Stratorino, le fotografie della corsa per tutti

stratorino-10
Si è corsa domenica 17 novembre, in occasione della Turin Marathon (clicca qui ), la Stratorino, una manifestazione non competitiva che coinvolge tutti gli amanti dello sport: adulti, ragazzi, bambini, famiglie, chi da solo, chi in compagnia del suo cane, tutti insieme a piedi sul percorso di circa 7 chilometri, con partenza e arrivo in piazza San Carlo.
Partiti pochi minuti dopo gli atleti della Turin Marathon, le migliaia di persone iscritte alla Stratorino hanno seguito lo stesso percorso della maratona su corso Moncalieri, per poi ritornare verso il salotto di Torino attraversando il Po sul ponte Isabella.
La Stratorino è una occasione per camminare nei viali della città e ammirarne le bellezze; ci sembra anche una buona occasione per richiamare gli amministratori pubblici a prestare maggiore attenzione alle necessità di quelle persone che, con eleganza di termini, chiamiamo “diversamente abili”: persone che, più sfortunate di noi, devono in ogni istante superare difficoltà anche nelle cose che le persone “normalmente abili” non prendono neppure in considerazione, se non in rare occasioni.
Ad esempio: le buche sui marciapiedi, le auto parcheggiate sulle strisce pedonali, gli scalini dei marciapiedi e dei negozi, la difficoltà di trovare parcheggi per le loro auto, le pozzanghere in cui devono passare con la loro carrozzella, ecc.
Per questo abbiamo scelto di pubblicare alcune fotografie di una Stratorino “diversa”: altrettanto bella,  lasciando in secondo piano il pettorale numero 1 dell’assessore Coppola.
Nella speranza che la Stratorino diventi una corsa speciale verso una città più vivibile per tutti.
D’altra parte in quel bellissimo libro che è “Nati due volte”, Giuseppe Pontiggia ha scritto:
Che cosa è normale? Niente. Chi è normale? Nessuno. Quando si è feriti dalla diversità, la prima reazione non è di accettarla, ma di negarla. E lo si fa cominciando a negare la normalità.”
Altre fotografie sono visibili qui

Turin Marathon 2013, fotografie e classifiche

Turin_marathon_2013_Gran-Madre
torino
 
Trionfo keniano nella Turin Marathon 2013: sembra il titolo della scorsa edizione, ma anche la XXVII edizione della maratona di Torino ha visto il dominio degli atleti del Kenya;  Patrick Terer ha migliorato il tempo della sua vittoria a Torino del 2012 e con 2h08’52″si è  aggiudicato la gara, davanti ai connazionali Benjamin Kolum, Samson Kagia e Robert Ndiwa. Al quinto posto, primo degli italiani, è giunto Domenico Ricatti, davanti a Stefano Scaini.
 
turin-marathon-2013turin-marathon
La gara femminile è stata dominata da Ivana Iozzia (2h34’12”) che ha staccato la portoghese Monica Da Silva e Elena Casaro.
 
Per tutti i risultati rimandiamo a www.sdam.it
giovanni
E’ stata una domenica di festa per i podisti: nella presentazione di ieri mattina (clicca qui )   era stato Luigi Chiabrera ad anticipare i numeri della corsa : oltre 4.200 quelli che hanno corso la Turin Marathon, migliaia i partecipanti alla Stratorino e moltissimi i piccoli che si sono divertiti nella corsa a loro riservata: la Junior Marathon.
 
Ci piace intanto raccontare questa domenica di corsa e sport con una serie di immagini che, almeno in questa occasione, non riguardano soltanto i vincitori. 
Emma Quaglia
Raccontiamo che abbiamo visto correre, senza pettorale, Emma Quaglia, sorridente mentre era impegnata “in diretta telefonica”; abbiamo visto coloro che hanno saputo disputare la gara con uno sforzo “diverso” e hanno raccolto applausi tanto come i top runner; abbiamo visto correre gli studenti del Boselli; abbiamo visto il tatuaggio  dell’atleta portoghese giunta seconda al traguardo; abbiamo visto la sofferenza di chi è stato colpito da crampi e che, dopo un massaggio, stringendo i denti è ripartito per arrivare fino al traguardo di piazza Castello; c’era chi correva ricordandoci l’impegno dell’ADMO, chi ricordando la corsa a Lecce, chi altre iniziative benefiche quali Emergency (vero Giovanni?).
Abbiamo visto e fotografato la felicità di Elena Casaro all’imbocco di via Roma, quando ormai era sicura di conquistare il terzo posto e quella di una concorrente  capace di regalare sorrisi in piazza San Carlo.
Perché la Turin Marathon è anche questo.
 
Nelle nostre fotografie raccontiamo una bellissima edizione della Turin Marathon; seguici e cerca la tua fotografia sulla nostra pagina Facebook .
admo

torino 

Monica Dasilva alla Turin Marathon
 
Grazie se vorrai lasciare un commento (qui sotto)
 
 

Turin Marathon 2013 : tra un mese si correrà anche per ricordare la tragedia di Boston

maratona_2012
Valeria Straneo nei primi km della edizione 2012


Turin Marathon: appuntamento  il 17 novembre 2013, alle 9:30, nella centralissima piazza San Carlo per le migliaia di runners che correranno sul nuovo veloce percorso studiato  dagli organizzatori.

Edizione 2012: Emma Quaglia all’imbocco di via Roma

Un percorso che dalla splendida piazza San Carlo si snoderà lungo via Roma,  piazza Castello, via Po per arrivare in piazza Vittorio Veneto; qui la prima novità rispetto allo scorso anno: si passa sul ponte della Gran Madre per poi girare a destra; si percorrerà tutto corso Moncalieri percorrendo la pista lungo il Po fino a Moncalieri, poi  strada Torino,  il ponte di corso Trieste, per entrare in Nichelino da via Cuneo e arrivare fino all’Ippodromo di Vinovo, per puntare nuovamente su Torino rientrando su corso Unione Sovietica; dopo un percorso che porterà i maratoneti sino in corso Brunelleschi, si punterà verso il centro città da corso Francia, piazza Rivoli, corso Vittorio; l’ultima parte del nuovo percorso affiancherà la stazione di Porta Nuova: da corso Sommellier si svolterà  a sinistra in via Sacchi per poi attraversare corso Vittorio Emanuele II e girare in piazza Carlo Felice; infine il trionfale ultimo tratto in via Roma, per raggiungere lo striscione dell’arrivo in  piazza Castello, davanti a Palazzo Madama.

 
La Maratona di Torino, giunta alla edizione numero XXVII, si correrà anche per ricordare l’attentato compiuto durante la Maratona di Boston. Come si legge sul sito www.turinmarathon.it , il podista romano Gianluca Adornetto ha pensato a un modo per ricordare le vittime dell’attentato alla Boston Marathon; si potrà correre la Turin Marathon 2013 nel tempo di 4h09’43”: il tempo segnato sul cronometro nell’istante dello scoppio dell’esplosivo a Boston. Per farlo basterà seguire gli ambasciatori di Turin Marathon che il prossimo 17 novembre, in segno di solidarietà, chiuderanno la loro fatica nel ricordo di chi a Boston è andato per correre, per sfidare se stesso, per divertirsi e invece ha trovato una morte improvvisa quanto vigliacca. Nella corsa di chi vorrà dare la propria adesione a questa commemorazione non ci sarà alcuna velleità di primato personale, ma soltanto rispetto e onore verso le vittime.

 

Anche quest’anno, come ormai è tradizione, contemporaneamente alla Maratona si correrà la Stratorino: un modo differente per vivere il centro di Torino, in compagnia di migliaia di persone a piedi. Ma anche un modo per raccogliere fondi per la Fondazione Specchio dei tempi.
Nel post alcune delle immagini scattate nella scorsa edizione della Turin Marathon per www.okfoto.it 
Anche quest’anno saremo presenti: per realizzare una galleria fotografica della Turin Marathon 2013 e una della Stratorino.
 
Continua a seguirci!

 

Turin Marathon 2012: manca un mese al via!

Turin-Marathon-2011-photo-2







Il 18 novembre 2012 si correrà la XXVI edizione della Turin Marathon, con partenza e arrivo nel centro di Torino.

La scorsa edizione, corsa nell’anno del 150° dell’Unità di Italia in una giornata di sole, è stata vinta dal marocchino Idrissi del Cus Genova, davanti al kenyano Chebor; primo degli italiani al traguardo fu Gualdi, ottavo assoluto in classifica; tra le donne la prima fu l’ucraina Ruban (26° posto in classifica generale), mentre Martina Celi si aggiudicò il titolo di campionessa italiana.
In concomitanza con la Maratona si correranno la Junior Marathon e la Stratorino, con raccolta fondi a favore della Fondazione Specchio dei Tempi.
Tra tutti i partecipanti a quest’ultima manifestazione saranno estratti a sorte numerosi premi: tra cui 100 biciclette della F.lli Masciaghi in una operazione di co-marketing con Turin Marathon.