e terzi nella classifica finale del Campionato 1987. A completare il trionfale esordio della Lancia Delta, nello stesso anno Dario Cerrato vinse il Campionato europeo rally.

Per ricordare quel debutto vincente e la indimenticabile storia di vittorie della Lancia Delta, Automotoretrò celebra il 30° anniversario della regina dei rally con l’esposizione di 10 vetture originali.

Sarà dunque un’altra occasione, per quel grande popolo di sportivi rimasti orfani del marchio Lancia, di rivivere una epopea di successi che non ha eguali e che –con le attuali politiche di FCA- non sembrano avere spazi per nuovi capitoli di una leggenda.

Automotoretrò 2017 vedrà la presenza, direttamente dal Regno Unito, del Jensen Owners Club che ha scelto di celebrare al Lingotto i 50 anni della Jensen Interceptor e della Jensen FF.

Come sempre, sarà presente Jaguar che esporrà la XK SS, prima supercar al mondo.

Restando ai principali anniversari, Automotoretrò 2017 riserverà particolare attenzione ai 60 anni della Fiat 500 e della Bianchina, ai 70 anni della Ferrari 166 spyder corsa, ai 90 anni della Aston Martin.

Come ormai tradizione, grande spazio sarà dedicato alle motociclette, con l’esposizione di pregiati pezzi storici provenienti dalle più famose case motociclistiche quali Ducati, Aprilia, MV Agusta, Gilera, Moto Guzzi , BMW, Triumph, Royal Enfield, Norton. Saranno degnamente festeggiati i 70 anni della Lambretta.

Lambretta festeggia 70 anni a Automotoretrò 2017L’area esterna sarà luogo di esibizione per vetture rally e per dimostrazioni di drifting, con la presentazione della GSK Endurance Series, il campionato di kart.

Anche quest’anno Automotoretrò sarà accompagnata, per l’ottavo anno consecutivo, dalla kermesse Automoracing, rassegna dedicata al mondo delle corse e delle alte prestazioni. In tal modo i due saloni offrono un evento motoristico davvero unico: dalle auto più esclusive e veloci, fino ai mezzi d’epoca più rappresentativi, passando ai ricambi e alle motociclette che hanno fatto la storia. Automotoracing ospiterà alcuni delle principali aziende provenienti dal mondo della F1  come Sparco, Oz Racing e MAK.
 Non mancherà inoltre la speciale partecipazione di Alfa Romeo e Abarth.

Appuntamento a Automotoretrò 2017!

Per chi non ha potuto essere presente alla precedente edizione, ecco le gallerie delle immagini:

le vetture

i dettagli

nelle immagini di OkFoto.it

Automotoretrò dedica un grande spazio al motociclismo storico (nella fotografia Giacomo Agostini su MV Agusta)

Buon divertimento.

Moto mai viste in mostra a Eicma 2016 fino a domenica

eicma-328

Eicma girls, una cornice di bellezza Nel lungo fine settimana in cui a Valencia si corre il MotoGP che chiude la stagione 2016, alla Fiera di Milano si svolge Eicma 2016, il Salone internazionale delle moto che vede la presenza di tutti i top brand delle 2 ruote, con le tradizionali aree speciali Custom e Sicurezza e l’arena esterna MotoLive. Quest’anno Eicma, oltre a occupare i padiglioni 2-4, 6-10 e 14-18, esce dal tradizionale quartiere fieristico per coinvolgere l’intera città di Milano nella “Settimana della Moto”, per una festa delle 2 ruote, ricca di appuntamenti e esposizioni.

Cal Crutchlow in visita agli stand Eicma

Crutchlow e Cecchinello

Raccontare Eicma è sempre molto difficile e lasciamo volentieri che siano le riviste specializzate a dare conto delle innumerevoli novità presenti negli stand.

Perché Eicma 2016 è fatta di tante componenti. In primis le moto (stradali e enduro), gli scooter (se vogliamo considerarli una sezione separata, nonostante le sempre più frequenti “commistioni” tra i due mondi che si vedono esposte in fiera, come la nuovissima Honda X-Adv), gli accessori, l’abbigliamento; ma Eicma è anche il posto dove puoi incontrare i campioni delle due ruote (ad esempio, ieri era presente, tra gli altri, il pilota Honda Cal Crutchlow accompagnato dal team manager LCR Lucio Cecchinello); e visitare Eicma significa anche osservare e cogliere le tendenze del mondo delle 2 ruote, osservare i visitatori e sottolineare come, forse in maniera inattesa, il fenomeno delle Eicma girls sia ormai diventato una cornice di bellezza a cui non si può più rinunciare (e segnaliamo con piacere che il gruppo Piaggio ha finalmente “abbattuto” il muro della disparità dei sessi, dato che su alcune moto esposte nello stand quest’anno fanno bella mostra di sé aitanti modelli apprezzati dalle visitatrici).

Se proviamo a visitare il Salone della moto con un punto di vista  non soltanto tecnico, ci accorgiamo come i numerosi visitatori siano sì quelli normalmente attesi (i giovani) ma – altrettanto numerosi – quelli che, compiuti gli anni “…anta”, esattamente come i più giovani, si avvicinano ai vari modelli esposti, pronti a cavalcarli e a simulare – sul cavalletto – come si sta in sella alla nuova moto. E forse non è un caso che, negli ultimi anni, stia diventando sempre più marcato il fenomeno dei modelli “vintage” o “retrò”.

I visitatori si divertono all'Eicma

La moto da sempre richiama lo spirito libero, la bellezza del viaggio, l’indipendenza: vedere quella ricca esposizione di modelli, tutte le novità, i migliori allestimenti, fa subito venire voglia di fare un giro di prova. In attesa di andare dal concessionario amico, in pochi resistono alla voglia di sedersi subito sul nuovo oggetto del desiderio, incuranti della folla che li attornia e del fatto di essere in un ambiente chiuso. La fantasia viaggia alla velocità dei modelli più performanti…

MODELLI DI LUSSO ED ESCLUSIVI ESPOSTI AD EICMA

Tante le 2 ruote esposte, tante le novità. Ne citiamo due per tutte. La prima è una delle moto più costose in vendita: la Ducati ha presentato al pubblico la nuova 1299 Superleggera, la prima supersportiva stradale che monta di serie telaio, forcellone, telaietto e ruote realizzati in fibra di carbonio ed è equipaggiata con il bicilindrico di serie più potente mai prodotto dalla Casa di Borgo Panigale (215 CV), assistito da una elettronica paragonabile a quella delle MotoGP. Con un peso di poco superiore ai 150 kg!

La Ducati 1299 Superleggera esposta a Eicma 2016

Ducati 1299 Superleggera

La Ducati 1299 Superleggera è prodotta in sole 500 unità, praticamente già tutte vendute (a un prezzo che secondo alcune fonti supera gli 80.000 euro). Per i clienti che vorranno divertirsi in pista è disponibile il kit racing che comprende lo scarico Akrapovič in titanio (simile a quello delle SBK ufficiali), il plexiglass specifico, i tappi per gli specchietti, ecc.

Nello stand MV Agusta è possibile invece ammirare la F4Z Zagato: un esemplare unico disegnato da Zagato per conto di un ricco motociclista giapponese. La carrozzeria della MV Agusta F4Z è realizzata in alluminio e fibra di carbonio.

MV Agusta F4Z in esposizione a Eicma

Rispetto alla MV Agusta F4 di serie, la F4Z presenta una carrozzeria completamente rinnovata con uno stile decisamente innovativo, con le linee che hanno segnato le realizzazioni di Zagato e che lasciano intravvedere la “cafè racer” del futuro. Le soluzioni stilistiche della F4Z forse arriveranno anche su qualche futuro modello di serie della MV Agusta, ma la F4Z resterà in ogni caso un pezzo unico. Si è parlato infatti di una nuova generazione di modelli con motore 4 cilindri, tra cui un’inedita variante della F4. In ogni caso, la F4Z è una (bella) testimonianza di una nuova fase di sviluppo del settore motociclistico, dove si potrebbero aprire nuovi spazi per il “moto design” così come da tempo, nel settore automobilistico, si parla diffusamente di “car design”. Una nicchia per clienti facoltosi: moto realizzate su richiesta e personalizzate, destinate a restare pezzi unici o in piccolissima serie.

In un mercato italiano che presenta positivi dati di vendita (l’Italia è il Paese europeo in cui nel 2015 si sono immatricolate più moto), si fanno strada i modelli alimentati con energia elettrica, ed i crescenti spazi espositivi riservati ad Eicma testimoniano come l’interesse per questi modelli stia crescendo e sia sostenuto da moto e scooter con performance di tutto rilievo. La sicurezza è un tema da sempre tenuto in forte considerazione a Eicma: interessante, a questo proposito, l’iniziativa di In & Motion, che ha impostato una campagna specifica per diffondere l’uso dell’airbag (“Airbagrevolution campaign”) e che darà in uso gratuito a 500 bikers, selezionati in tutta Europa, il proprio gilet con airbag incorporato per raccoglierne le testimonianze dirette sull’effettivo utilizzo nelle più differenti situazioni di guida e per migliorare dunque la produzione di serie definitiva.

Dicevamo della cornice di bellezza delle Eicma girls: da sempre presenti in tutti gli eventi di motociclismo, ormai le Eicma girls sono diventate un must per ogni stand espositivo.

Modelle, hostess, studentesse che per tutta la durata del Salone riescono a mostrarsi sorridenti di fronte a ogni visitatore che voglia farsi fotografare accanto a loro (e alla moto): impossibile stimare il numero di selfie in cui compare il loro sorriso!

Visita la galleria delle immagini di Eicma 2016  disponibile  sulla pagina di OkFoto.it .

EICMA 2016 – DATE ED ORARI

Eicma si svolge presso la Fiera di Milano dall’ 8 al 13 novembre. I primi due giorni della manifestazione sono riservati alla stampa e agli operatori del settore.

Gli orari di accesso per il pubblico sono i seguenti:

  • Giovedi 10 Novembre: dalle 10,00 alle 18,30
  • Venerdi 11 Novembre: dalle 10,00 alle 22,00
  • Sabato 12 Novembre: dalle 10,00 alle 18,30
  • Domenica 13 Novembre: dalle 10,00 alle 18,30

Per altre informazioni puoi consultare il sito ufficiale Eicma.

Circuito di Ospedaletti, una rievocazione di grande successo

circuito-ospedaletti-380

Che pieghe sul Circuito di Ospedaletti

Tu chiamale, se vuoi, emozioni”. Così il testo di una delle più belle canzoni di Lucio Battisti e Mogol, del 1970. Emozioni sono quelle che hanno vissuto coloro che ieri hanno assistito alla Rievocazione del Trofeo internazionale motociclistico sul circuito stradale di Ospedaletti. Un’edizione da record sia per il numero dei collezionisti partecipanti, con oltre 280 moto in 7 batterie, che hanno potuto rivivere l’emozione di correre, con le loro preziose moto d’epoca, le due manche sul circuito di Ospedaletti; tra loro molti campioni di un passato più o meno recente con dieci piloti che hanno vinto almeno un campionato del mondo, per un totale di 29 titoli iridati contemporaneamente in pista nella Parata dei Campioni che ha concluso, come ormai tradizione della Rievocazione, la manifestazione di Ospedaletti.

Rievocazione storica del circuito di Ospedaletti

Ovviamente c’erano anche quei piloti che il titolo l’hanno sfiorato (e magari avrebbero meritato di vincerlo se le logiche di squadra, come spesso accade, non avessero favorito qualche altro pilota della scuderia…) o quelli che i titoli li hanno conquistati “solo” a livello nazionale.

Si piega dopo la curva del Piccadilly a Ospedaletti

Quello dei campioni è un gruppo che comprende personaggi famosi già negli Anni ‘50 e ’60 e altri, più giovani, giunti alla ribalta dopo che il Circuito era stato chiuso. Proprio per dare continuità alla storia del Circuito di Ospedaletti, va sottolineata una importante novità dell’edizione 2016 della Rievocazione del Circuito di Ospedaletti: ovvero l’introduzione della batteria “open” che ha visto correre le moto GP costruite dopo il 1972, con piloti che mai avevano gareggiato sul circuito di Ospedaletti; quasi a voler indicare che c’è la volontà di fare crescere ulteriormente la manifestazione, che ha davanti a sé uno spazio di crescita enorme, e per coinvolgere un numero di spettatori e appassionati sempre maggiore.

Emiliano Malagoli alla grande sul Circuito di Ospedaletti

Tra questi Campioni, per la prima volta ad Ospedaletti anche “Fast” Freddie Spencer che ha provato l’emozione di correre su un circuito stradale: una nuova esperienza per il pluricampione statunitense.

Freddie Spencer sul Circuito stradale di Ospedaletti

Emozioni sono arrivate dall’altra novità della manifestazione: grazie alla collaborazione e alla disponibilità di Dario Marchetti, il Circuito di Ospedaletti ha visto la presenza della Ducati Panigale biposto, con cui il pilota bolognese ha fatto provare agli spettatori che hanno voluto rendersi disponibili per l’iniziativa, cosa significa un giro in pista a bordo di una vera e propria moto da GP opportunamente adattata per questo scopo, con tanto di “pieghe” e “impennate”.

Roby Rolfo sul Circuito di Ospedaletti

Le emozioni non hanno età e marchio: così ieri è accaduta una cosa che ha quasi dell’incredibile. I Campioni stavano preparandosi per la Parata finale, quando –accade anche alle moto dei grandi Campioni di avere dei guasti- la Gilera di Benedicto Caldarella non ha sentito ragioni e non si riusciva a metterla in moto. Gran dispiacere per il campione arrivato dall’Argentina (circa 13 ore di volo…), che ormai stava già pensando di rinunciare alla Parata dei Campioni. Invece, cose che succedono solo a Ospedaletti, il tutto è stato risolto grazie a un altro campione (anche di generosità e di grande spirito sportivo) che ha messo a disposizione di Caldarella un prototipo di Moto Guzzi (ovviamente d’epoca):  Caldarella, senza pensarci un attimo e senza farsi troppi problemi di dover girare sul Circuito con una moto che non conosceva, si è infilato la tuta e il casco ed è partito con tutti gli altri Campioni. In fondo il Chiche, con i suoi 77 anni, è  ancora un ragazzo: accanto a lui hanno corso Campioni con alle spalle quasi 90 primavere che, in moto, evidentemente non pesano!

Ecco perché, tu chiamale, se vuoi, emozioni.

Protagonisti sul Circuito di Ospedaletti

Il racconto della XXVII Rievocazione del Circuito di Ospedaletti non finisce qui: guarda le moltissime fotografie di OkFoto.it (del talk show di presentazione, dei protagonisti, dei box e delle fantastiche moto d’epoca in pista) suddivise in due album

i protagonisti ai box

i protagonisti sul circuito

 

moto d'epoca in pista a Ospedaletti sullo storico circuito stradale

Per chi si fosse perso le precedenti edizioni, ecco i link per vedere i partecipanti:

Rievocazione Circuito di Ospedaletti 2014

Rievocazione Circuito di Ospedaletti 2012

 

 

 

Eicma 2015, le novità del Salone del Motociclo

eicma-girls-48

Eicma girls

Eicma 2015 ha aperto al pubblico. Fino a domenica 22 novembre 2015 i padiglioni della Fiera di Milano  (quest’anno l’Esposizione si sviluppa sul lato ovest del quartiere fieristico occupando i padiglioni 9-11, 13-15, 22-24) saranno presi d’assalto da appassionati provenienti da tutto il mondo (ne sono attesi oltre 600.000). Come ormai è tradizione, nella giornata di venerdì 20 novembre le donne potranno visitare il Salone gratuitamente.

L’evento garantisce standard di eccellenza a partire dalla presenza di tutti i top brand, delle aree speciali (Eicma Custom, Area Sicurezza) dell’arena esterna MotoLive, di importanti novità e ritorni come l’Eicma Store e il Temporary Bikers Shop.

Eicma, giunto alla sua 73° edizione, con la sua frequenza annuale, è il Salone più importante del mercato motociclistico: quasi 1.500 espositori presenti rendono quanto mai interessante la visita del Salone.

La Yamaha di Valentino Rossi esposta a Eicma 2015

Si è appena conclusa la stagione del MotoGP, con Jorge Lorenzo fresco vincitore del Mondiale piloti e con le polemiche tra Valentino Rossi e Marc Marquez, ed ecco che Honda e Yamaha presentano, nei loro spaziosi stand, le novità per la stagione 2016. Ma mentre Yamaha ha esposto le moto dei suoi due campioni, Honda ha rinunciato a mettere in esposizione la motoGP con il numero di Marquez, preferendo esporre quella di Pedrosa…

Tante le novità presenti a Eicma 2015 anche nel mondo delle moto elettriche, con Energica che presenta la Ego45, per celebrare il 45° anno del socio fondatore del progetto, alla vigilia della quotazione in Borsa.

Energica Ego45

 

Mondial ha scelto Eicma 2015 per il suo ritorno nel mondo delle moto con la presentazione di Hipster, un modello che unisce le caratteristiche classiche dello storico marchio F.B. Mondial e l’anima più tecnologica dei propulsori di da 125 e 250 cc, 4 valvole, entrambi a 6 marce, con  iniezione elettronica e raffreddamento a liquido.

F.B. Mondial Hipster

 

 

 

BMW presenta la 310: un modello di 310 cc, 34 cv, costruito in India, disponibile a partire dalla seconda metà del 2016. Un modello con il quale la Casa tedesca “scende” nei livelli medio-bassi di mercato e offre una alternativa d’acquisto per i neopatentati.

Novità BMW a Eicma: G310

Anche Ducati si rivolge ai neopatentati con un modello, lo Scrambler (il nome è quello del modello degli Anni Sessanta), di 400 cc che sviluppa 41 cv.

Su un livello differente la Ducati Multistrada 1200 Enduro: con un prezzo superiore ai 21.000 euro sarà divertente trovare i fortunati proprietari che vorranno usarla effettivamente nello sterrato. In compenso potranno però sfrecciare tranquillamente nelle strade cittadine che, a Roma come a Torino, sono in condizioni pietose, piene di buche, pericolosissime per i motociclisti.

Ducati Multistrada

Honda presenta la nuova versione di un modello di enorme successo: l’Africa Twin con cui spera di ripetere il successo del modello a lungo vincitore di competizioni nel deserto.

 

Come prima novità per MV Agusta va ricordato il logo, ristilizzato e sostenuto da “Passion. Precisely Crafted” che ne rimarca l’identità e l’orgoglio di appartenenza. Il nuovo simbolo fa il suo esordio con la nuova Brutale 800 che, a quindici anni dal suo debutto, sviluppato per creare “la più bella Brutale di sempre”. Il modello, unico nella sua categoria, monta il cambio elettronico e un controllo di trazione regolabile su 8 livelli.

Yamaha espone nell’avveniristico stand di Eicma 2015 le sue numerose novità: tra cui la nuova XSR 900 legata alla filosofia “Faster Sons”. Per celebrare il 60° anniversario della Casa di Iwata, tutti modelli Sport Heritage sfoggeranno la leggendaria livrea con grafica speedblock giallo-nera. Nello spazio Yard Built, come fonti d’ispirazione per gli appassionati del genere, verrà mostrata una selezione delle più accattivanti Special create negli ultimi anni dai più famosi customizer internazionali, tra cui la nuova magnifica “Faster Wasp” 900 cc by Roland Sands.

woman friday at Eicma

Tutte le informazioni su orari, parcheggi, prezzi di ingresso sono disponibili sul link di Eicma

Le immagini del Salone sono disponibili nelle nostre gallerie:

Eicma girls

Eicma, non solo moto

Le moto in esposizione

I volti del Salone

Eicma 2014: il mondo si mette in moto

eicma girl e Ducati 1299

 

Alla presenza di due ministri del Governo Renzi, Federica Guidi e Maurizio Lupi, è stato inaugurato il Salone internazionale del motociclo, che resterà aperto al pubblico dal 6 al 9 novembre 2014, negli spazi espositivi della Fiera di Milano.

Giunta alla 72° edizione, EICMA è la più grande rassegna al mondo dedicata alle due ruote.

Il costo del biglietto è di 18 euro, ma nella giornata di venerdì 7 novembre le donne sono invitate a visitare l’esposizione con ingresso gratuito.

Tutti i principali costruttori sono presenti con importanti novità e per gli appassionati del motociclismo non c’è che l’imbarazzo della scelta.

MV Agusta F3 Agoprototipo Kawasaki all'Eicma

Quest’anno, in occasione del 100° compleanno del salone milanese, sono esposti molti modelli di moto d’epoca, sia da strada sia da competizione: un motivo in più per visitare la grande esposizione di Milano.

Bmw motorrad

Da non perdere lo stand del dottorClaudio Costa. Il fondatore della Clinica Mobile, un vero e proprio ospedale viaggiante attrezzato per il primo soccorso, ospitato in un motorhome, operativo dal 1977, ha recentemente passato le consegne al suo allievo Michele Zasa, 35 anni. Ora, con il suo sito dottorcosta.com, apre un canale di dialogo con i suoi numerosissimi estimatori, per narrare le tante storie di cui è stato protagonista, le imprese dei suoi eroi, i piloti del motociclismo. Allo stand sarà possibile acquistare il libro Magic Màrquez , dedicato al campione del mondo della Honda, e farlo autografare dall’autore.

Il casco di Marco Simoncelli La Benelli di Renzo Pasolini

Allo stand è esposto il casco di Marco Simoncelli, il Sic rimasto nel cuore di tutti gli sportivi, e si possono ammirare la Yamaha di Jarno Saarinen e la Benelli di Renzo Pasolini.

eicma girl e Ducati 1299

Alle curve del design motociclistico e alle curve che si potranno affrontare sulle due ruote, si aggiungono- come ormai tradizione- le curve, i sorrisi, gli sguardi delle Eicma girls.

Sulla pagina Facebook di Okfoto è disponibile la galleria dei modelli esposti e delle modelle

Diavel Titanium

E se ti eri perso l’edizione dello scorso anno, ecco l’album Eicma 2013!

Clicca sulle fotografie per ingrandirle.

 

Visita il nostro sito Okfoto.it per conoscerci meglio.

Potrai richiederci informazioni e preventivi per matrimoni, cerimonie, eventi e servizi fotografici di tuo interesse, scrivendo a :

info@okfoto.it

 

 

 

 

 

Circuito di Ospedaletti: un pezzo di Storia del motociclismo

la parata dei campioni a conclusione della Rievocazione

Grande successo di pubblico per la IV edizione della Rievocazione del Circuito di Ospedaletti.

la parata dei campioni a conclusione della Rievocazione

Ormai l’appuntamento biennale del Trofeo internazionale di Sanremo, sul circuito dell’Autodromo di Ospedaletti è entrato nel cuore degli appassionati del mondo dei motori.

circuito-ospedaletti i piloti alla curva Piccadilly del Circuito

Il Circuito di Ospedaletti ha ospitato nel fine settimana oltre 200 moto d’epoca, con la presenza di alcuni modelli che hanno segnato la storia del motociclismo e ha visto  la partecipazione di piloti che sono stati campioni mondiali, europei e nazionali.

Tutti i piloti che ieri hanno corso le batterie del mattino e del pomeriggio sono da ammirare e da ringraziare: per avere dato modo, a  coloro che del Circuito di Ospedaletti avevano soltanto potuto leggere le cronache dei tempi passati, di rivivere per un fine settimana le emozioni degli anni d’oro del Circuito.

Denise Biffi su Gilera a Ospedaletti

Denise Biffi

 

Rievocazione del Circuito di Ospedaletti

 

 

 

 

Il Circuito di Ospedaletti,  sopravvissuto al boom edilizio che negli scorsi decenni ha devastato la Liguria, era un nome importante nel mondo internazionale delle corse. Un tortuoso circuito cittadino, pieno di saliscendi, con il fascino (e la pericolosità) tipico di questo tipo di tracciato: basta pensare a quello di Montecarlo, a una ventina di chilometri di distanza…

Sul circuito di Ospedaletti , dal 1947 al 1951, gareggiarono le automobili da corsa quando si disputava il Gran Premio Sanremo. Certo non era il circus messo in piedi da Ecclestone: ma su quelle strade strette e piene di curve si sono dati battaglia campioni di valore mondiale come Tazio Nuvolari, Stirling Moss, Juan Manuel Fangio, Gigi Villoresi.

Nell’anno del Centanario del Tridente è doveroso ricordare che il 27 giugno 1948 Alberto Ascari portò le nuove 1500 Maserati alla vittoria sul Circuito di Ospedaletti. Ascari vinse con una media di 93,906 Km/h aggiudicandosi così il suo primo Gran Premio. A ricordo della vittoria la Maserati 4CLT 1500 venne ribattezzata “Maserati Sanremo”. Per la cronaca il giro più veloce fu quello di Villoresi con ben 99,412 Km/h.

Circa un mese dopo, il 2Un concorrente del Gp di Ospedaletti 20145 luglio 1948, si svolse il “Gran Trofeo Internazionale Motociclistico” e iniziò la storia del circuito motociclistico che sarebbe sopravvissuto fino al 1972. Gran Premio che ieri ha vissuto la quarta edizione della Rievocazione che si è conclusa con la emozionante “parata dei Campioni”: alcuni dei quali gareggiarono nel Gran Premio di Sanremo prima della chiusura del Circuito.

Ieri non c’erano –né nella parata finale né nelle varie batterie- primi posti da conquistare o posizioni da podio: ma dal primo all’ultimo dei piloti che hanno corso le batterie era fortissima la passione e la forte determinazione per non lasciare che il tempo cancelli un pezzo importante della storia del motociclismo.
circuito-ospedaletti

Tra i campioni del mondo c’erano Phil Read, Ubbiali, Lazzarini, Bianchi, Ferrari e Lucchinelli; iscritti anche quattro ex campioni d’Europa (Italo Piana, Fosco Giansanti, Pietro Giugler e Francesco Curinga) e ben 27 campioni nazionali.

gino tondo al via della parata dei campioniAi Campioni di ieri si sono aggiunti quelli di oggi (il sanmarinese Manuel Poggiali ad esempio) per formare una griglia di partenza di assoluto prestigio con 223 piloti alla guida di 214 moto d’epoca, che hanno dato spettacolo davanti a un pubblico entusiasta, arrivato numerosissimo: tanto che uno spettacolo nello spettacolo era costituito dalle moto di oggi parcheggiate all’ingresso di Ospedaletti, tornata a rivivere i fasti del passato motoristico in una bellissima giornata di sole di settembre.

Triumph 500 del 1921 sul Circuito di Ospedaletti

Molte le curiosità della IV Rievocazione del Circuito di Ospedaletti come la presenza di una donna pilota (Denise Biffi, mamma di una bimba di pochi mesi, in sella a una Gilera  Saturno di 500 cc del 1953), il ritorno in Italia dagli Stati Uniti di una MV Agusta 500 di proprietà dell’italo-americano Robert Iannucci, la Benelli Grand Prix 500 del 1968, appartenuta a Luciano Battisti, la Morbidelli 125 Corsa del 1976, del francese Louis Richaud che ha vinto il titolo Mondiale con Pier Paolo Bianchi nel 1975-76.

Una Kawasaki sul circuito di Ospedaletti

Abbiamo scattato centinaia di immagini per documentare i passaggi dei concorrenti della giornata in differenti punti del circuito: è disponibile l’intera galleria di fotografie della Rievocazione 2014, in aggiunta a quelle delle precedenti edizioni.

 

Per informazioni potete inviare una e-mail all’indirizzo:

info@okfoto.it

 

Grazie se vorrete lasciare un commento nell’apposito spazio a fine pagina.

EICMA 2013, i motociclisti sono cambiati… e cambieranno ancora! (foto)

eicma-milano-2
eicma: il salone internazionale del motociclo
Giovani motociclisti crescono…


Eicma 2013, la 71a esposizione internazionale del motociclo porta negli spazi della Fiera di Milano tutte le novità del settore ed è pronta ad accogliere la grande folla degli appassionati dal 7 al 10 novembre: gli spettatori furono oltre mezzo milione nella edizione 2012, e quest’anno le attese sono per un pubblico ancor più numeroso.  Perso il Motorshow di Bologna, e drasticamente ridotta la presenza dell’industria italiana nel settore auto, l’Italia cerca di rifarsi nel mondo delle due ruote, con una manifestazione che è ancora tra le più più importanti a livello mondiale. Eicma è fondamentale per presentare agli esponenti di tutti i mercati, soprattutto a quelli asiatici presenti in massa quest’anno, il valore del Made in Italy per le moto: perché, inutile nasconderlo, anche in questo settore occorre sempre di più puntare sull’export.

Una foto della nuova Ducati Superleggera
La nuova ed esclusiva Ducati 1199 Superleggera, 165 kg a secco

Tra le principali novità italiane presentate all’EICMA in anteprima mondiale segnaliamo la Vespa Primavera e la Ducati 1199 Superleggera. La prima, un’icona nel mondo degli scooter, è destinata al mercato di massa, con lo sguardo  alle enormi metropoli dell’Oriente, come si è augurato Roberto Colaninno, presidente della Piaggio.  Il Gruppo, però, dovrà vedersela con la forte concorrenza della indiana LML che produce un clone della Vespa, la Star, a prezzi bassissimi, con ovvio vantaggio in particolar modo nei nuovi mercati: fatto non trascurabile soprattutto in momenti di difficoltà come gli attuali.

novità Vespa al Salone Eicma
Angelino Alfano  allo stand della Ducati all'Eicma
Angelino Alfano allo stand Ducati con l’Ad Claudio Domenicali

Diverso il discorso per la fantastica sportiva di Borgo Panigale; è una moto di nicchia che sarà prodotta in soli 500 esemplari e venduta a  66 mila euro, e che ha attirato l’attenzione, tra i tanti operatori del settore presenti all’inaugurazione, anche del vice presidente del Consiglio dei ministri Angelino Alfano, in visita all’EICMA 2013.

Eicma: belle moto e splendide ragazze

Il messaggio principale del Salone, che traspare da tutti gli stand, è comunque chiaro: innovare per rimanere al passo con la concorrenza, per battere la crisi, ma soprattutto per riuscire ancora ad emozionare il potenziale cliente, che nella moto vede oggi più che mai uno strumento di libertà ed evasione.

Una foto dallo stand Honda all'Eicma
A una piega da brividi non si rinuncia



E l’obiettivo di regalare sogni non solo ai bimbi ma anche agli adulti, a giudicare da questo simpatico signore, sembra raggiunto…

Per tutte le foto del salone EICMA 2013, collegatevi alla nostra pagina Facebook oppure al nostro sito Okfoto.it

Clicca sulle fotografie per ingrandirle.

 

 

 

Visita il nostro sito Okfoto.it per conoscerci meglio.

 

Potrai richiederci informazioni e preventivi per matrimoni, cerimonie, eventi e servizi fotografici di tuo interesse, scrivendo a :

info@okfoto.it

 

 



 

Rievocazione Circuito di Ospedaletti 2012 – le foto

ospe-2012-copertina-8-
Abbiamo seguito per due giorni la terza edizione della Rievocazione del Circuito di Ospedaletti (XXV Trofeo Motociclistico Internazionale, per chi ama proseguire il computo delle edizioni considerando anche quelle del passato), manifestazione che sta rapidamente affermandosi nel panorama degli eventi riservati alle moto d’epoca. In pista, lungo il tracciato della cittadina ligure che ospitò Gran Premi di automobilismo e motociclismo fino agli anni ’70, si sono viste 300 moto di oltre 50 differenti costruttori, ciascuno dei quali appartiene di diritto alla storia del motociclismo; a guidarle, decine di appassionati collezionisti italiani e stranieri ed anche alcuni tra i più importanti campioni del motociclismo mondiale di tutti i tempi, tra cui citiamo Agostini, Lucchinelli, Read, Tenconi e Campanelli, ma l’elenco potrebbe essere lunghissimo.
 

 

Concorrente alla curva belvedere Rievocazione storica ospedaletti 2012

 

 
 
Sul nostro sito OkFoto.it potrete trovare la galleria fotografica del fantastico week end di motori a Ospedaletti: qui abbiamo postato un assaggio per gli appassionati che non resistono e vogliono rivivere, guardando le fotografie, le emozioni che noi abbiamo avuto la fortuna di documentare dal vivo. Buon divertimento.

Tre concorrenti verso la curva del ponticello, ospedaletti 2012 moto