Babbo Natale, a Torino un grande raduno per beneficenza

babbo-natale-121

La spruzzata di neve di ieri ha reso, se possibile, ancora più bello il raduno di Babbo Natale davanti all’ospedale Regina Margherita di Torino, organizzato dalla Fondazione Forma. Un sole bellissimo, il cielo blu, il bianco della neve sulle aiuole, il bianco e rosso dei Babbi Natale (16.000? 18.000? Chissà. Sicuramente tantissimi) hanno contribuito, almeno un po’, a rendere migliore questo giorno per i piccoli ricoverati dell’ospedale infantile.

Babbo Natale in Forma, il grande raduno a Torino

Tantissime le persone, tutte vestite con il costume di Babbo Natale, che hanno animato il piazzale: chi giocava a palle di neve, chi ballava, chi si beveva la cioccolata calda o si rifocillava con i vari generi di conforto disponibili sulle bancarelle: tutti sorridenti e pronti a dare vivacità a una festa che, ogni anno di più, diventa un appuntamento importante del Natale a Torino. Molti quelli arrivati in compagnia del loro amico a quattro zampe.

Babbo Natale in bici davanti all'ospedale Regina MargheritaPuò darsi che qualcuno si sia fatto spaventare dalle notizie dei media dei giorni scorsi: come se qualche centimetro di neve o il termometro poco sopra lo zero potessero essere più forti delle emozioni che si provano nell’essere insieme in piazza davanti all’ospedale.

Piccoli e adulti insieme per l'Opsedale Regina MargheritaBasta dare uno sguardo alle tantissime immagini (le nostre sono disponibili qui) dell’avvenimento per capire che solo le scuse possono avere fermato i pigri. In piazza c’erano tantissimi bambini, persone arrivate a piedi, in auto, in bici e –soprattutto- in moto.

Babbo Natale arriva in motoDifficile dire quante fossero i motociclisti: forse cinquemila, che non hanno minimamente pensato di nascondersi dietro la scusa della neve o delle strade sporche; sono intervenuti, con il solito grande entusiasmo, sfilando a lungo in corso Unità d’Italia, facendo sentire il rombo dei motori ai piccoli pazienti del Regina Margherita (e ai ricoverati degli altri ospedali torinesi che affacciano sul corso).

Motociclisti presenti in gran numero al raduno di Babbo Natale a TorinoUno spettacolo nello spettacolo.

Chi non ha potuto esserci, incominci a pensare di non mancare al prossimo raduno di Babbo Natale in Forma: la raccolta fondi non si ferma mai. C’è bisogno del contributo di tutti.

Anche i nostri amici a quattro zampe presenti al raduno di Babbo Natale

Raduno di Babbo Natale, appuntamento il 3 dicembre

_DSC7987

L’appuntamento per il raduno di Babbo Natale in Forma, davanti all’Ospedale infantile Regina Margherita di Torino, è per domenica 3 dicembre alle ore 10.30.

Tutti in fila per il raduno di Babbo Natale in FormaDal dicembre 2010, ogni anno la Fondazione FORMA festeggia il Natale così: invitando tutti, grandi e piccoli, ciclisti, motociclisti, maratoneti, studenti, mamme, papà, genitori, nonni, zii, magari con il fedele amico a 4 zampe, a diventare i protagonisti del più grande raduno di Babbo Natale d’Italia.

La Fondazione ha distribuito in questi anni più di 76.000 vestiti di Babbo Natale ed ha finanziato, grazie ai fondi raccolti con il raduno, importanti progetti a favore del Regina Margherita. Ma i fondi non bastano mai: per cui l’invito è di recarsi in uno dei numerosi punti di distribuzione del kit, per fare una piccola  donazione: qui trovi l’elenco.

Chi ha già avuto il piacere di partecipare al raduno di Babbo Natale, da tempo ha certamente messo in agenda la data dell’ottava edizione della manifestazione. Per coloro che ancora non vi hanno preso parte, è invece giunta l’occasione per essere presenti a un evento che regala tante emozioni.

Perché il raduno di Babbo Natale in Forma non è uno dei tanti flashmob che si organizzano nell’anno per le più svariate ragioni: è “il” Raduno di Babbo Natale.

Solo chi ha già preso parte all’evento sa quanta emozione si prova nel vedere l’enorme piazzale davanti all’Ospedale Regina Margherita colorato di rosso, con tutte le persone presenti vestite come Babbo Natale.

Gli alpini dell'ANA di Torino impegnati al Regina Margherita a favore dei piccoli ricoveratiNon c’è immagine che possa descrivere appieno la grande emozione che si prova nel vedere le testoline dei piccoli ricoverati muoversi curiose dietro i vetri delle finestre delle loro stanze, per vedere uno spettacolo che –per loro, costretti da una malattia nelle stanze dell’ospedale- sembra ancora più magico.
Quest’anno nel piazzale ci saranno anche gli allievi delle scuole che hanno aderito al concorso scolastico “Un Natale sostenibile per Forma”, con le loro creazioni della Mole Antonelliana, realizzate appositamente per il raduno con materiale di riciclo. Le opere saranno esposte in piazza: potranno essere portate a casa con una donazione a favore della Fondazione FORMA.
Come sempre, la festa sarà animata da tanti ospiti e tanta musica: è dicembre e fa un po’ freddo, quindi bisogna ballare e muoversi: ma ci saranno bevande calde, panettone, golosità e piatti caldi per rifocillarsi. Per partecipare basterà indossare il costume della Fondazione.

Babbo Natale in Forma per l'ospedale Regina MargheritaAl Raduno si arriva in tutti i modi: con i mezzi pubblici, con l’auto, in moto, con lo scooter, il monopattino, in bici, correndo, camminando. Si può  scegliere di fare la camminata organizzata da Base Running a sostegno di Forma: la partenza è alle ore 10.00 dietro l’8 Gallery e l’arrivo è sul piazzale del raduno. Per coloro che, prima di essere presenti sul piazzale davanti all’Ospedale , vorranno correre la 10 Km di “Un PO di corsa”, l’invito è di indossare il cappello rosso del raduno di Babbo Natale: così da rendersi, in qualche modo, ambasciatori dell’iniziativa. Novità per l’edizione 2017 è la biciclettata di Babbo Natale con ritrovo e partenza da via Lagrange poco dopo le 10, con percorso di 4 km circa e arrivo nel cuore del raduno, dove è prevista un’area attrezzata per le bici.

Biciclettata per il raduno di Babbo Natale per la raccolta fondi per il Regina MargheritaNon mancheranno i numerosissimi motociclisti che si troveranno, se vorranno, a partire dalle ore 9.30 presso il Mobility Village di Beinasco e sfileranno in corso Unità d’Italia, passando sotto l’Ospedale. Oppure arriveranno in gruppo con i vari Moto Club sempre presenti alla manifestazione. O ciascuno attraverserà la città formando dei gruppi spontanei, incontrando lungo la strada altri motociclisti con l’abito rosso di Babbo Natale.

Forse l’arrivo della carovana dei motociclisti è uno dei momenti più attesi dai bambini dell’ospedale: migliaia di moto, ciascuna guidata da un Babbo Natale, molte delle quali addobbate e cariche di pacchi regalo …

Una lunga mattinata di festa, piena di colori e allegria, per donare un sorriso ai piccoli pazienti. Un’ occasione per fare del bene con una piccola donazione: 5 euro per il kit con cui partecipare al raduno di Babbo Natale.

Rduno di motociclisti con l'abito di Babbo Natale verso il Regina MargheritaSe vuoi vedere le immagini della edizione 2016 di Babbo Natale in Forma, clicca qui.

Potrai trovare le più belle immagini della edizione 2017 nell’album realizzato grazie alle meravigliose persone presenti.

 

Babbo Natale mette in moto Torino

babbo-natale-in-forma-80

Il più piccolo partecipante a Babbo Natale in FormaTorino, che un tempo era capitale dell’automobile, stamattina è stata allegramente invasa da migliaia di motociclisti vestiti come Babbo Natale. Tanti cortei festosi di moto hanno attraversato la città con una sola destinazione: il piazzale antistante l’ospedale infantile Regina Margherita per l’edizione 2016 di Babbo Natale in Forma.

Babbo Natale in Forma Un evento che ogni anno raccoglie un numero di partecipanti sempre più elevato: difficile dire quante migliaia di persone fossero presenti davanti all’ospedale Regina Margherita. Di sicuro erano tantissime le persone giunte con ogni mezzo (moto, bici, bus, auto, a piedi) per creare una macchia di colore rosso e portare –per qualche ora, almeno- un po’ di solidarietà, se non proprio di serenità, ai piccoli ricoverati dell’ospedale.

La Fondazione Forma con questa iniziativa, giunta alla settima edizione e pressoché sconosciuta solo qualche anno fa, riesce anche a raccogliere fondi per finanziare progetti e per acquistare apparecchiature mediche per l’ospedale: sia con le donazioni raccolte in piazza, sia con la vendita del kit di Babbo Natale.

La folla dei partecipanti davanti all'ospedale pediatrico Regina MargheritaQuest’anno finalmente Babbo Natale in Forma sembra essere entrato nel cuore dei Torinesi che, almeno per un giorno, accettano che siano le moto a farla da padrone per le strade cittadine.

A tanti sarà capitato stamattina di vedere gruppi di motociclisti vestiti da Babbo Natale raccogliere sorrisi di solidarietà da parte delle persone, anche non più giovani, ferme alle fermate in attesa dei mezzi pubblici; molti erano coloro che, incrociandoli lungo i corsi cittadini, non hanno perso l’occasione per fotografarli con gli smartphone; addirittura gli automobilisti –cosa che purtroppo accade molto raramente lungo le strade di Torino- si spostavano verso destra per lasciare scorrere i gruppi di Babbo Natale in moto.

Raduno di motociclisti a Torino per Babbo Natale in FormaE’ proprio vero che a Natale si è tutti più buoni …

Babbo Natale in Forma 2016Il numero dei motociclisti partecipanti non è mai stato così elevato: oltre che sul piazzale davanti all’ospedale, le moto erano parcheggiate lungo corso Unità d’Italia (parzialmente chiuso al traffico) fino al piazzale davanti al Museo dell’Automobile.

Alpini sempre presenti a Babbo Natale in Forma davanti al Regina MargheritaChi è rimasto a casa ha perso una buona occasione per fare del bene (ma può velocemente rimediare con un bonifico per un donazione alla Fondazione Forma) e per vivere una mattinata piena di emozioni.

Non solo moto al raduno di biker davanti all'ospedale pediatrico Regina Margherita

Potrà rifarsi il prossimo anno: perché Babbo Natale in Forma è ormai un evento fisso del calendario del Natale a Torino. Un evento molto bello per il suo significato nei confronti dei bimbi dell’ospedale Regina Margherita e per l’atmosfera di festa che crea attorno all’ospedale: un evento da non perdere, per tutti e soprattutto per gli amanti delle due ruote.

Anche gli amici a 4 zampe a Babbo Natale in Forma

Guarda le immagini di Okfoto.it

Edizione 2016

Se ti piacciono le nostre news, continua a seguirci: iscriviti al nostro blog.

 

 

 

Babbo Natale in Forma: il grande raduno davanti all’Ospedale infantile Regina Margherita

babbo-natale-in-forma-10
torino
Il “generale inverno” aveva provato ieri a spruzzare Torino con un po’ di neve, pensando così di poter fermare il raduno di “Babbo Natale in Forma” davanti all’Ospedale infantile Regina Margherita di Torino, di cui avevamo anticipato i contenuti per tempo (clicca qui )per essere in tanti oggi .
 
babbo-natale-in-forma
Tentativo maldestro quello del “generale inverno”! Il sole stamattina sembrava ancor più bello del solito ed è arrivato deciso a spazzare via la poca neve scesa, così da non impedire alle migliaia di Babbo Natale di presentarsi puntuali all’appuntamento, giunto alla quarta edizione, di Babbo Natale in Forma, una iniziativa per raccogliere fondi  e per regalare un sorriso ai piccoli degenti dell’Ospedale pediatrico.
 
Chi è arrivato a piedi, chi in bicicletta, chi con i mezzi pubblici e chi con moto e scooter!
torino-natale
Infatti, come ormai tradizione, una delle iniziative più attese è stato l’arrivo dei Babbo Natale motociclisti: una lunghissima carovana di moto ha attraversato Torino per arrivare davanti al Regina Margherita, con tanto di scorta dei motociclisti della Polizia Municipale di Torino.
torinotorino
E’ stata una grande festa, con Marco Berry a dare il via allo spettacolo (Marco sarà impegnato domenica prossima in occasione della Turin Royal Half Marathon, che sarà corsa per raccogliere fondi per la Marco Berry Onlus ), con tante attrazioni per i bambini presenti, con gli Alpini impegnati a distribuire polenta, panettone e a dare -con la loro presenza- una ulteriore prova della loro vicinanza alle necessità dell’Ospedale.
 
torino
Gli Alpini che, come ha ricordato il presidente della Sezione ANA di Torino, Revello,  un mese fa  si sono trasformati in decoratori e, con i volontari della Dhl, hanno ritinteggiato circa 1.400 metri quadrati di un reparto del Regina Margherita.
torino
Abbiamo scattato molte fotografie: nei prossimi giorni pubblicheremo la galleria delle immagini qui .
 
 
Continuate a seguirci: i motociclisti Babbo Natale indossavano regolarmente il casco, ma sapranno ritrovarsi nei nostri scatti.
A tutti i partecipanti, in ogni caso, un “grazie” sincero per avere fatto bella questa giornata importante per la Fondazione Forma.
 
Per altre informazioni:
 
 
 
 
 
 

Accese le Luci d’artista, si prepara il raduno di Babbo Natale

Babbo-Natale-2013-3
babbo-natale
 
Moltissimi i turisti che hanno scelto di trascorrere il lungo fine settimana del 1° novembre a Torino; si sono viste lunghe code ai Musei per visitare la mostra di Renoir  inaugurata pochi giorni fa alla GAM, per accedere alle mostre ospitate alla Reggia di Venaria, per scoprire i nuovi spazi aperti all’Egizio;  grande folla per salire sulla terrazza panoramica della Mole Antonelliana e per visitare il museo del Cinema. Moltissimi i turisti che hanno scelto di godersi le giornate miti di questo autunno torinese passeggiando nelle vie e nelle piazze del centro della città.
cane
Il 1° novembre c’è stata l’accensione delle Luci d’artista: una iniziativa che raccoglie sempre maggiore successo e che ci accompagnerà lungo il cammino che porterà al Natale coi fiocchi.
Qualche timido accenno a pubblicità natalizie si coglie già lungo i viali della città; presto arriveranno anche gli spot in TV che daranno il via alla corsa ai regali: con sempre maggiore attenzione a quelli che ormai vengono definiti “regali utili” perché, si sa, la crisi morde, non ostante le ripetute dichiarazioni dei governanti che ci raccontano che la ripresa è alle porte e che si vede la luce alla fine del tunnel…
torino
Natale è alle porte: il 1° dicembre si terrà il 4° Raduno di Babbo Natale davanti all’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino.
Noi ci saremo: pubblicheremo qui le fotografie della mattinata. 
 
Lo scorso anno per  “Un Babbo Natale in Forma” oltre 10.000 persone arrivarono davanti all’Ospedale Regina Margherita indossando i vestiti e la lunga barba bianca di Babbo Natale, per farsi vedere dai bambini degenti dell’Ospedale; c’erano gli Alpini con la loro allegria e il loro forte spirito, pronti a distribuire cioccolata calda e vin brulè; ad allietare la festa c’era la Fanfara Montenero ed erano numerosissimi i motociclisti arrivati  a bordo di bellissime moto e scooter. Qualcuno, coraggiosamente, sfidò il freddo di dicembre e arrivò in bicicletta.
 
I fondi raccolti la scorsa edizione sono stati impiegati nel  progetto, ormai in dirittura di arrivo, di acquisto della Tac portatile.

Per il Natale 2013 l’obiettivo è di assoluta eccellenza per l’Ospedale e prevede, come si legge sul sito della Fondazione Forma, “l’attivazione presso il Regina Margherita del tipo di formazione più moderno ed efficace a livello internazionale che esista: la simulazione medica avanzata. Il progetto, dal titolo “Istruzioni per la vita”, permetterebbe all’Ospedale pediatrico di Torino di diventare uno dei pochi centri italiani dove questa metodologia didattica è applicata al paziente pediatrico”.


La distribuzione dei vestiti di Babbo Natale è già iniziata; sul sito della Fondazione www.fondazioneforma.it  trovate  gli indirizzi e gli orari di distribuzione.
 
Non mancate!
 
 
L’edizione 2013 dovrà essere ancora più grande della precedente: in termini di partecipazione e di raccolta fondi. 
Anche questo è un modo bellissimo per festeggiare un “Natale coi fiocchi“!