Parco Valentino: il Salone all’aperto attraversa Torino

Parco Valentino: il Salone all’aperto attraversa Torino

Wildtwelve anteprima mondiale della supercar di ATS Aperta ufficialmente stamane la prima edizione di Parco Valentino Salone & Gran Premio che segna il ritorno a Torino di una grande manifestazione dedicata all’automobile. Si tratta di un salone che si svolge all’aperto, con ingresso gratuito, con orario dalle 10 alle 24, con spazi espositivi identici per tutte le Case presenti.

Ferrari FXXK esposta al Salone dell'auto di Torino

Parco Valentino resterà aperto sino a domenica 14 giugno con le vetture esposte lungo i viali del parco, a due passi da Torino Esposizione, la costruzione dell’architetto Nervi che ospitò i tradizionali saloni dell’auto di Torino, in quegli anni indiscussa capitale dell’automobile.

Alfredo Altavilla con Flavio Manzoni e Andrea Levy in visita al Salone Parco Valentino

La sfida del Comitato organizzatore, guidato da Andrea Levy, è stata lanciata con successo. Alla prima edizione sono presenti 25 Case automobilistiche, 10 Centri stile e Carrozzieri. Presentate al pubblico due anteprime mondiali: la Wildtwelve, la prima supercar con marchio ATS (Automobili Turismo Sport), un 12 cilindri con telaio e carrozzeria in fibra di carbonio, che sarà prodotta in una serie limitata di 30 esemplari ed è stata disegnata dal Centro stile Torino Design diretto da Giuliano Biasio; altra anteprima mondiale è la Mole Costruzione artigianale 001 di Up Design, ideata da Umberto Palermo. La vettura (un prototipo “marciante”) monta un motore V8 a 90° di 3 litri, arriva dopo Vittoria e Lucrezia e sarà prodotta in maniera artigianale dalle Officine Umberto Palermo.

Mole 001 anteprima mondiale a Parco Valentino

Nel Parco Valentino sono presenti Abarth, Alfa Romeo, Audi, Bentley, Bmw, Ferrari, Fiat, Jaguar, Jeep, Kia, Lamborghini, Lancia, Land Rover, Lexus, Lotus, Maserati, McLaren (che espone la 570S in anteprima per l’Italia), Mercedes, Porsche, Pagani, Subaru, Suzuki, Tesla, Toyota e Volkswagen; ogni Casa presenta il meglio della nuova produzione esposta su pedane studiate dall’architetto Benedetto Camerana, riconfermato alla presidenza del Museo Nazionale dell’ Automobile di Torino, quasi a voler dare all’auto il valore di un’opera d’arte.

La scelta del parco del Valentino come sede espositiva, oltre a rappresentare uno scenario naturale e architettonico difficilmente ripetibile, vuole essere un omaggio alla storia delle corse automobilistiche che, proprio su questi viali, vide correre e trionfare piloti leggendari come Ascari, Nuvolari, Farina, Fangio e Villoresi nel Gran Premio di Torino.

Parco Valentino celebra Torino Capitale Europea dello Sport 2015 con un’esposizione dedicata alle vetture da competizione: tra queste la Lancia D50 che, guidata da Ascari, si aggiudicò l’ultimo Gran Premio del Valentino nel 1955. Accanto alla D50 il marchio Lancia è rappresentato dalla Stratos Alitalia e dalla Fulvia HF che trionfò al Mondiale Rally 1972 con Sandro Munari. Molte le vetture esposte che hanno lasciato un forte ricordo negli sportivi: Alfa Romeo 155 V8 TI, che fu campione DTM nel 1993 guidata da Nannini e Larini; Alpine-Renault A110 Campione del mondo di rally 1973; Audi RS5 Superstars campione mondiale nel 2014 con Kristofferson, e R18 e-tron; BMC Mini Cooper S; Fiat 131 Abarth Alitalia campione mondiale di rally nelle edizioni 1977-78 e 1980 e la Fiat 124 Abarth; Lamborghini Huracan Super Trofeo e Gallardo Super Trofeo; Maserati MC12; Porsche Carrera Cup; Suzuki Swift Sport; Texa Sei G14; Toyota Celica WRC con cui Sainz vinse il Mondiale di Rallye nel 1990.

L’appuntamento per gli appassionati di automobilismo è per domenica 14 giugno quando, al mattino, le vetture usciranno dai box e seguiranno la Lancia D50 nel percorso dal Castello del Valentino fino a piazza San Carlo, per poi tornare in esposizione nelle postazioni di partenza.

Dopo la celebrazione delle auto sportive sarà il momento della parata di 300 automobili, tra le più rappresentative della produzione delle Case automobilistiche, che sfileranno attraverso tutta la città di Torino, in un percorso di 16 chilometri che si concluderà nei giardini della Reggia di Venaria, dove le vetture saranno esposte al pubblico.

RK spyder di StudioTorino

Parco Valentino dà grande rilievo al lavoro dei Carrozzieri e dei Centri stile, che mettono in mostra l’ingegno italiano e il futuro dell’auto. La sfida è rappresentata dai prototipi Alfa Romeo Vola di Fioravanti, I.DE.A Institute, IED Torino Syrma, la Gea di Italdesign Giugiaro, la Cambiano e la Sergio di Pininfarina, la RK Spyder e la RK Coupé di StudioTorino, quindi Torino Design e UP Design con le anteprime Wildtweleve e Mole 001.

Parco Valentino ospita il Concorso d’Eleganza Pininfarina, un evento unico nel suo genere che rientra nei festeggiamenti per gli 85 anni dell’azienda di Cambiano e per il quale si riuniranno le pietre miliari della Carrozzeria, come Cisitalia e Lancia Aurelia B24, come la Duetto e la Nash Healey, pezzi unici come la Ferrari P4/5 by Pininfarina e la Ferrari 612 Scaglietti “K”, rarità come l’Alfa Romeo 6C 2500 speciale e la 212 Inter Cabriolet, la prima Ferrari disegnata da Pininfarina nel 1952. Un appuntamento per il quale una Giuria internazionale, composta da eminenti conoscitori del mondo dell’automobile (tra i quali direttore del design Flavio Manzoni, quello del Design BMW Karim Habib) assegnerà il premio “Best in Show” alla vettura che, più di ogni altra, esprime la bellezza senza tempo tipica della firma Pininfarina.

Nei giorni del Salone a Torino non mancheranno le presenze di collezionisti d’auto italiani e stranieri che daranno vita ad alcuni dei passaggi più attesi come quelli di Pagani, Ferrari, Porsche, Lamborghini.

 Paolo Pinifarina con Mario Calabresi in occasione di  Parco Valentino

Grande soddisfazione per il Comitato Organizzatore Parco Valentino, il cui presidente Andrea Levy ha annunciato: “E’ deciso, la manifestazione sarà annuale! In questi due anni di studio e preparazione si sono creati rapporti di fiducia con tutte le Case automobilistiche, anche con quelle che per questa prima edizione non sono riuscite a essere presenti. Tra queste, alcune hanno già opzionato spazi e garantito la presenza per l’edizione 2016, che vorremmo mantenere nel secondo week-end di giugno”.

 

OkFoto.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.