Partita del Cuore: Raikkonen e Moreno show!

partita-del-cuore-276

La Partita del Cuore 2017 è stata l’ultima partita giocata allo Juventus Stadium: infatti dal 1° luglio lo stadio della Juventus cambierà nome per diventare Allianz Stadium.

Benji e Fede beniamini del pubblico alla Partita del cuore

Una ragione in più per ricordare una bellissima serata dove campioni dello sport e dello spettacolo sono scesi in campo con un obiettivo comune: raccogliere fondi per la ricerca (Telethon e l’Istituto di Candiolo per la ricerca sul cancro saranno i destinatari dei fondi raccolti). Juventus Stadium esaurito con un incasso di circa 477.000 euro, a cui vanno aggiunte le donazioni tramite SMS e telefono fisso al numero 45540, che hanno portato la cifra raccolta a circa 1.3 milioni di euro.

Fans in delirio per Benji e Fede in campo per la Partita del cuore

C’è ancora tempo fino al 6 giugno per donare e cercare di battere il record di raccolta fondi stabilito con la Partita del Cuore del 2015 allo Juventus Stadium: allora furono raccolti circa 2.1 milioni di euro, sarebbe bello arrivare ai 2.5 milioni!

Cassani cerca inutilmente di fermare Moreno

Martedì sera allo Stadium c’erano due spettacoli: uno in campo, con una partita di pallone giocata da tutti con agonismo e voglia di vincere sino all’ultimo minuto; l’altro spettacolo era sugli spalti: con un pubblico meraviglioso, di ogni età, pieno di entusiasmo che ha fatto un tifo che neppure nei derby riesce a raggiungere livelli così elevati! Applausi per tutti, nessuna tensione, nessuna discussione.

Gianni Infantino, Andrea Agnelli e John Elkann giocano la Partita del cuore

In campo i campioni dello sport, dello spettacolo, della finanza e la Nazionale Cantanti hanno dato spettacolo: con il rapper Moreno – subentrato a Alex Del Piero – che ha riconfermato le sue indubbie capacità calcistiche, segnando tre reti, compresa quella del pareggio (5-5) all’ultimo minuto. Una grossa sorpresa è arrivata dall’ex campione del mondo di F1 Kimi Raikkonen, capace di siglare tre reti (e, cosa che accade molto raramente, di mostrarsi persino … sorridente, a soli due giorni dal 2° posto di Monte-Carlo alle spalle di Sebastian Vettel).

Kimi Raikkonen ha segnato 3 reti nella Partita del Cuore

I due ferraristi erano forse tra i più attesi dal pubblico, scesi in campo con la maglia gialla dei Campioni per la ricerca accanto a tanti  personaggi: tra questi il commissario Montalbano (Luca Zingaretti), Massimiliano Allegri, il presidente della Juventus Andrea Agnelli, il presidente di FCA John Elkann, il presidente della FIFA Gianni Infantino, Pavel Nedved, un indiavolato Edgar Davids, Davide Cassani.

Pavel Nedved in azione durante la Partita del cuore

A rafforzare la Nazionale cantanti guidata da Paolo Belli, con Eros Ramazzotti, Benji e Fede a raccogliere applausi ad ogni tocco di pallone, due fuoriclasse come Alex Del Piero, “il capitano”, salutato con una standing ovation come se fosse ancora il numero 10 della Juventus di oggi, e Zvonimir Boban, oltre a Sorrentino in porta.

Eros Ramazzotti in campo con la Nazionale cantanti

Una serata dove hanno vinto tutti: giocatori e pubblico.

Il commissario Montalbano cerca di fermare Boban durante la Partita del cuore

Guarda le immagini della serata nell’album realizzato da OkFoto.it

F1, Hamilton vince il GP di Monaco 2016

GP-Monaco-42

Lewis Hamilton su Mercedes ha vinto il GP di Monaco

Cambiano i regolamenti, le vetture, i team ma il GP di Monaco di Formula 1 continua a mantenere inalterato il suo fascino e l’edizione 2016 ha visto stabilire il record di ascolti per una gara di F1, con circa 7,5 milioni di spettatori davanti alla TV.

Il Mondiale sembra essere nuovamente una sfida tra i piloti Mercedes, con qualche spazio per la Red Bull tornata nelle prime posizioni, mentre continuano le difficoltà in Casa Ferrari, con Vettel che cerca di lottare in pista almeno per il podio, ma senza molte altre soddisfazioni e speranze (almeno per quello che si è visto sino a oggi) per i tifosi del Cavallino rampante.

Maurizio Arrivabene team principal di Ferrari

L’edizione 2016 del Monaco GP era iniziata sotto la pioggia, con le vetture che hanno preso il via dietro la Safety car e, per alcuni giri, l’hanno seguita ordinatamente e a bassa velocità, per prender poi il via quando la Safety Car è rientrata ai box.

Lì è iniziata la gara, con la Red Bull di Daniel Ricciardo (che aveva conquistato la pole position nelle prove di sabato pomeriggio, sotto il sole) in testa alla corsa sino al cambio gomme: la gara, infatti, si è decisa ai box. Gli uomini della Red Bull si sono fatti trovare impreparati, perdendo oltre 10 secondi rispetto al normale pit stop, facendo perdere la gara al pilota australiano e aprendo la strada verso la vittoria per Lewis Hamilton, l’unico tra i top driver con tante ragioni per sorridere.

Perché tutti possiamo dire che Ricciardo avrebbe meritato la vittoria: ma il nome scritto nell’albo del Gran Premio di Monaco 2016 resterà quello del pilota della Mercedes.

Daniel Ricciardo su Red Bull in pole position a Monaco

La beffa per Ricciardo è ancora più dolorosa pensando che, nella piazzetta d’armi di Monte-Carlo, dove era stato allestito uno spazio con stand collegati al Monaco GP, proprio la Red Bull aveva attrezzato uno spazio dove chiunque poteva mettersi il gioco per effettuare un cambio gomme su una vera monoposto. Con in bella evidenza il tempo da battere di circa 2.7 secondi !!!

Bernie Ecclestone

Ma, dicevamo, il fascino del GP di Monaco è fatto di tanti ingredienti, alcuni dei quali poco o nulla hanno a che vedere con i motori, le corse, la velocità.

Vip e belle donne fanno da cornice al GP di Monaco

Intanto il Principato di Monaco, dove si continuano a costruire lussuosi grattacieli mentre proseguono i lavori per ristrutturare l’Hotel de Paris, dove in ogni istante sembra di essere in un Salone dell’automobile a cielo aperto: con automobili sportive o di gran lusso visibili in continuazione su strada e nelle vetrine dei Concessionari.

Yacht ormeggiati al porto di Monte-CarloPoi c’è la attrattiva del porto: con yacht di dimensioni sempre crescenti e che fanno sembrare “piccole” le imbarcazioni da 30-40 metri; un porto pieno al punto da costringere almeno una quarantina di lussuose imbarcazioni a restare ormeggiate nella baianei giorni del Gran Premio .

A tutto ciò si aggiunga la presenza di vip (dello sport, del cinema, dello spettacolo) ed ecco che si spiega perché il GP di Monaco, pericoloso per il suo stretto circuito cittadino, anacronistico per le velocità delle attuali monoposto, dove è praticamente impossibile effettuare sorpassi, continua a essere un appuntamento fisso del calendario della Formula 1 di Bernie Ecclestone.

Jorge Lorenzo presente al GP di Monaco

 

 

Monaco, i personaggi del GP di Formula 1

Sebastian-Vettel
Sebastian VettelMonaco ospita il Mondiale di F1: unico appuntamento, in tutto il Campionato, a svolgersi storicamente dal giovedì alla domenica invece che nei canonici tre giorni (dal venerdì alla domenica) validi per tutte le altre gare del Mondiale.
Sul circuito di Montecarlo le prime prove libere si corrono il giovedì, quelle per conquistare la pole position al sabato; lasciando così spazio, il venerdì, alla gara di GP2 del mattino (a cui si riferiscono alcune fotografie del post) e alla mondanità fino a notte tarda: il mondo del lusso, degli sponsor, dei personaggi famosi che costituisce uno dei principali ingredienti della gara del Principato. Il Gp di F1 di Monaco diventa un mondo particolare nell’universo del gossip.
Alonso saluta il pubblico ai paddock di Montecarlo
Sembra quasi che tutti vogliano esserci. Per assistere a una gara per certi versi assurda dal punto di vista tecnico, ma che proprio per questo conserva un fascino che le altre gare non possono avere. Le strade su cui si corre, infatti, sono normalmente aperte al traffico cittadino: vengono chiuse per le auto da corsa giusto il tempo delle prove e delle gare; le tribune installate a pochi metri dalla pista attraggono in modo irresistibile gli spettatori: che, terminata la corsa, sentono forte il desiderio di percorrere a piedi gli stessi tratti di asfalto dove corrono i piloti.
Il venerdì è la giornata dove questo può avvenire con una (relativa) maggiore libertà e con più tempo a disposizione. Il venerdì è anche il giorno in cui l’ingresso per il pubblico è libero, così anche chi non vuole spendere le cifre molto elevate richieste ogni anno per i biglietti può togliersi la soddisfazione di andare nel Principato e prendere parte a questa enorme festa a cielo aperto, godendosi tra l’altro la gara-1 della Gp2 che tradizionalmente è programmata in questa giornata, insieme ad altri eventi di contorno.

Mark Webber
Ed ecco che, mentre al porto si organizzano le feste su imbarcazioni sempre più grandi e lussuose, nei paddock delle Scuderie si prepara la fondamentale sessione di prove del sabato, si fanno i briefing, si incontrano la stampa e i Vip, tutti gli appassionati possono respirare da vicino l’atmosfera unica del Gp di Monaco.
Raikkonen autografa foto e diari dei tifosi
Nel post le fotografie di alcuni dei principali attori della Formula 1 a Montecarlo.
Formula 1, le gomme Pirelli al centro di recenti vicende legali
Pirelli: preparazione degli pneumatici