The color run Torino con Fabio Rovazzi e Michele Bravi

the-color-run-97

The color run Torino 2017 The color run è tornata a Torino ed è stato un giorno di festa! Dopo manifestazioni annullate per non meglio specificate ragioni di sicurezza, altre ridotte a flop memorabili, altre guastate dalla pioggia, dopo svariati divieti e blocchi della circolazione, finalmente The color run ha portato in città una ventata di allegria e … di colore! Migliaia di partecipanti, molti spettatori e curiosi, hanno invaso festosamente piazza d’armi per la corsa più pazza dell’anno.

The color run Torino è stato l’ultimo appuntamento della tournèe 2017: in calendario il 10 settembre, ultimo giorno di vacanza per gli studenti! Per molti di loro (anche per i più piccoli, accompagnati dai genitori) è stata l’occasione per salutare le vacanze in un’atmosfera di festa e musica.

The color run Torino: colori, sorrisi e allegria

The color run è una corsa (o, se preferite, una camminata) di 5 chilometri dove non vince nessuno perché vincono tutti coloro che partecipano. I primi 3 chilometri nei viali del parco Cavalieri di Vittorio Veneto, poi accanto alla piscina olimpica in via Filadelfia e l’ultimo tratto del percorso negli spazi del vecchio stadio Comunale, con arrivo sotto la Torre Maratona.

Giovani, meno giovani, bambini, famiglie affrontano il percorso lungo il quale si incontrano cinque punti colore (verde, giallo, blu, arancio e rosa) e, all’ultimo chilometro, un punto schiuma, la nuova attrazione per l’edizione 2017.

the color run Torino: entusiasmo per il punto schiumaNovità che ha entusiasmato i partecipanti: dai più grandi ai più piccini. Forse la partecipante che meriterebbe il premio dell’organizzazione è la bellissima bimba che, arrivata al punto schiuma, senza un solo momento di esitazione, ha fatto la ruota, restando alcuni attimi con la testa completamente nascosta dalla schiuma.

The color run Torino: un selfie all'arrivo Per gli organizzatori (RCS sport) era importante recuperare i runners di Torino, dopo l’edizione 2016 rovinata dalla pioggia scrosciante: forse ci sono riusciti. Lo si capirà meglio dal numero degli iscritti nel 2018 …: supereranno i circa 6.800 dell’edizione appena conclusa?

the Color run Torino in piazza d'armi Come in ogni edizione, la festa non finisce all’arrivo. I runners sono coinvolti in balli e lanci di «color blust», vere e proprie esplosioni di colori, al ritmo della musica di Radio 105 con l’esibizione al Color village, di Fabio Rovazzi, Michele Bravi, Silvia Salemi.

Guarda le immagini della corsa

The color run Torino: tutto pronto per la partenza

Le foto di Run Together, Toro e Juve di corsa verso il derby

Run-Together-2013-5
 
Run TOgether 2013: si è corsa stamattina, poche ore prima dell’inizio del derby Torino – Juventus, la prima edizione della gara podistica che ha visto affrontarsi in una sfida di corsa i tifosi bianconeri e quelli granata.
 
Juventini e granata festanti all'arrivo della Run Together 2013
 

Run TOgether è una gara sugli 11 chilometri (11 come il numero dei giocatori in campo nelle partite di calcio) del percorso dalla curva Maratona dello stadio Olimpico, cuore del tifo granata, alla curva Scirea dello Juventus Stadium. La formula della manifestazione è molto coinvolgente e riesce a trasformare quello che normalmente è uno sport individuale come la corsa in una prova collettiva. La corsa diventa quindi una prova di squadra: proprio come il calcio. Centinaia di podisti granata contro altrettanti atleti bianconeri: la somma dei tempi dei rappresentanti del Toro sono confrontati con la somma dei tempi realizzati da quelli della Juventus, con vittoria per la squadra che avrà totalizzato il tempo complessivo più basso.  

Dopo 11 chilometri di corsa c'è ancora l'energia per saltareLa formula della gara è stata copiata da Madrid, dove è giunta già alla terza edizione la gara tra i tifosi del Real Madrid e quelli dell’Atletico, squadre che, nella versione spagnola, sono direttamente coinvolte nella organizzazione della manifestazione. In attesa che questo avvenga anche a Torino, il primo derby torinese di corsa è andato ai tifosi della Juve. In attesa della stracittadina (anch’essa vinta nel pomeriggio dalla Juventus), i sostenitori bianconeri si sono aggiudicati la prima edizione di Run TOgether. I corridori, circa 1.500, sono partiti alle 10 dalla curva Maratona: il vincitore ha impiegato 35 minuti e 12 secondi per arrivare al traguardo sotto la curva Scirea: una bella soddisfazione per Lorenzo Manganaro, tifoso bianconero, che ha preceduto sul traguardo lo juventino Giovanni Stella e Franco Chiera, granata. Il crono migliore, sommando i tempi di tutti i partecipanti tifosi della Juve, è stato chiuso in 425 ore, 23 minuti e 12 secondi. I granata hanno fermato il cronometro a 447 ore 49 minuti e 54 secondi.
Una rappresentante del gruppo Juventus all'arrivo della corsa allo Juventus StadiumAlla vigilia c’erano dei timori fuori luogo per possibili incidenti. Invece alla partenza soltanto sorrisi, sfottò e voglia di correre per vincere: i podisti erano divisi in due squadre, da una parte gli juventini con la maglia nera, dall’altra quelli del Toro con maglietta granata. Un cuore su ogni maglietta, per ricordare che si corre anche per aiutare a vincere la SLA. Una parte della quota di iscrizione, infatti, sarà devoluta alla Fondazione di Vialli e Mauro. 
In questo post alcune delle moltissime fotografie che abbiamo scattato alla Run TOgether: seguici anche su www.facebook.com/okfoto.it , dove è pubblicata la fotogallery della corsa; per altre fotografie  clicca qui
 
Per informazioni sulle immagini : info@okfoto.it.
 
 
Juve e Toro per mano, il modo migliore per contrastare la violenza

 

 
 
 
 

Stratorino e Turin Marathon 2012, le foto di una festa dello sport con record

DSC0300m
Nella domenica della Turin Marathon 2012 (edizione da record sia per i risultati ottenuti dagli atleti, sia per il numero di partecipanti) si sono svolte due manifestazioni che hanno avuto un enorme successo: la Stratorino (sulla distanza di 7 km)  e la Junior Marathon: riservata ai concorrenti più piccini e che si è svolta nel cuore della città, in piazza Castello. Ecco alcune immagini dei partecipanti.
Stratorino con il fedele amico
Stratorino, arrivo in compagnia
La partecipazione di folla alla Stratorino, con oltre 10.000 iscritti, ha portato un’aria festosa nella città invasa da atleti e persone amanti dello sport all’aria aperta; famiglie, giovani e meno giovani, molti i partecipanti che hanno corso o semplicemente camminato, magari in compagnia del loro fedele amico a 4 zampe!
In una “gara di solidarietà” in cui tutti hanno vinto:  contribuendo alla raccolta fondi organizzata da La Stampa a favore della Fondazione Specchio dei Tempi.

Turin Marathon 2012, le foto del trionfo keniano con Terer e Cherop

Turin-Marathon-2012
La Turin marathon 2012 ha visto la vittoria del keniano Patrick Terer davanti ai connazionali Daniel Rono e Jackson Kirwa.
Oltre alle foto presenti in questo post, sono disponibili altre immagini della Turin marathon 2012 al link della nostra pagina Google +



Primo degli italiani si è piazzato Stefano Scaini: settimo nella classifica generale della gara maschile.


Da segnalare un momento di crisi nelle ultime centinaia di metri per Kimtai (vedi foto) che, giunto all’imbocco di via Roma da piazza Carlo Felice, ha iniziato a barcollare, rifiutando però di farsi aiutare e soccorrere. Come Dorando Pietri ai Giochi olimpici di  Londra del 1908, ha voluto portare a termine la sua corsa, chiudendo in nona posizione assoluta.
Nella gara femminile vittoria della keniana Sharon Cherop, vincitrice dell’ultima maratona di Boston, con il tempo record di 2h 23’57”, davanti a Hilda Kibet e alla piemontese Valeria Straneo; buona la prova di Emma Quaglia che si è piazzata al quinto posto.

 


Record anche nel numero dei partecipanti, oltre 4.000 gli atleti in gara nella manifestazione che acquista sempre maggior importanza nel panorama delle competizioni sulla distanza dei 42 km.

Turin Marathon 2012: manca un mese al via!

Turin-Marathon-2011-photo-2







Il 18 novembre 2012 si correrà la XXVI edizione della Turin Marathon, con partenza e arrivo nel centro di Torino.

La scorsa edizione, corsa nell’anno del 150° dell’Unità di Italia in una giornata di sole, è stata vinta dal marocchino Idrissi del Cus Genova, davanti al kenyano Chebor; primo degli italiani al traguardo fu Gualdi, ottavo assoluto in classifica; tra le donne la prima fu l’ucraina Ruban (26° posto in classifica generale), mentre Martina Celi si aggiudicò il titolo di campionessa italiana.
In concomitanza con la Maratona si correranno la Junior Marathon e la Stratorino, con raccolta fondi a favore della Fondazione Specchio dei Tempi.
Tra tutti i partecipanti a quest’ultima manifestazione saranno estratti a sorte numerosi premi: tra cui 100 biciclette della F.lli Masciaghi in una operazione di co-marketing con Turin Marathon.