Da Poussin agli Impressionisti in mostra a Palazzo Madama

 

 

Da Poussin agli Impressionisti in mostra a Torino

A Palazzo Madama, per la presentazione della mostra “Da Poussin agli Impressionisti” c’erano proprio tutti: il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, il direttore del Museo Ermitage Mikhail Piotrovsky, la presidente di Fondazione Torino Musei Patrizia Asproni, il nuovo direttore di Palazzo Madama Guido Curto, la direttrice della GAM Carolyn Christov-Bakargiev , Enrica Pagella, Paola Zini, Mario Turetta, Piero Fassino.

La direttrice della GAM di Torino, Carlolyn Christov-Bakargiev

Mancava Evelina Christillin che però aveva appena ricevuto il ministro Franceschini in visita alla mostra “Il Nilo a Pompei “ recentemente inaugurata al Museo Egizio.

Patrizia Asproni, presidente di Fondazione Torino Musei

Dunque, a meno di un mese dalla conclusione della mostra dedicata a Monet e ospitata con enorme successo alla GAM di Torino, ecco che la mostra di Palazzo Madama rappresenta un nuovo importante evento nel panorama culturale di Torino a cui seguiranno tra pochi mesi, come anticipato da Fassino, una mostra dedicata a Tolouse Lautrec a Palazzo Chiablese (che, fino al 15 maggio , ospita la mostra Matisse e il suo tempo) e una importante esposizione di opere di Manet alla GAM Galleria di arte moderna il prossimo anno.

Mikhail Piotrovsky e Dario Franceschini a Palazzo Madama

Tutti soddisfatti i relatori per l’importante collaborazione tra la Fondazione Torino Musei e il Museo di San Pietroburgo, che sarà presto rinnovata, e più in generale per lo sviluppo di Torino nel settore turistico e culturale, sottolineato da Franceschini e da Fassino.

 

Dario Franceschini alla inaugurazione della mostra a Palazzo Madamamostra di pittori dall'Ermitage a palazzo Madama

La mostra sulla storia dell’arte francese a Palazzo Madama resterà aperta dall’11 marzo al 4 luglio 2016.

Da Poussin agli Impressionisti. Tre secoli di pittura francese” consente di osservare l’evolversi del gusto artistico in Russia e la passione per l’arte francese e testimonia l’amore per l’Italia di molti dei pittori in mostra.

Il direttore del Museo Ermitage a Palazzo Madama con il ministro Franceschini

Si tratta di una straordinaria selezione di 75 opere provenienti dalle collezioni del prestigioso State Hermitage Museum di San Pietroburgo per una mostra che illustra la storia della pittura francese dal 1600 alla fine dell’Ottocento, dall’avvento delle accademie fino alla nuova libertà della pittura en plein air proposta dagli Impressionisti.

da Poussin agli Impressionisti

La mostra intreccia tutti i grandi temi della pittura moderna – dai soggetti sacri a quelli mitologici, dalla natura morta al ritratto, dal paesaggio alla scena di genere – e illustra la storia dell’arte francese in Russia: le ragioni storiche e culturali del successo di alcuni generi accademici, rispetto all’impegno sociale delle correnti realiste; il gusto raffinato di Caterina la Grande che nel 1772 si aggiudicò gran parte dei dipinti raccolti a Parigi dal celebre amateur francese Pierre Crozat negli anni a cavallo tra il Seicento e il Settecento; gli acquisti alla moda dei ricchi aristocratici russi nell’Ottocento, le riorganizzazioni dei musei nel Novecento in seguito alla Rivoluzione d’Ottobre.

la mostra a Palazzo Madama di Torino

Il percorso in mostra, articolato in 12 sezioni con una cinquantina di artisti dei quali vengono esposti alcuni dei più noti ed emblematici lavori, si apre con le influenze del Caravaggio di Simon Vouet, prosegue attraverso il destino dei grandi maestri del classicismo, da Philippe de Champaigne a Poussin e Lorrain sino all’affermazione dell’Impressionismo con Renoir, Sisley, Monet, Pissarro, fino all’apertura verso le avanguardie moderne con Cézanne e Matisse.

Guido Curto neo direttore di Palazzo Madama con il capitano Barbieri

 

Dopo “Porcellane Imperiali. Dalle collezioni dell’Ermitage” e “Il Collezionista di Meraviglie. L’Ermitage di Basilewsky”, questa nuova mostra, che Palazzo Madama presenta nella cornice unica della Sala del Senato, costituisce la terza tappa della collaborazione da tempo avviata da Città di Torino e Fondazione Torino Musei con il State Hermitage Museum e con  Ermitage Italia per attività di studio e ricerca e per progetti culturali.

Enrica Pagella direttrice dei Musei Reali di TorinoLe 75 opere in mostra, giunte a Torino dal museo russo, la cui collezione di pittura francese conta oltre duemila dipinti (è la più vasta raccolta al di fuori della Francia e nasce dall’amore per l’arte francese che caratterizzò la cultura russa all’epoca di Pietro il Grande) sono state selezionate dai curatori Clelia Arnaldi di Balme, Natalia Demina, Enrica Pagella, ex direttrice di Palazzo Madama (ora chiamata a dirigere i Musei reali di Torino) con l’organizzazione generale della Fondazione Torino Musei.

palazzo madama Torino

Taggato , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *