Automotoretrò AMR 2020 chiude con oltre 73.000 visitatori

Automotoretrò AMR 2020  chiude con oltre 73.000 visitatori

Dopo che Andrea Levy ha deciso di portare a Milano (e Monza) quel Salone dell’auto che, ormai da alcuni anni, era ospitato lungo i viali del parco del Valentino a Torino, AMR Automotoretrò è rimasta l’unica importante manifestazione dedicata al mondo dei motori nella città che fu la capitale dell’automobile.

Grazie dunque agli organizzatori di Automotoretrò che, pur tra mille difficoltà e vincoli, in una città che si sta spegnendo un po’ alla volta e che attualmente non dispone neppure di un’area fieristica degna di questo nome (ci si deve accontentare dei ridotti spazi del Lingotto Fiere e dell’Oval), continuano a lavorare per offrire ai numerosi appassionati una manifestazione in Torino, senza costringerli a raggiungere per forza Milano, Padova, Bologna, ecc. dove gli eventi dedicati al mondo dei motori continuano a mietere successi.

AMR è l’acronimo che, da questa edizione appena conclusa, riunisce sotto una sola sigla Automotoretrò e Automotoracing, le due rassegne dedicate al collezionismo d’epoca, al mondo delle corse e delle alte prestazioni. Il grande evento per gli appassionati di motori si è chiuso domenica 2 febbraio con oltre 73.000 visitatori per il Salone, che ha ospitato più di 1.200 espositori e circa 3.300 vetture. La grande e variegata platea – composta da appassionati e addetti ai lavori, piloti e curiosi – ha registrato un significativo aumento di presenze di collezionisti inglesi e giapponesi.

Automotoracing ha proposto anche quest’anno la “Grande sfida” e il “Trofeo Lady”: i vincitori delle due gare di velocità disputate sulla pista esterna sono stati rispettivamente Damiano De Tommaso, a bordo di una Skoda Fabia R5, e Silvia Rocchi su Peugeot 208 R2B.

L’edizione AMR 2020 è stata un successo anche sul fronte commerciale, con molte trattative condotte da commercianti e privati che hanno esposto i loro pezzi migliori. In forte rialzo le quotazioni delle Youngtimer, in mostra nell’Area tematica realizzata in collaborazione con Catawiki nel Padiglione 2 e assolute protagoniste di AMR: un’auto su quattro in fiera è, infatti, una “giovane d’epoca” – vetture con almeno vent’anni d’età che si apprestano a diventare a tutti gli effetti le storiche di domani – confermando il trend che le vede al centro dell’attenzione dei nuovi collezionisti, soprattutto quelli più giovani, che si stanno affacciando a questo mondo desiderosi di guidare l’auto che sognavano da bambini.

“In un contesto fieristico in forte contrazione, non può che gratificarci poter riconfermare i numeri dello scorso anno, con un incremento anche dei visitatori stranieri – hanno dichiarato gli organizzatori Beppe e Alberto Gianoglio -. Siamo stati ripagati dagli sforzi fatti per aumentare il livello complessivo degli espositori e la qualità del programma, che hanno fatto sì che in un weekend molto soleggiato migliaia di torinesi scegliessero di venire ad AMR. “La Grande Sfida” e il “Trofeo Lady” sono ormai diventati un appuntamento importante per il nostro pubblico, accorso numeroso per vedere i propri beniamini sfrecciare in pista. Non ci resta che dare appuntamento al 2021 per un’edizione ancora più ricca”.

Tra i vari festeggiamenti per i compleanni di Pininfarina e Alfa Romeo e per i 70 anni della Lancia Aurelia, i visitatori sono stati positivamente colpiti anche dall’Area tematica dedicata alle moto da trial nel Padiglione 2 e dalle vetture d’epoca in esposizione nei numerosi stand dei club storici, così come dalle esibizioni di guida sportiva che si sono susseguite nell’area esterna, dalle fuoriserie costruite appositamente per incrementarne le prestazioni o per migliorarne estetica e funzionalità e dai numerosi raduni in centro città, novità per AMR 2020.

Abbiamo raccolto in due album le immagini dei due eventi:

AMR 2020 Automotoretrò

AMR 2020 Automotoracing

Se vuoi restare informato sulle nostre iniziative, iscriviti al blog.

OkFoto.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.