Babbo Natale, a Torino un grande raduno per beneficenza

babbo-natale-121

La spruzzata di neve di ieri ha reso, se possibile, ancora più bello il raduno di Babbo Natale davanti all’ospedale Regina Margherita di Torino, organizzato dalla Fondazione Forma. Un sole bellissimo, il cielo blu, il bianco della neve sulle aiuole, il bianco e rosso dei Babbi Natale (16.000? 18.000? Chissà. Sicuramente tantissimi) hanno contribuito, almeno un po’, a rendere migliore questo giorno per i piccoli ricoverati dell’ospedale infantile.

Babbo Natale in Forma, il grande raduno a Torino

Tantissime le persone, tutte vestite con il costume di Babbo Natale, che hanno animato il piazzale: chi giocava a palle di neve, chi ballava, chi si beveva la cioccolata calda o si rifocillava con i vari generi di conforto disponibili sulle bancarelle: tutti sorridenti e pronti a dare vivacità a una festa che, ogni anno di più, diventa un appuntamento importante del Natale a Torino. Molti quelli arrivati in compagnia del loro amico a quattro zampe.

Babbo Natale in bici davanti all'ospedale Regina MargheritaPuò darsi che qualcuno si sia fatto spaventare dalle notizie dei media dei giorni scorsi: come se qualche centimetro di neve o il termometro poco sopra lo zero potessero essere più forti delle emozioni che si provano nell’essere insieme in piazza davanti all’ospedale.

Piccoli e adulti insieme per l'Opsedale Regina MargheritaBasta dare uno sguardo alle tantissime immagini (le nostre sono disponibili qui) dell’avvenimento per capire che solo le scuse possono avere fermato i pigri. In piazza c’erano tantissimi bambini, persone arrivate a piedi, in auto, in bici e –soprattutto- in moto.

Babbo Natale arriva in motoDifficile dire quante fossero i motociclisti: forse cinquemila, che non hanno minimamente pensato di nascondersi dietro la scusa della neve o delle strade sporche; sono intervenuti, con il solito grande entusiasmo, sfilando a lungo in corso Unità d’Italia, facendo sentire il rombo dei motori ai piccoli pazienti del Regina Margherita (e ai ricoverati degli altri ospedali torinesi che affacciano sul corso).

Motociclisti presenti in gran numero al raduno di Babbo Natale a TorinoUno spettacolo nello spettacolo.

Chi non ha potuto esserci, incominci a pensare di non mancare al prossimo raduno di Babbo Natale in Forma: la raccolta fondi non si ferma mai. C’è bisogno del contributo di tutti.

Anche i nostri amici a quattro zampe presenti al raduno di Babbo Natale

Raduno di Babbo Natale, appuntamento il 3 dicembre

_DSC7987

L’appuntamento per il raduno di Babbo Natale in Forma, davanti all’Ospedale infantile Regina Margherita di Torino, è per domenica 3 dicembre alle ore 10.30.

Tutti in fila per il raduno di Babbo Natale in FormaDal dicembre 2010, ogni anno la Fondazione FORMA festeggia il Natale così: invitando tutti, grandi e piccoli, ciclisti, motociclisti, maratoneti, studenti, mamme, papà, genitori, nonni, zii, magari con il fedele amico a 4 zampe, a diventare i protagonisti del più grande raduno di Babbo Natale d’Italia.

La Fondazione ha distribuito in questi anni più di 76.000 vestiti di Babbo Natale ed ha finanziato, grazie ai fondi raccolti con il raduno, importanti progetti a favore del Regina Margherita. Ma i fondi non bastano mai: per cui l’invito è di recarsi in uno dei numerosi punti di distribuzione del kit, per fare una piccola  donazione: qui trovi l’elenco.

Chi ha già avuto il piacere di partecipare al raduno di Babbo Natale, da tempo ha certamente messo in agenda la data dell’ottava edizione della manifestazione. Per coloro che ancora non vi hanno preso parte, è invece giunta l’occasione per essere presenti a un evento che regala tante emozioni.

Perché il raduno di Babbo Natale in Forma non è uno dei tanti flashmob che si organizzano nell’anno per le più svariate ragioni: è “il” Raduno di Babbo Natale.

Solo chi ha già preso parte all’evento sa quanta emozione si prova nel vedere l’enorme piazzale davanti all’Ospedale Regina Margherita colorato di rosso, con tutte le persone presenti vestite come Babbo Natale.

Gli alpini dell'ANA di Torino impegnati al Regina Margherita a favore dei piccoli ricoveratiNon c’è immagine che possa descrivere appieno la grande emozione che si prova nel vedere le testoline dei piccoli ricoverati muoversi curiose dietro i vetri delle finestre delle loro stanze, per vedere uno spettacolo che –per loro, costretti da una malattia nelle stanze dell’ospedale- sembra ancora più magico.
Quest’anno nel piazzale ci saranno anche gli allievi delle scuole che hanno aderito al concorso scolastico “Un Natale sostenibile per Forma”, con le loro creazioni della Mole Antonelliana, realizzate appositamente per il raduno con materiale di riciclo. Le opere saranno esposte in piazza: potranno essere portate a casa con una donazione a favore della Fondazione FORMA.
Come sempre, la festa sarà animata da tanti ospiti e tanta musica: è dicembre e fa un po’ freddo, quindi bisogna ballare e muoversi: ma ci saranno bevande calde, panettone, golosità e piatti caldi per rifocillarsi. Per partecipare basterà indossare il costume della Fondazione.

Babbo Natale in Forma per l'ospedale Regina MargheritaAl Raduno si arriva in tutti i modi: con i mezzi pubblici, con l’auto, in moto, con lo scooter, il monopattino, in bici, correndo, camminando. Si può  scegliere di fare la camminata organizzata da Base Running a sostegno di Forma: la partenza è alle ore 10.00 dietro l’8 Gallery e l’arrivo è sul piazzale del raduno. Per coloro che, prima di essere presenti sul piazzale davanti all’Ospedale , vorranno correre la 10 Km di “Un PO di corsa”, l’invito è di indossare il cappello rosso del raduno di Babbo Natale: così da rendersi, in qualche modo, ambasciatori dell’iniziativa. Novità per l’edizione 2017 è la biciclettata di Babbo Natale con ritrovo e partenza da via Lagrange poco dopo le 10, con percorso di 4 km circa e arrivo nel cuore del raduno, dove è prevista un’area attrezzata per le bici.

Biciclettata per il raduno di Babbo Natale per la raccolta fondi per il Regina MargheritaNon mancheranno i numerosissimi motociclisti che si troveranno, se vorranno, a partire dalle ore 9.30 presso il Mobility Village di Beinasco e sfileranno in corso Unità d’Italia, passando sotto l’Ospedale. Oppure arriveranno in gruppo con i vari Moto Club sempre presenti alla manifestazione. O ciascuno attraverserà la città formando dei gruppi spontanei, incontrando lungo la strada altri motociclisti con l’abito rosso di Babbo Natale.

Forse l’arrivo della carovana dei motociclisti è uno dei momenti più attesi dai bambini dell’ospedale: migliaia di moto, ciascuna guidata da un Babbo Natale, molte delle quali addobbate e cariche di pacchi regalo …

Una lunga mattinata di festa, piena di colori e allegria, per donare un sorriso ai piccoli pazienti. Un’ occasione per fare del bene con una piccola donazione: 5 euro per il kit con cui partecipare al raduno di Babbo Natale.

Rduno di motociclisti con l'abito di Babbo Natale verso il Regina MargheritaSe vuoi vedere le immagini della edizione 2016 di Babbo Natale in Forma, clicca qui.

Potrai trovare le più belle immagini della edizione 2017 nell’album realizzato grazie alle meravigliose persone presenti.

 

Babbo Natale mette in moto Torino

babbo-natale-in-forma-80

Il più piccolo partecipante a Babbo Natale in FormaTorino, che un tempo era capitale dell’automobile, stamattina è stata allegramente invasa da migliaia di motociclisti vestiti come Babbo Natale. Tanti cortei festosi di moto hanno attraversato la città con una sola destinazione: il piazzale antistante l’ospedale infantile Regina Margherita per l’edizione 2016 di Babbo Natale in Forma.

Babbo Natale in Forma Un evento che ogni anno raccoglie un numero di partecipanti sempre più elevato: difficile dire quante migliaia di persone fossero presenti davanti all’ospedale Regina Margherita. Di sicuro erano tantissime le persone giunte con ogni mezzo (moto, bici, bus, auto, a piedi) per creare una macchia di colore rosso e portare –per qualche ora, almeno- un po’ di solidarietà, se non proprio di serenità, ai piccoli ricoverati dell’ospedale.

La Fondazione Forma con questa iniziativa, giunta alla settima edizione e pressoché sconosciuta solo qualche anno fa, riesce anche a raccogliere fondi per finanziare progetti e per acquistare apparecchiature mediche per l’ospedale: sia con le donazioni raccolte in piazza, sia con la vendita del kit di Babbo Natale.

La folla dei partecipanti davanti all'ospedale pediatrico Regina MargheritaQuest’anno finalmente Babbo Natale in Forma sembra essere entrato nel cuore dei Torinesi che, almeno per un giorno, accettano che siano le moto a farla da padrone per le strade cittadine.

A tanti sarà capitato stamattina di vedere gruppi di motociclisti vestiti da Babbo Natale raccogliere sorrisi di solidarietà da parte delle persone, anche non più giovani, ferme alle fermate in attesa dei mezzi pubblici; molti erano coloro che, incrociandoli lungo i corsi cittadini, non hanno perso l’occasione per fotografarli con gli smartphone; addirittura gli automobilisti –cosa che purtroppo accade molto raramente lungo le strade di Torino- si spostavano verso destra per lasciare scorrere i gruppi di Babbo Natale in moto.

Raduno di motociclisti a Torino per Babbo Natale in FormaE’ proprio vero che a Natale si è tutti più buoni …

Babbo Natale in Forma 2016Il numero dei motociclisti partecipanti non è mai stato così elevato: oltre che sul piazzale davanti all’ospedale, le moto erano parcheggiate lungo corso Unità d’Italia (parzialmente chiuso al traffico) fino al piazzale davanti al Museo dell’Automobile.

Alpini sempre presenti a Babbo Natale in Forma davanti al Regina MargheritaChi è rimasto a casa ha perso una buona occasione per fare del bene (ma può velocemente rimediare con un bonifico per un donazione alla Fondazione Forma) e per vivere una mattinata piena di emozioni.

Non solo moto al raduno di biker davanti all'ospedale pediatrico Regina Margherita

Potrà rifarsi il prossimo anno: perché Babbo Natale in Forma è ormai un evento fisso del calendario del Natale a Torino. Un evento molto bello per il suo significato nei confronti dei bimbi dell’ospedale Regina Margherita e per l’atmosfera di festa che crea attorno all’ospedale: un evento da non perdere, per tutti e soprattutto per gli amanti delle due ruote.

Anche gli amici a 4 zampe a Babbo Natale in Forma

Guarda le immagini di Okfoto.it

Edizione 2016

Se ti piacciono le nostre news, continua a seguirci: iscriviti al nostro blog.

 

 

 

Torino corre: Babbo Natale in Forma, Royal Half Marathon e Un Po di corsa.

Babbo-Natale-in-Forma

Babbo-Natale-in-Forma

Domenica 14 dicembre 2014 la Fondazione Forma organizza una raccolta fondi destinati alle cure dei piccoli pazienti dell’Ospedale Regina Margherita di Torino, con l’iniziativa “Babbo Natale in Forma”.

La manifestazione –giunta alla quinta edizione- vedrà, come sempre, la partecipazione di moltissimi centauri vestiti da Babbo Natale che sfileranno per le vie di Torino per raggiungere l’Ospedale Regina Margherita e portare il sorriso ai piccoli ospiti della struttura.

La parata delle moto partirà dal Mirafiori Motor Village: chiunque vorrà partecipare potrà presentarsi dalle ore 9 di domenica 14 dicembre in piazza Cattaneo e unirsi al festoso e rosso corteo, con partenza prevista alle ore 10.30.

E’ possibile acquistare il kit di “Babbo Natale” presso i punti convenzionati tra cui il Mirafiori Store, all’interno del Mirafiori Motor Village: il ricavato della vendita servirà a raccogliere fondi per potenziare il centro ustioni dell’Ospedale Infantile, unico centro specializzato del Piemonte e della Valle d’Aosta.

L’elenco di tutti i punti dove è possibile acquistare, con soli 5 euro, il kit completo di Babbo Natale si trova sul sito della Fondazione Forma.

Babbo-Natale-in-forma Stratorino, Torino corre

Quest’anno la giornata dei “Babbo Natale in Forma” sarà arricchita da una nuova iniziativa: la camminata di Babbo Natale che, alle 10.30, prenderà il via dal Palavela per arrivare nel piazzale antistante il Regina Margherita. Il pettorale per la camminata costa soltanto 3 euro e l’intero incasso sarà devoluto alla Fondazione Forma.

 

Tutti possono contribuire alla importante raccolta fondi: non importa come si arriverà davanti all’Ospedale: chi a piedi, chi in bici, chi in moto, in Vespa, con la 500, soli o in compagnia; l’importante sarà essere presenti sul piazzale, vestiti da Babbo Natale, per donare un momento colorato ai bambini ricoverati al Regina Margherita.

E’ una esperienza che vale la pena di vivere.

Sul piazzale, oltre alla presenza delle moto e dell’arrivo dei partecipanti alla camminata di Babbo Natale, ci saranno spettacoli e divertimenti per tutti, grandi e piccini, con la presenza degli Alpini della Sezione ANA di Torino impegnati nel distribuire vin brulè, cioccolata calda e panettone.

 

Nella stessa mattinata Torino sarà attraversata da altre due manifestazioni riservate ai podisti che vorranno affrontare distanze più impegnative: la Royal Half Marathon e Un Po di corsa.

 

Il 14 dicembre 2014 ci sono diversi motivi per scegliere di correre la Royal Half Marathon con partenza alle 10.

Una corsa con tre distanze disponibili per un solo traguardo: la solidarietà. Dopo aver “corso” nelle scorse edizioni al fianco di Telethon e della Marco Berry Onlus Magic for Children, quest’anno la Royal Half Marathon sostiene l’Admo, Associazione Donatori Midollo Osseo. L’evento, organizzato per il quinto anno dall’Asd Il Giro d’Italia Run, si fa in tre per accontentare qualsiasi tipo di podista:21.097 Km (competitiva e non competitiva), 6 Km ADMO Run (non competitiva aperta a tutti), 6 Km Monge Pet Race, la gara in compagnia dei nostri amici a quattro zampe.

Il percorso è il più bello tra le corse cittadine, interamente chiuso al traffico, con partenza e arrivo nella fantastica piazza Vittorio, uno dei “salotti” più affascinanti di Torino, per un lungo tratto è immerso nel verde del parco fluviale del Po. La grande novità, che renderà il percorso più rapido rispetto alle precedenti edizioni della corsa, sarà sul territorio di San Mauro. Grazie all’impegno del sindaco Ugo Dallolio si potrà infatti transitare, all’interno del territorio comunale, in una zona verde situata immediatamente dopo l’attraversamento dell’ultracentenario ponte di San Mauro intitolato a Vittorio Emanuele III: un passaggio interamente in pianura che va a sostituire il vecchio tratto che includeva una breve salita nella parte storica della città.

Un tifoso della Juve alla Stratorino

Contemporaneamente si correrà “Un Po di corsa”, con due percorsi: uno per  la 10 km e uno per la distanza della mezza maratona: con partenza e arrivo al Palavela, con il percorso che si snoda lungo il Po e all’interno del parco del Valentino.

 

A distanza di un mese dallo svolgimento di  Turin Marathon e  Stratorino, a pochi giorni dalla presentazione del ricco programma di eventi per Torino capitale europea dello sport 2015,  domenica 14 dicembre 2014 sarà una giornata di festa  particolare: tutti di corsa per fare del bene a se stessi ma soprattutto per raccogliere fondi per chi ha bisogno di aiuto.

Non mancare.

Okfoto sarà presente per raccontare gli eventi con le proprie  immagini: continuate a seguirci per ritrovarvi nei nostri scatti. 

 

Stratorino  I concorrenti della Stratorino in via Lagrange

Clicca sulle immagini per ingrandirle.

Visita il nostro sito Okfoto.it per conoscerci meglio.

Potrai richiederci ulteriori informazioni e preventivi per matrimoni, cerimonie, eventi e servizi fotografici di tuo interesse, scrivendo a :

info@okfoto.it

Turin-Marathon

La Turin Marathon in via Roma

Babbo Natale in Forma, le foto davanti all’ospedale Regina Margherita di Torino

Babbo-Natale-in-forma-2012-5








Ecco le foto delle centinaia di Babbo Natale  in Forma che si sono dati appuntamento davanti all’ospedale Regina Margherita di Torino per salutare i bambini ricoverati. Chi arrivato a piedi, chi sulla moto, chi in bicicletta, chi disceso dal tetto servendosi di corde: tutti per aiutare la Fondazione Forma nella raccolta fondi per l’acquisto di una apparecchiatura portatile pr la TAC. 

Marco Berry si è dato un gran da fare per raccontare  tutto quello che si svolgeva nel piazzale davanti all’ospedale. 
C’era la Fanfara Montenero della sezione alpini ANA di Torino, che si è esibita mentre gli alpini del Gruppo di Torino distribuivano vin brulè e altri generi di conforto…
Vieni a vedere sulla nostra pagina Google+  e sulla nostra pagina Facebook (clicca qui) le foto dei partecipanti!

E’ stata una bella iniziativa: appuntamento al 2013!

Continuate a seguirci: saremo presenti per scattare altre immagini per www.okfoto.it .