La quinta edizione del Concorso di Attacchi di Tradizione alla Reggia: tutte le fotografie

attacchi di tradizione-842 copia

Il Concorso Internazionale di Attacchi di Tradizione della Reggia di Venaria, giunto alla quinta edizione, è l’appuntamento annuale che ha visto la partecipazione di circa 50 carrozze d’epoca e un centinaio di splendidi cavalli sfilare nei Giardini della Reggia e trottare fino al Parco della Mandria. Il concorso è organizzato dal Consorzio La Venaria Reale, dal Gruppo Italiano Attacchi in collaborazione con il Parco La Mandria e si è svolto nel fine settimana del 16 e 17 giugno 2018. Un concorso di Attacchi che, normalmente, entusiasma appassionati e pubblico che hanno la possibilità di ammirare una gara di eleganza, abilità e destrezza.

Pasquale Beretta e il cavallo di Andrea Bocelli al Concorso della reggia di Venaria

Erano presenti carrozze  ad attacco singolo, in pariglia, all’eveque (tre cavalli in fronte linea) , con tiro a 4, persino a “la Daumont” e   di differenti tipologie: carrozze di servizio, condotte dai cocchieri, come Landau, Milord, Victoria, Vis a Vis; carrozze sportive, da caccia e da passeggiata come Break, Dog Cart, Buggy, Phaeton, guidate dai proprietari; carrozze di utilità come il Military, la Dottorina, la Governess car o l’Omnibus.

Attacco alla Daumont sfila alla Reggia di Venaria

Notevole la presenza di equipaggi stranieri  provenienti da Francia, Polonia, Spagna, con i loro coloratissimi costumi, e Svizzera, a testimoniare che l’evento si colloca ormai fra i più importanti del settore in Europa ed è sicuramente il più prestigioso in Italia nell’ambito degli Attacchi di Tradizione.

I colori della Spagna al concorso attacchi di tradizione alla Venaria Reale

In occasione della prova di Presentazione, avvenuta sabato pomeriggio nel Parco Alto della Reggia e a cui si riferiscono le fotografie di OkFoto.it, ha luogo una sorta di “festa dell’eleganza”, quella stessa eleganza che si richiedeva, all’epoca delle carrozze, per le uscite per la passeggiata al parco: parasole sfiziosi per le signore,  cappellini da pomeriggio, guanti d’obbligo anche per i passeggeri, bimbi con pantaloncini a mezza gamba. Da ammirare anche le livree dei cocchieri, delle donne e degli uomini di scuderia in tenuta impeccabile con stivali e cilindro, sempre attenti alle necessità dei cavalli e alle richieste del proprietario, o dei groom, pronti a scendere dalla carrozza e risalire agli ordini del cocchiere, anche con la carrozza in movimento.

Eleganza, stile tradizione al concorso di attacchi di tradizione

I Giudici, in tre differenti postazioni, valutano ciascun attacco, passando al vaglio la carrozza, i finimenti, i cavalli, gli abbigliamenti e l’armonia dell’insieme.

I groom al lavoro in occasione del concorso di attacchi di tradizione

Per la quinta edizione del Concorso di Attacchi di Tradizione la Giuria Internazionale era presieduta dal vicepresidente AIAT (Association Internationale d’Attelages de Tradition) Raimundo Coral (Spagna) , da Bernard Puteaux (Francia) e Eduardo Cruz (Portogallo).

Il Concorso, la domenica mattina, prevede lo svolgimento del percorso di Campagna: il via nei giardini della Reggia, per un tragitto  che conduce all’ingresso del Parco La Mandria, dove gli equipaggi per una dozzina di chilometri  sono immersi nel verde di quella che fu la riserva di caccia dei re sabaudi.  Si rientra quindi nel Parco Basso della Reggia: il tutto in un tempo definito e sotto il controllo dei Giudici internazionali.

Nel pomeriggio della domenica, infine, si svolge la prova di Maneggevolezza, nel Gran Parterre della Reggia, di fronte alla balconata da dove il pubblico può seguire lo spettacolo.

La cerimonia di premiazione, che vede tutti gli equipaggi partecipanti schierati di fronte alla Reggia, chiude il Concorso con l’assegnazione del 5° Trofeo Reggia di Venaria e del Trofeo delle Nazioni AIAT.

Tutte le fotografie della prova di Presentazione della quinta edizione del concorso internazionale attacchi di tradizione sono disponibili a questo link.

Concorso attacchi di tradizione alla reggia di Venaria

Le fotografie del Concorso attacchi di tradizione alla Reggia di Venaria

Giulia Marelli alla Reggia di Venaria

Giulia Marelli alla Reggia di  Venaria

I giardini della Reggia di Venaria e il Parco de La Mandria hanno ospitato nel fine settimana il 1° Concorso internazionale di attacchi di tradizione.

Un evento organizzato dalla Reggia di Venaria in collaborazione con il Gruppo Italiano Attacchi che ha visto la partecipazione di oltre 40 carrozze, altrettanti elegantissimi equipaggi e un centinaio di stupendi cavalli sfilare davanti ai giudici.

Gli spettatori hanno potuto seguire da vicino le varie fasi di giudizio e hanno avuto modo di arricchire le conoscenze di questa specialità grazie al commento di Mario Fenocchio il quale, con molti aneddoti, varie curiosità relative al mondo delle carrozze d’epoca, riferimenti storici e tanta passione ha descritto tutte le principali caratteristiche dei vari tipi di carrozze in concorso.

 

Edgardo Goldoni alla Reggia di Venaria

la passione per gli attacchi di tradizione  non ha età

Tra le tante cose ascoltate con attenzione, quella riferita alla carrozza dello svizzero Albert Sporradli: presente con una Phaeton  costruita a Zurigo, tra il 1880 e il 1890, da Geissberger e  appena restaurata, che -con la precisione tipica degli orologiai svizzeri- è identificata dal numero 926!

Albert Sporradli al concorso carrozze alla Reggia di Venaria l'eleganza del groom al Concorso della Reggia di Venaria

Noi abbiamo vissuto i due giorni del Concorso cercando di trasmettere a chi ci segue lo spirito di un evento molto particolare e forse troppo poco conosciuto dal grande pubblico. Non è facile fare coesistere in un solo evento elementi così differenti tra loro quali la competizione (trattandosi di un Concorso internazionale è comprensibile che tutti i partecipanti abbiano il giusto orgoglio di voler ben figurare), l’eleganza dell’abbigliamento e la cura per i particolari, la bellezza dei cavalli, la bellezza della natura che circonda la Reggia di Venaria, la classe e la signorilità dei partecipanti che conservano il sorriso e le belle maniere anche dopo essere rimasti a lungo sotto il cocente sole di un pomeriggio di luglio o dopo un viaggio in carrozza di oltre 12 chilometri nei boschi e sentieri de La Mandria.

Tutto questo nello scenario barocco della Reggia di Venaria che dà ai visitatori il piacere di vivere.

Sfilata di carrozze davanti alle scuderie juvarriane

sfilata di carrozze d'epoca al concorso di attacchi alla Venaria

Lasciamo quindi ad altri di commentare gli aspetti tecnici: la nostra galleria delle immagini racconta un week end fatto di bellezza e eleganza, di tradizione e signorilità, di cultura e storia.

Fabrizio Del Noce La mostra di cappelli in occasione della festa dell'eleganza

Per le classifiche finali dopo le tre prove del Concorso si rimanda al sito del Gruppo Italiano Attacchi. I vincitori e i partecipanti hanno ricevuto i premi e gli attestati dal presidente de La Venaria Reale, Fabrizio Del Noce, e dal presidente dell’Associazione internazionale degli Attacchi di Tradizione, il  barone Christian de Langlade, coadiuvato dal vicepresidente del Real Club de Enganches de Andalusia, Raimundo Coral.

Concorso attacchi tradizione alla Reggia di VenariaFrancesco Mattavelli alla Reggia di Venaria

Al termine della prima giornata del Concorso internazionale, per sottolineare ulteriormente lo spirito dell’evento, si è svolta una elegante cena nei giardini e l’incantevole scenario della Reggia alle porte di Torino ha ospitato una mostra di cappelli.

Silvia Vacchini alla Reggia di Venaria

Per informazioni sulle immagini : info@okfoto.it

 

Se le immagini hanno destato il tuo interesse, ti ringraziamo se vorrai lasciare un commento.