Lago del Moncenisio svuotato, lo spettacolo è sul fondale

Lago Moncenisio svuotato-8Uno scenario insolito accoglie i turisti e gli escursionisti che in queste settimane salgono al colle del Moncenisio per visitare l’omonimo Lago del Moncenisio, situato nelle Alpi della Val Susa al confine tra Italia e Francia e divenuto territorio francese dal 1947 come risarcimento per i danni di guerra.

Lago Moncenisio svuotato-4Il bacino idrico artificiale, infatti, è stato svuotato lo scorso mese, per consentire l’esecuzione di lavori di manutenzione sul fondo dello stesso. L’operazione di svuotamento, che avviene ogni 20 anni, ha previsto tra l’altro l’intervento di una associazione di pescatori, chiamati per mettere in sicurezza gli esemplari di una particolare specie, la trota gigante, che popola le acque del lago: i pesci sono stati trasferiti in elicottero in un altro bacino in attesa che il lago del Moncenisio venga nuovamente riempito per accoglierli.

Lago Moncenisio svuotato-2

Lago Moncenisio svuotato-7In queste settimane, dunque, è possibile ammirare i fondali del lago in secca, che ricordano le aride terre delle zone colpite da siccità. Sono tante le persone che, specie nei week end, si avventurano lungo il fondale non soltanto a piedi, ma anche in bicicletta o con altri mezzi improvvisati, per esplorare da vicino una zona che presto tornerà ad essere irraggiungibile per diversi anni.

Lo spettacolo offerto dalla natura è interessante, come lo sono i resti delle costruzioni che erano state edificate nella zona prima della costruzione, nel 1968, della diga (in materiale naturale) che ha creato il bacino artificiale per alimentare due centrali idroelettriche, uLago Moncenisio svuotato-6na in Italia, a Venaus, e l’altra in Francia. Si possono vedere, infatti, le vecchie dighe che già dal 1921 avevano delimitato un lago di dimensioni minori, ma soprattutto bunker e fortificazioni militari che testimoniano la posizione strategica di questo colle per la difesa dei confini nazionali nel corso dei secoli: la sezione locale del Vallo Alpino del Littorio, sistema di fortificazioni ideato da Mussolini negli anni ’30 per proteggere tutto l’arco alpino italiano, ne è l’esempio più ricco di valore storico. (Tra l’altro, diversi edifici militari sono sparsi in tutta la zona e possono essere visitati regolarmente percorrendo i tanti sentieri escursionistici previsti e ben segnalati)

Il sistema di scarico del lago è ora stato chiuso, e lo scioglimento delle nevi e le prossime piogge porteranno presto il livello delle acque al livello abituale, ripristinando lo scenario abituale di questi luoghi. Rimangono pochi giorni per chi volesse pianificare una gita al Lago del Moncenisio per vivere questa singolare esperienza, occasione che si ripeterà probabilmente soltanto tra diversi anni.

Lago Moncenisio svuotato-3
A passeggio sul fondale in secca del Lago del Moncenisio

OkFoto.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.