Julian Layn a Torino: le fotografie del concerto in via Roma

Foto-Julian-Layn-Torino

Julian Layn in via Roma, Torino
Moments from within. Coloro che, in una fredda e piovosa mattinata di maggio, si sono trovati a passeggiare sotto i portici di via Roma, hanno potuto vedere, davanti ai negozi di Luisa Spagnoli e di Max & Co., un artista, serioso e con una folta barba, installare il suo pianoforte a coda, che trasporta su un carrello trainato da una utilitaria, indossare il suo particolare abito da concerto e iniziare a suonare.
Il pianista Julian Layn
E’ Julian Layn, compositore e pianista svizzero, nato nel 1968 a Zurigo, che dopo gli studi di musica e alcune esperienze con altri musicisti, ha deciso di intraprendere un particolare percorso artistico, esibendosi come solista al pianoforte, trovando un equilibrio tra composizione e  improvvisazione.
I primi passanti si sono fermati, curiosi e un po’ increduli: siamo abituati a incontrare chi suona il violino, la tromba, i tamburi. Ma appena Julian ha iniziato a suonare la curiosità si è trasformata in ammirazione, il numero delle persone che si fermavano ad ascoltarlo cresceva sempre più, fino a riempire quel particolare teatro a cielo aperto, che costituisce il luogo abituale delle sue esibizioni artistiche.
Julian Layn, piano solo
Nel post alcune fotografie dell’esibizione dell’artista in via Roma: una imprevista festa della musica.
Altre informazioni sono disponibili su  www.heavysonic.com

Apple store di via Roma a Torino, ladri ancora in azione

DSC94400_apple

Apple store di via Roma: i soliti ignoti colpiscono ancora! Un nuovo furto è stato compiuto nel flagship store in centro a Torino.

Dopo il colpo messo a segno a inizio dicembre 2012 (era l’8, il giorno dell’Immacolata, alla vigilia di una giornata tipica di shopping prenatalizio) e quello del 4 marzo scorso, i ladri hanno nuovamente preso di mira l’Apple store nel pieno centro di Torino. Anche questa volta hanno distrutto una delle porte vetrina che si affacciano su via Roma, la stessa che era già stata mandata in frantumi mesi fa e che da poco era stata sostituita, servendosi di un’auto – scura, secondo quanto dichiarato da alcuni testimoni – usata come ariete. Al momento non si hanno ulteriori informazioni, anche per il fatto che il negozio, come da tradizione Apple, non è provvisto di telecamere di sorveglianza che possano offrire elementi utili all’identificazione dei colpevoli.

Il furto, avvenuto nelle prime ore del mattino e durato poco più di un quarto d’ora secondo quanto si apprende da fonti di stampa, ha fruttato ai ladri un bottino di iPhone, iPad e degli altri gioielli tecnologici Apple, soprattutto i nuovi computer portatili Macbook Pro e Macbook Air da poco presentati dalla casa americana; pare siano state asportate anche alcune confezioni dei prodotti stoccate in un vicino magazzino, evidentemente per rendere più appetibili i prodotti rubati che probabilmente verranno messi in vendita dai malviventi su mercati paralleli.
Nella foto accanto, la lastra di acciaio nero che aveva sostituito temporaneamente la porta sfasciata nel furto di marzo; per ora, invece, il vetro sfondato è stato sostituito da pannelli di legno, in attesa probabilmente di un ulteriore intervento.

Correnti di note: le foto dei Brassvolè per un Natale coi fiocchi.

DSC1314
Nelle nostre foto, un filo  di lana rossa lega tra loro i componenti del gruppo musicale Brassvolè e le persone che ascoltano la loro musica coinvolgente, sabato mattina in piazza San Carlo a Torino.

 

Cosa staranno preparando? Forse una sorpresa per domenica 23 dicembre 2012, quando si esibiranno con altre band sotto i portici di via Roma, per creare “correnti di note”, in una delle tante manifestazioni del magico Natale coi fiocchi a Torino!
Sarà una festa della musica.

Apple Store Torino – Proseguono i lavori

NNN_0039
Anche alla vigilia di Ferragosto, proseguono i lavori di ristrutturazione ed allestimento dei locali di via Roma angolo via Bertola che, presto, ospiteranno il nuovo Apple Store di Torino, il più grande d’Italia. Come riportato di recente in un articolo de La Stampa, ci sono voluti tre incontri con le autorità cittadine per superare le limitazioni edilizie che la Sovrintendenza intendeva imporre agli architetti, e per qualche tempo si è rischiato anche che Apple cambiasse idea ed abbandonasse il progetto. Ora, però, tutto sembra risolto, il negozio è avvolto dai classici pannelli neri che nascondono ogni “work in progress” dei punti vendita con la mela morsicata ed Apple si farà carico anche della risistemazione di tutta la facciata su Via Roma del palazzo. Come d’abitudine, l’azienda di Cupertino non ha dato alcuna indicazione sui tempi previsti per l’apertura, che si ipotizza possa avvenire ad inizio autunno; considerata la notizia divulgata oggi – l’inizio delle vendite in Italia del nuovo iPhone 5 è prevista per il prossimo 5 ottobre – chissà che Torino non diventi testimone di due eventi in contemporanea per gli amanti dei prodotti Apple.

Qualche immagine dell’avanzamento lavori ad oggi: