Tattoo da Re per il 10° compleanno della Reggia di Venaria

tattoo-da-re_-8

tattoo da re con la Fanfara a cavallo della Polizia di StatoIl 10° compleanno della riapertura della Reggia di Venaria si è svolto nel segno della musica militare e dei caroselli. Per festeggiare i suoi dieci anni, la Reggia di Venaria ha organizzato molte iniziative: un particolare successo di pubblico l’ha certamente avuto il “Tattoo da Re”. Si è trattato delle esibizioni di bande musicali prevalentemente militari che unisce musica e movimenti, in un mix altamente spettacolare, nel pomeriggio di domenica 15 ottobre.

Fanfara della Brigata alpina Taurinense alla Reggia di VenariaProprio la Reggia di Venaria, che ospitò le prime formazioni militari del nostro Paese e che in alcune sue facciate, benché restaurate, porta i segni della passata presenza degli eserciti, si presta molto bene, per la sua atmosfera affascinante e storica, allo svolgimento di una creativa esibizione di musicisti in divisa di grande professionalità internazionale. Nella Corte d’onore e nel Gran Parterre si sono esibiti la Fanfara della Brigata Alpina Taurinense (1), la Fanfara a cavallo della Polizia di Stato (2), arrivata da Roma, la Fanfara Nazionale della Croce Rossa Italiana (3) e la Fanfara Associazione Nazionale Bersaglieri “Roberto Lavezzeri” di Asti (4).

Fanfara dei Bersaglieri per il Tattoo da re alla reggia di VenariaIl saluto di benvenuto è stato affidato alla Banda del Corpo Musicale Verdi di Venaria e all’Equipaggio della Reggia.

Tattoo da re alla reggia di VenariaIl successo della manifestazione potrà aiutare gli organizzatori del Tattoo da Re nello sviluppo di una iniziativa che potrebbe diventare un importante appuntamento turistico, così come accade per altre analoghe manifestazioni all’estero.

Per chi non ha potuto essere presente sono disponibili le immagini dell’evento nell’album predisposto da Okfoto.it :

Esibizione delle Fanfare

Fanfara a cavallo della Polizia

Fanfara della “Taurinense”

Fanfara Bersaglieri

 

(1) La fanfara della Brigata Alpina “Taurinense” nasce dalla fusione dei preesistenti complessi bandistici del 4° Reggimento Alpini e del 1° Reggimento Artiglieria da Montagna nel 1965 con sede nella Caserma “Monte Grappa” in Torino.

La Fanfara della Taurinense entra nella Reggia di Venaria per il Tattoo da re

(2) La Fanfara a cavallo della Polizia di Stato ha sede a Roma presso la Caserma “Lamarmora” ed è erede delle più antiche tradizioni della cavalleria militare. Nasce in seno agli antichi Reparti a Cavallo su iniziativa di coloro che svolgevano funzioni di trombettiere.

Fanfara a cavallo della Polizia di Stato alla Reggia di Venaria

L’abilità dei cavalieri della fanfara viene messo alla prova durante le esibizioni, quando con le mani impegnate per suonare conducono il cavallo con il solo uso delle gambe.

(3) La fanfara Nazionale della Croce Rossa Italiana nasce come fanfara Intercomponente della Croce Rossa Italiana grazie all’idea e all’entusiasmo del Drum Major della formazione e ha sede presso il Centro Polifunzionale C.R.I. “Teobaldo Fenoglio” di Settimo Torinese.

La Fanfara della Croce Rossa Italiana per il Tattoo da re

(4) La fanfara Associazione Nazionale Bersaglieri “Roberto Lavezzeri” di Asti nasce negli anni cinquanta nell’ambito della Sezione Bersaglieri “Roberto Lavezzeri” grazie all’impegno dell’allora presidente provinciale coadiuvato da volontari e del primo capofanfara. tattoo da re con la Fanfara dei Bersaglieri

IV Concorso attacchi di Tradizione alla Venaria e alla Mandria

cavalli-e-carrozze-460

 

Concorso attacchi di Tradizione alla Reggia di Venaria La Venaria Reale ha ospitato il Concorso  di Attacchi di Tradizione: un evento che, giunto alla sua quarta edizione, consente di ammirare decine di carrozze d’epoca con un centinaio di splendidi cavalli nei Giardini della Reggia e al Parco La Mandria.

Carrozze d'epoca per i concorso della Venaria reale

Un concorso di Attacchi che entusiasma gli appassionati e coloro che si sono recati a passeggiare nel Parco La Mandria e nei giardini della Reggia di Venaria nelle giornate del 17 e 18 giugno.

Cavalli di razza e carrozze d'epoca nel concorso della Venaria reale

I visitatori della Venaria Reale hanno avuto modo di assistere a uno spettacolo non comune legato all’abilità di guida di carrozze di pregio trainate da cavalli di razza, con lussuosi finimenti e curati in ogni dettaglio, con equipaggi eleganti in una cornice particolarmente suggestiva.

Borgo Castello nel Parco della Mandria

Le carrozze si presentano ad attacco singolo, in pariglia, in tandem e tiro a 4. Le tipologie di carrozze sono varie: carrozze di servizio condotte dai cocchieri come Landau, Milord, Calèche, Vis a Vis; carrozze sportive, da caccia e da passeggiata come Break, Dog Cart, Phaeton, condotte dai proprietari; carrozze di utilità come la Pistoiese o il Military un tempo utilizzate da professionisti o ufficiali dell’esercito.

Al Concorso di attacchi di tradizione organizzato dal GIA (Gruppo Italiano Attacchi) e dalla Reggia di Venaria erano presenti anche equipaggi stranieri provenienti da Francia, Polonia, Spagna, Svizzera e Ungheria, a testimoniare che l’evento della Venaria Reale si colloca ormai fra i più importanti del settore in Europa ed è sicuramente tra i più prestigiosi in Italia nell’ambito della Tradizione.

Il concorso di attacchi di tradizione si svolge in tre fasi principali.

In occasione della Prova di Presentazione, che si è svolta il sabato pomeriggio nel Parco Alto della Reggia, ha luogo una sorta di “festa dell’eleganza”, come si richiedeva all’epoca per le uscite in carrozza al parco: parasole sfiziosi per le signore e cappellini da pomeriggio, guanti d’obbligo anche per i passeggeri. Da osservare le livree dei cocchieri, uomini di scuderia in tenuta impeccabile con stivali, cilindro plastron, sempre attenti alle necessità dei cavalli e alle richieste del proprietario, o dei groom, pronti a scendere e risalire agli ordini del cocchiere, anche con la carrozza in movimento.

Eleganza degli equipaggi nel percorso di campagna nel Parco della Mandria

La domenica mattina si svolge il Percorso di Campagna (a cui si riferiscono le immagini di OkFoto.it): si parte dai Giardini della Reggia, con un percorso che si sviluppa attraverso roseti, specchi d’acqua, aiuole fiorite e filari per un tragitto di circa 2 Km e che conduce all’ingresso del Parco La Mandria, dove gli equipaggi -per circa 12 Km- sono immersi nel verde di quella che fu la riserva di caccia dei re sabaudi. Nei pressi degli Appartamenti Reali del Borgo Castello i guidatori effettuano due passaggi controllati (prove di abilità) sotto gli occhi dei Commissari di gara. Infine si rientra nel Parco Basso della Reggia, dove altri tre passaggi controllati mettono alla prova i concorrenti nei pressi della Peschiera e della Fontana d’Ercole.

Il pomeriggio della domenica si apre con la Prova di Maneggevolezza nel Gran Parterre della Reggia, di fronte alla balconata da dove il pubblico può seguire lo spettacolo. I visitatori possono ammirare carrozze e cavalli, la destrezza e la precisione dei guidatori, oggi necessari per vincere un Trofeo, due secoli fa requisiti necessari per districarsi nel traffico delle città e compiere slalom fra decine di carrozze, carri e omnibus in movimento.

Abbiamo seguito le varie edizioni del Concorso attacchi di tradizione; puoi vedere le immagini suddivise per edizione del concorso:

Edizione 2013

Edizione 2014

Edizione 2015

Edizione 2016

Edizione 2017

Concorso attacchi di tradizione alla Reggia di Venaria

Carrozze e cavalli da fiaba alla Reggia di Venaria

carrozze-epoca-reggia-venaria

Il fine settimana alla Reggia di Venaria sarà caratterizzato dal 1° Concorso Internazionale di Attacchi di Tradizione. Un evento organizzato in collaborazione con il Gruppo Italiano Attacchi, dopo il grande successo di pubblico della sfilata delle carrozze nei giardini della Reggia di Venaria dello scorso ottobre.

Fiorenzo Erri alla Reggia di Venaria

Due giornate durante le quali sarà possibile ammirare decine di carrozze da favola in un contesto regale: si tratta di carrozze d’epoca trainate da bellissimi cavalli, impegnate in una kermesse che richiede abilità di guida, perfezione, eleganza e un giusto spirito competitivo da parte degli appassionati collezionisti di questi veicoli.  Sfileranno carrozze ad attacco singolo, con due cavalli, con il tiro a quattro.

Carrozze d'epoca sfilano alla Reggia della Venaria Reale di Torino

Numerose le tipologie di carrozze presenti al Concorso: ci saranno carrozze di servizio, carrozze sportive, da caccia e da passeggiata; carrozze di utilità come la Pistoiese o la Dottorina, un tempo utilizzate dai professionisti. I guidatori sono tutti appassionati proprietari dei veicoli; molte di queste carrozze saranno condotte, con grazia e destrezza, da eleganti “signore a cassetta” .

Sarà l’occasione per ammirare l’abbigliamento degli equipaggi, particolarmente elegante e curato, come si richiedeva all’epoca per le uscite in carrozza: parasole sfiziosi per le signore, cappelli da pomeriggio, acconciature sobrie, guanti d’obbligo anche per i passeggeri.

carrozze-epoca-venaria groom in attesa di sfilare nei giardini della Reggia di Venaria

L’attenzione del pubblico sarà rivolta anche alla divisa dei groom, donne e uomini di scuderia, in tenuta impeccabile con stivali, cilindro o mezza tuba, sempre attenti alle necessità dei cavalli e alle richieste del cocchiere in livrea o del proprietario, pronti a scendere e risalire anche con la carrozza in movimento.

 

Il groom accudisce il cavallo in attesa della sfilata

Il programma del Concorso, particolarmente ricco, si sviluppa nelle giornate di sabato e domenica.

 

Nel pomeriggio di sabato 5 luglio, dalle ore 15, le carrozze sfilano sottoponendosi al giudizio di una Giuria internazionale, che valuta la qualità della carrozza, i cavalli, i finimenti e l’eleganza dell’equipaggio.

Una signora a cassetta della berlina di gala a 6 cavalli

Domenica 6 luglio, a partire dalle ore 9, le carrozze percorrono circa 12 chilometri nel Parco della Mandria in una gara di regolarità che si conclude nei Giardini della Reggia di Venaria con prove che misurano l’abilità dei cocchieri. Saranno svolte tutte quelle manovre di guida complesse che, nei secoli scorsi, si dovevano compiere in quotidianamente per strada: saper arretrare, saper guidare a una mano, eseguire corrette volte a destra o sinistra, bere da un bicchiere afferrandolo da un piedistallo, salutare togliendosi il cappello, tutto mentre la carrozza è in movimento.

Nel pomeriggio di domenica, infine, i partecipanti si cimentano in una veloce e spettacolare gimkana: destrezza, prontezza di riflessi e precisione sono requisiti essenziali, come lo erano per districarsi nel traffico delle città fra decine di altre carrozze, carri e omnibus in movimento.

Reggia di Venaria  Reggia di Venaria, capolavoro barocco

A sottolineare l’eleganza della manifestazione, sabato 5 luglio, dalle 18:30, in occasione del 1° Concorso Internazionale di Attacchi di Tradizione, la Reggia di Venaria ospiterà un raffinato ricevimento, rigorosamente con dresscode, con aperitivo e musica.

L’invito recita: “Le signore sono invitate ad indossare i guanti ed il cappello”.

Saremo presenti per un reportage per il nostro sito okFoto: per cortesia, continuate a seguirci; pubblicheremo un album con centinaia di fotografie dei partecipanti.

Se preferite, potete scriverci a info@okfoto.it, vi potremo così avvisare appena l’album sarà disponibile .

Reggia di Venaria: ogni volta, lo stupore della bellezza.