The Italian Job: un raduno Mini per l’ospedale pediatrico Regina Margherita

Le Mini sulla pista del Lingotto E’ già trascorso quasi mezzo secolo dall’uscita nelle sale cinematografiche del film The Italian Job (è un film del 1969) diretto da Peter Collinson e interpretato da Michael Caine. Cinquanta anni fa, tre Mini Cooper scorrazzano in Torino, lungo i viali della città, sotto i portici di via Po e via Roma, nella galleria del Lux, scendono dalla scalinata della chiesa della Gran Madre, dallo scalone di Palazzo Madama, dalle scale del sottopassaggio di Porta Nuova, sfrecciano veloci sulla pista del Lingotto, attraversano il Po sulla diga del Parco Michelotti.

La pioggia non ha fermato le Mini a Torino

Alla guida delle Mini Cooper i ladri inglesi  arrivati a Torino per portare a termine una rapina ai danni del convoglio con i soldi della Fiat (4 milioni di dollari), dopo avere sabotato il sofisticato sistema computerizzato di controllo dei semafori cittadini: in tal modo la banda era riuscita a paralizzare il traffico, compiere il furto, seminare le auto della Polizia (la bellissima Alfa Romeo Giulia, oltre alle moto Guzzi) e fuggire a bordo della mitica vettura inglese.

The Italian Job è un film da tempo entrato nella leggenda e, a distanza di quasi mezzo secolo, riguardare quel film è anche un’occasione per vedere come è cambiata Torino: chi si ricorda di piazza San Carlo adibita a immenso parcheggio?

 

Le Mini sulla rampa elicoidale del Lingotto

Ieri, senza inseguimenti tra guardie e ladri, senza spericolate corse delle Mini sotto i portici o lungo aulici scaloni, Torino e il suo centro città sono stati teatro di un revival, a fini benefici, di The Italian Job.

The Italian Job è oggi anche il nome di un’associazione benefica il cui scopo è quello di raccogliere fondi a favore di opere e progetti per i bambini. Ogni anno,  un gruppo di automobili Mini parte dall’Inghilterra in direzione dell’Italia seguendo un itinerario  prestabilito con varie tappe tra cui, l’ultima, la città di Torino.

Per il 2018 The Italian Job ha scelto l’ospedale Regina Margherita di Torino e la Fondazione Forma come destinatari di una parte della raccolta fondi dell’associazione: il contributo, consegnato in occasione di una semplice e sentita cerimonia sulla pista del Lingotto, servirà per acquistare un laser di nuova concezione per la chirurgia plastica dei bambini in grado di trattare al meglio gli esiti cicatriziali dei piccoli pazienti del Regina Margherita (a oggi nessuna struttura pediatrica pubblica possiede tale attrezzatura).

La Pink Mini e The Italian Job

Appuntamento al 2019 per i 30 anni dell’associazione: in linea di massima la corsa, in calendario dal 20 ottobre al 2 novembre 2019, toccherà il Nurburgring, Monaco e Trento. Passerà per Roma, porterà le Mini sui  circuiti di Imola e  di Monza, prima di fare tappa a Torino.

Le fotografie del raduno a Torino sono disponibili al seguente link

The Italian Job: le Mini nel centro di Torino

Le Mini in via Roma

 

 

 

 

Il Rallye Storico di Montecarlo 2013 non parte da Torino

Una foto dei pneumatici chiodati usati in corsa
 
 
Una Jaguar alla partenza del Rallye Storico di Montecarlo
 
La 16esima edizione del Rallye Monte-Carlo Storico partirà il 25 gennaio 2013.
In linea con la tradizione del rallye, i concorrenti potranno scegliere la città di partenza: quest’anno le proposte sono Varsavia, Copenaghen, Glasgow, Reims, Barcellona e la stessa Monte-Carlo.
 
Assente, dunque, la città di Torino, che fino allo scorso anno ci aveva dato modo di ammirare schierate alla partenza dello storico rallye le automobili che sono rimaste nel cuore di tutti gli appassionati di questo genere di corsa automobilistica, tra cui la gloriosa Lancia Fulvia HF portata alla vittoria da Sandro Munari, con Mario Mannucci navigatore, nella edizione del 1972. 
 
Una foto della partenza del rally da Piazza San Carlo a Torino
 
 
Altre foto della manifestazione sono disponibili sul nostro sito OkFoto e sulla nostra pagina Facebook