IV Concorso attacchi di Tradizione alla Venaria e alla Mandria

cavalli-e-carrozze-460

 

Concorso attacchi di Tradizione alla Reggia di Venaria La Venaria Reale ha ospitato il Concorso  di Attacchi di Tradizione: un evento che, giunto alla sua quarta edizione, consente di ammirare decine di carrozze d’epoca con un centinaio di splendidi cavalli nei Giardini della Reggia e al Parco La Mandria.

Carrozze d'epoca per i concorso della Venaria reale

Un concorso di Attacchi che entusiasma gli appassionati e coloro che si sono recati a passeggiare nel Parco La Mandria e nei giardini della Reggia di Venaria nelle giornate del 17 e 18 giugno.

Cavalli di razza e carrozze d'epoca nel concorso della Venaria reale

I visitatori della Venaria Reale hanno avuto modo di assistere a uno spettacolo non comune legato all’abilità di guida di carrozze di pregio trainate da cavalli di razza, con lussuosi finimenti e curati in ogni dettaglio, con equipaggi eleganti in una cornice particolarmente suggestiva.

Borgo Castello nel Parco della Mandria

Le carrozze si presentano ad attacco singolo, in pariglia, in tandem e tiro a 4. Le tipologie di carrozze sono varie: carrozze di servizio condotte dai cocchieri come Landau, Milord, Calèche, Vis a Vis; carrozze sportive, da caccia e da passeggiata come Break, Dog Cart, Phaeton, condotte dai proprietari; carrozze di utilità come la Pistoiese o il Military un tempo utilizzate da professionisti o ufficiali dell’esercito.

Al Concorso di attacchi di tradizione organizzato dal GIA (Gruppo Italiano Attacchi) e dalla Reggia di Venaria erano presenti anche equipaggi stranieri provenienti da Francia, Polonia, Spagna, Svizzera e Ungheria, a testimoniare che l’evento della Venaria Reale si colloca ormai fra i più importanti del settore in Europa ed è sicuramente tra i più prestigiosi in Italia nell’ambito della Tradizione.

Il concorso di attacchi di tradizione si svolge in tre fasi principali.

In occasione della Prova di Presentazione, che si è svolta il sabato pomeriggio nel Parco Alto della Reggia, ha luogo una sorta di “festa dell’eleganza”, come si richiedeva all’epoca per le uscite in carrozza al parco: parasole sfiziosi per le signore e cappellini da pomeriggio, guanti d’obbligo anche per i passeggeri. Da osservare le livree dei cocchieri, uomini di scuderia in tenuta impeccabile con stivali, cilindro plastron, sempre attenti alle necessità dei cavalli e alle richieste del proprietario, o dei groom, pronti a scendere e risalire agli ordini del cocchiere, anche con la carrozza in movimento.

Eleganza degli equipaggi nel percorso di campagna nel Parco della Mandria

La domenica mattina si svolge il Percorso di Campagna (a cui si riferiscono le immagini di OkFoto.it): si parte dai Giardini della Reggia, con un percorso che si sviluppa attraverso roseti, specchi d’acqua, aiuole fiorite e filari per un tragitto di circa 2 Km e che conduce all’ingresso del Parco La Mandria, dove gli equipaggi -per circa 12 Km- sono immersi nel verde di quella che fu la riserva di caccia dei re sabaudi. Nei pressi degli Appartamenti Reali del Borgo Castello i guidatori effettuano due passaggi controllati (prove di abilità) sotto gli occhi dei Commissari di gara. Infine si rientra nel Parco Basso della Reggia, dove altri tre passaggi controllati mettono alla prova i concorrenti nei pressi della Peschiera e della Fontana d’Ercole.

Il pomeriggio della domenica si apre con la Prova di Maneggevolezza nel Gran Parterre della Reggia, di fronte alla balconata da dove il pubblico può seguire lo spettacolo. I visitatori possono ammirare carrozze e cavalli, la destrezza e la precisione dei guidatori, oggi necessari per vincere un Trofeo, due secoli fa requisiti necessari per districarsi nel traffico delle città e compiere slalom fra decine di carrozze, carri e omnibus in movimento.

Abbiamo seguito le varie edizioni del Concorso attacchi di tradizione; puoi vedere le immagini suddivise per edizione del concorso:

Edizione 2013

Edizione 2014

Edizione 2015

Edizione 2016

Edizione 2017

Concorso attacchi di tradizione alla Reggia di Venaria

Cavalli e carrozze da fiaba alla Reggia di Venaria per il concorso internazionale

la-venaria-116concorso attacchi di tradizione nei giardini della Reggia di  Venaria

A pochi giorni di distanza dall’evento organizzato da Parco Valentino Salone & Gran Premio, che ha visto i giardini della Reggia di Venaria ospitare centinaia di fuoriserie e di auto storiche, ecco che, per festeggiare l’inizio dell’estate, La Venaria apre i suoi spazi esterni per la seconda edizione del Concorso internazionale di attacchi di tradizione, un grande appuntamento per questo tipo di manifestazioni, che si svolgerà venerdì 19 e sabato 20 giugno. L’evento, organizzato dal Gruppo Italiano Attacchi in collaborazione con il Consorzio La Venaria Reale, vedrà la partecipazione di una quarantina di carrozze, con la presenza di molte signore e di molti giovani, a dimostrazione di come questa disciplina si stia diffondendo anche in Italia e sia apprezzata da un vasto pubblico, senza distinzione di genere o di età.

I giardini e la Reggia di Venaria ospitano il concorso attacchi di tradizione

In occasione del Concorso è stata organizzata una giornata di formazione per una ventina di giudici internazionali che, domenica mattina, valuteranno, al di fuori del Concorso, alcune carrozze e i loro equipaggi; tra i giudici è prevista la presenza di Colin Henderson, che fu il cocchiere capo della Regina d’Inghilterra.

Si tratterà di una manifestazione molto coinvolgente per il pubblico che avrà modo di ammirare splendidi cavalli di razze differenti, finimenti di particolare pregio, equipaggi in abiti eleganti e raffinati, nello scenario unico della Reggia e dei suoi giardini: una cornice perfetta per l’assegnazione del Trofeo Internazionale AIAT 2015 e per il 2° Trofeo “La Venaria Reale”.

Edgardo Goldoni in carrozza a La Venaria

La Giuria Internazionale sarà composta dai francesi Christian de Langlade e Reinhold Trapp e dallo spagnolo Raimundo Coral, che valuteranno ciascun attacco nella Prova di Presentazione che si svolgerà venerdì pomeriggio: il giudizio riguarderà la carrozza, i finimenti, i cavalli, gli abbigliamenti, l’insieme.

La Prova sarà commentata da esperti e appassionati speaker che descriveranno le caratteristiche delle carrozze, dei finimenti, dei cavalli, magari accompagnandoli con piacevoli aneddoti sul mondo degli attacchi di tradizione.

la-venaria-586

Il sabato vedrà come parte principale del programma la Prova di Campagna che si svolgerà per intero nei meravigliosi giardini della Reggia: un percorso di una dozzina di chilometri, che include anche il superamento di 5 passaggi controllati, ovvero prove di destrezza, che il cocchiere affronterà sotto gli occhi dei giudici di gara.

Fiorenzo Erri nella prova di campagna

Le carrozze partiranno a distanza di 4 minuti l’una dall’altra: per cui è immaginabile che in alcuni momenti si possano vedere contemporaneamente più carrozze in mezzo ai roseti, vicine agli specchi d’acqua, alle aiuole fiorite e ai filari lungo il tragitto.

la-venaria-494

Nel pomeriggio di sabato, nel Gran Parterre della Reggia, si svolgerà la  prova fra ostacoli mobili, che richiede molta abilità e precisione nella conduzione della carrozza.

 

Al termine delle Prove saranno consegnati i trofei e i premi a vincitori e partecipanti.

Continua a seguirci e guarda l’album con le più belle immagini del concorso.

 

Carrozze d’epoca sfilano nei giardini della Reggia di Venaria: le fotografie

carrozze_epoca
una carrozza di gala sfila nei giardini della Reggia di Venaria
La Reggia di Venaria, in collaborazione con il Gruppo Italiano Attacchi, ha organizzato domenica 20 ottobre 2013 una sfilata di carrozze d’epoca nei giardini della Reggia.

E’ stata una manifestazione a cui hanno partecipato circa 40 carrozze e un centinaio di  bellissimi cavalli di razza, che ha visto sfilare carrozze d’epoca costruite oltre un secolo fa da prestigiose case italiane (come Cesare SalaFerrari & Orsaniga di Milano, Macchi di Varese, Locati e Torretta di Torino) e internazionali (Flandrau & C. di New York,  Bouillon di Parigi).
 
Fiorenzo Erri alla sfilata della Reggia di Venaria
Il pubblico ha potuto seguire la importante sfilata delle carrozze in tutti i Giardini della Reggia: nel Parco alto, passando a lato del Canale dell’Allea Centrale fino ad arrivare ai resti del Tempio di Diana, così come nel Parco basso affiancando la Peschiera; un percorso di circa un’ora iniziato e concluso presso il Gran Parterre, dove ha avuto luogo lo spettacolare schieramento di tutti i partecipanti, con la presentazione delle caratteristiche delle carrozze e la consegna delle targhe di partecipazione alla sfilata; ospite indesiderata la pioggia, arrivata proprio mentre le carrozze sfilavano nel Parco basso e caduta su tutta la cerimonia di chiusura, che ha visto la presenza del presidente della Reggia Fabrizio Del Noce e del direttore Alberto Vanelli
Al termine della manifestazione, nel complimentarci con il direttore Vanelli la riuscita della sfilata, abbiamo appreso che si sta già lavorando per portare nuovamente le carrozze in questo scenario unico; magari  in estate: così da sfruttare i viali dei giardini e quelli de La Mandria anche per una lunga corsa di queste vetture.

sfilata di carrozze alla Reggia di Venaria

C’erano carrozze ad attacco singolo, ovvero trainate da un solo cavallo,  fino a quelle con il tiro da quattro; ha sfilato anche una sontuosa berlina trainata da sei cavalli, che sembrava appena uscita dalle Scuderie Juvarriane dove è ospitata la mostra “Carrozze regali” 

Pasquale Beretta alla Reggia di Venaria

Tante le tipologie di carrozze presenti: quelle di servizio, condotte dai cocchieri, come Landau, Milord, Calèche; carrozze sportive, da caccia e da passeggiata, come Break, Dog Cart, Phaeton, condotte dai proprietari; carrozze di utilità come la Pistoiese o la Dottorinaun tempo utilizzate  dai professionisti.
Carrozze a due e a quattro ruote ed un rarissimo sediolo, tipico veicolo dei giovani dandy. Molte le “donne a cassetta” che, abbigliate con molta cura e eleganza, hanno condotto i mezzi con grazia e destrezza; compresa la elegante vettura con il traino da sei cavalli; come si legge su www.gruppoitalianoattacchi.it uno spettacolare attacco “della regina”, cioè sei cavalli attaccati a la Daumont: impeccabili livree e 2 cavalieri a lato d’accompagnamento presentati da Pasquale Beretta.” Una signora in veste di cocchiere, dunque, a cassetta anche di un attacco tanto pregiato.

la Reggia di Venaria cornice della sfilata di carrozze d'epoca

 

Molto apprezzato dal pubblico l’abbigliamento degli equipaggi, particolarmente elegante, come si richiedeva all’epoca per le uscite in carrozza; anche se le signore non hanno potuto esibire il parasole, o magari hanno dovuto utilizzarlo come parapioggia, hanno però indossato eleganti cappelli su acconciature sobrie e guanti: d’obbligo per tutti.

sfilata carrozze nei giardini della Venaria

 

Presenti i groom, donne e uomini di scuderia in tenuta impeccabile: con stivali, cilindro o mezza tuba, sempre attenti alle necessità dei cavalli e alle richieste del cocchiere  o del proprietario, pronti a scendere e risalire anche con la carrozza in movimento: come è accaduto per alcuni nella breve salita che le carrozze hanno dovuto percorrere nel ritorno verso il Gran Parterre.
Curiosità e interesse anche per i dettagli delle carrozze: i fanali con candela, i cesti portabastoni a lato, la copertina  per il guidatore, le fruste per aiuto nella guida del cavallo.

Francesco Mattavelli alla Reggia di Venaria

 
Abbiamo scattato molte fotografie per Okfoto cercando di cogliere il vero spirito della giornata: abbiamo raccolto in un album tutte le fotografie, dai preparativi dei cavalli e delle carrozze, alla sfilata, fino al ritorno al Gran Parterre; per raccontare le emozioni di un pomeriggio d’altri tempi in una reggia da favola. 

In attesa di tornare alla Reggia per la prossima sfilata di carrozze d’epoca.

Ci farà piacere leggere il tuo commento: che potrai scrivere a fondo pagina.
 

Per informazioni e contatti info@okfoto.it

Forse ti può interessare :



La mostra delle carrozze regali nelle Scuderie Juvarriane

 

la berlina a 6 cavalli nei giardini della Reggia di Venaria