Natale a Torino: la magia dei colori al tramonto

Natale-a-Torino-3
torino
La recente inaugurazione della mostra realizzata dal Museo nazionale del Risorgimento dedicata al disegnatore e caricaturista piemontese Giorgio Ansaldi, conosciuto con lo pseudonimo di Dalsani, mostra che racconta la Belle époque attraverso le sue opere esposte a palazzo Carignano, è stata una occasione per scattare alcune immagini di Torino inseguendo gli ultimi raggi del sole nel centro della città.
 
torino
 
Abbiamo ancora una volta ammirato la facciata ottocentesca di palazzo Carignano, che affaccia su piazza Carlo Alberto dove i colombi stanno prendendo possesso della statua equestre eretta nel 1861 da Carlo Marochetti in onore del re di Sardegna; abbiamo attraversato il cortile di palazzo Carignano per arrivare in piazza Castello, dove il sole illuminava la cupola della chiesa di san Lorenzo e la Torre campanaria del Duomo ( vedi )
 
torino
 
Una città pronta ad accogliere i turisti per le feste di fine anno con molte manifestazioni e con la bellezza dei suoi palazzi: che ogni volta sembrano pronti per farsi fotografare con differenti inquadrature.
 
torino
 
Piazza Carignano ospita una installazione delle “Luci d’artista” che, con i suoi cerchi, sembra richiamare alla memoria le Olimpiadi di Torino 2006; è “My noon “, opera di Tobias Rehbenger; la piazza ospita in questi giorni una serie di scatti fotografici dei World Master Games 2013 (vedi)  che si sono svolti in città lo scorso agosto: mentre Torino si sta già preparando per il 2015, quando sarà Capitale europea dello sport.
 
monumentoTorino via Garibaldi
 
Nell’ambito della manifestazione “Luci d’artista” l’opera di Luigi Stoisa “Noi” è installata in via Garibaldi, dove l’ultimo raggio di sole sfiora le mansarde mentre già si accendono le prime luci.
 
 
Torino, via garibaldi

www.okfoto.it

World Master Games 2013

Babbo Natale in Forma: il grande raduno davanti all’Ospedale infantile Regina Margherita

babbo-natale-in-forma-10
torino
Il “generale inverno” aveva provato ieri a spruzzare Torino con un po’ di neve, pensando così di poter fermare il raduno di “Babbo Natale in Forma” davanti all’Ospedale infantile Regina Margherita di Torino, di cui avevamo anticipato i contenuti per tempo (clicca qui )per essere in tanti oggi .
 
babbo-natale-in-forma
Tentativo maldestro quello del “generale inverno”! Il sole stamattina sembrava ancor più bello del solito ed è arrivato deciso a spazzare via la poca neve scesa, così da non impedire alle migliaia di Babbo Natale di presentarsi puntuali all’appuntamento, giunto alla quarta edizione, di Babbo Natale in Forma, una iniziativa per raccogliere fondi  e per regalare un sorriso ai piccoli degenti dell’Ospedale pediatrico.
 
Chi è arrivato a piedi, chi in bicicletta, chi con i mezzi pubblici e chi con moto e scooter!
torino-natale
Infatti, come ormai tradizione, una delle iniziative più attese è stato l’arrivo dei Babbo Natale motociclisti: una lunghissima carovana di moto ha attraversato Torino per arrivare davanti al Regina Margherita, con tanto di scorta dei motociclisti della Polizia Municipale di Torino.
torinotorino
E’ stata una grande festa, con Marco Berry a dare il via allo spettacolo (Marco sarà impegnato domenica prossima in occasione della Turin Royal Half Marathon, che sarà corsa per raccogliere fondi per la Marco Berry Onlus ), con tante attrazioni per i bambini presenti, con gli Alpini impegnati a distribuire polenta, panettone e a dare -con la loro presenza- una ulteriore prova della loro vicinanza alle necessità dell’Ospedale.
 
torino
Gli Alpini che, come ha ricordato il presidente della Sezione ANA di Torino, Revello,  un mese fa  si sono trasformati in decoratori e, con i volontari della Dhl, hanno ritinteggiato circa 1.400 metri quadrati di un reparto del Regina Margherita.
torino
Abbiamo scattato molte fotografie: nei prossimi giorni pubblicheremo la galleria delle immagini qui .
 
 
Continuate a seguirci: i motociclisti Babbo Natale indossavano regolarmente il casco, ma sapranno ritrovarsi nei nostri scatti.
A tutti i partecipanti, in ogni caso, un “grazie” sincero per avere fatto bella questa giornata importante per la Fondazione Forma.
 
Per altre informazioni:
 
 
 
 
 
 

Torino incontra la Francia, le foto del mercatino di Natale in piazza Solferino

Turin_France-5
torino
Manca ancora più di un mese a Natale, ma nella rinnovata piazza Solferino a Torino si può già vivere  l’atmosfera dei mercatini di Natale; fino a domenica 24 novembre si svolge, infatti, la prima edizione del “Mercatino di Natale Francese”: una comoda occasione per immergersi nella magica atmosfera di un tradizionale villaggio di Natale francese, organizzata nell’ambito di Torino incontra la Francia (clicca qui per altre informazioni)


 
Le casette del mercatino sono addobbate a festa con ghirlande e luci natalizie, il profumo di legno si confonde con i profumi e i sapori tradizionali della Francia. In vendita ci sono i tradizionali dolci dell’Avvento, decine di tipi di formaggi, magari da abbinare con i vini provenienti dalle più importanti regioni vinicole della Francia. Per i più golosi ci sono i biscotti bretoni, con oltre venti varietà di ripieno, un grande numero di cioccolatini dai gusti raffinati, fino ad arrivare ai dolci preferiti da re e imperatori: i macarons
 
 
La grandissima quantità di spezie sul banco forma una grande tavolozza di colori; abbiamo visto i visitatori in coda per acquistare le baguettes e i croissants caldi appena sfornati nella “Boulangerie”.
mercatini-natale
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Due gli spazi  dedicati alla degustazione, sotto la statua equestre al centro della piazza: uno per ostriche e champagne, l’altro dove choucroute, tartiflette, cassoulet e grigliate possono essere degustate calde o acquistate per portasele a casa.
Nel villaggio di Natale francese si trovano, ovviamente,  gli articoli regalo. Dalla Provenza  arrivano tovaglie, saponi, lavanda ed essenze, da Parigi ecco arrivati i profumi e gli accessori di moda. 
 
In attesa che il prossimo 22 novembre inizi CioccolaTo e che prenda il via il Natale coi fiocchi, una passeggiata nella piazza Solferino sarà un bel modo di trascorrere qualche momento di serenità.

Accese le Luci d’artista, si prepara il raduno di Babbo Natale

Babbo-Natale-2013-3
babbo-natale
 
Moltissimi i turisti che hanno scelto di trascorrere il lungo fine settimana del 1° novembre a Torino; si sono viste lunghe code ai Musei per visitare la mostra di Renoir  inaugurata pochi giorni fa alla GAM, per accedere alle mostre ospitate alla Reggia di Venaria, per scoprire i nuovi spazi aperti all’Egizio;  grande folla per salire sulla terrazza panoramica della Mole Antonelliana e per visitare il museo del Cinema. Moltissimi i turisti che hanno scelto di godersi le giornate miti di questo autunno torinese passeggiando nelle vie e nelle piazze del centro della città.
cane
Il 1° novembre c’è stata l’accensione delle Luci d’artista: una iniziativa che raccoglie sempre maggiore successo e che ci accompagnerà lungo il cammino che porterà al Natale coi fiocchi.
Qualche timido accenno a pubblicità natalizie si coglie già lungo i viali della città; presto arriveranno anche gli spot in TV che daranno il via alla corsa ai regali: con sempre maggiore attenzione a quelli che ormai vengono definiti “regali utili” perché, si sa, la crisi morde, non ostante le ripetute dichiarazioni dei governanti che ci raccontano che la ripresa è alle porte e che si vede la luce alla fine del tunnel…
torino
Natale è alle porte: il 1° dicembre si terrà il 4° Raduno di Babbo Natale davanti all’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino.
Noi ci saremo: pubblicheremo qui le fotografie della mattinata. 
 
Lo scorso anno per  “Un Babbo Natale in Forma” oltre 10.000 persone arrivarono davanti all’Ospedale Regina Margherita indossando i vestiti e la lunga barba bianca di Babbo Natale, per farsi vedere dai bambini degenti dell’Ospedale; c’erano gli Alpini con la loro allegria e il loro forte spirito, pronti a distribuire cioccolata calda e vin brulè; ad allietare la festa c’era la Fanfara Montenero ed erano numerosissimi i motociclisti arrivati  a bordo di bellissime moto e scooter. Qualcuno, coraggiosamente, sfidò il freddo di dicembre e arrivò in bicicletta.
 
I fondi raccolti la scorsa edizione sono stati impiegati nel  progetto, ormai in dirittura di arrivo, di acquisto della Tac portatile.

Per il Natale 2013 l’obiettivo è di assoluta eccellenza per l’Ospedale e prevede, come si legge sul sito della Fondazione Forma, “l’attivazione presso il Regina Margherita del tipo di formazione più moderno ed efficace a livello internazionale che esista: la simulazione medica avanzata. Il progetto, dal titolo “Istruzioni per la vita”, permetterebbe all’Ospedale pediatrico di Torino di diventare uno dei pochi centri italiani dove questa metodologia didattica è applicata al paziente pediatrico”.


La distribuzione dei vestiti di Babbo Natale è già iniziata; sul sito della Fondazione www.fondazioneforma.it  trovate  gli indirizzi e gli orari di distribuzione.
 
Non mancate!
 
 
L’edizione 2013 dovrà essere ancora più grande della precedente: in termini di partecipazione e di raccolta fondi. 
Anche questo è un modo bellissimo per festeggiare un “Natale coi fiocchi“!