Nuit Royale, una notte del Settecento alla Reggia di Venaria

nuit-royale-44

 

Splendidi abiti del Settecento indossati per la Nuit Royale

A molti sarà accaduto, assistendo alla proiezione di un film ambientato nel Settecento o magari leggendo un libro riferito a quel periodo, di pensare a come sarebbe stato bello potersi immergere per qualche ora in una atmosfera così diversa da quella del mondo di oggi. Così, in una notte di questo caldo autunno, nello splendore delle sale della Reggia di Venaria, galanti cavalieri e affascinanti dame, vestiti con abiti rigorosamente ispirati al Settecento, si sono dati appuntamento per una cena e un gran ballo.

Fashion Nuit royale

La Nuit Royale è ormai da anni un importante appuntamento mondano, che coinvolge partecipanti provenienti da ogni parte per una notte di fascino, allegria e un po’ di trasgressione.

Sorrisi, fascino ed eleganza nelle sale della Reggia di Venaria

Quest’anno la Nuit Royale si è svolta nel fine settimana dedicato ai festeggiamenti per il decimo compleanno della riapertura della Reggia di Venaria.

Iniziata alle 20, la notte dei sogni è andata avanti sino alle prime ore del mattino, consentendo ai partecipanti di scegliere tra differenti programmi.

Eleganza, divertimento e trasgressione alla Nuit Royale

Così alcuni hanno preso parte alla Cena di gala della Nuit Royale servita nella elegante sala di Diana; altri hanno scelto la Cena a buffet, nell’incantevole Galleria grande di Diana, mentre altri ancora sono arrivati alla Reggia di Venaria poco prima della mezzanotte per una notte di balli.

La cena di gala della Nuit royale

Il tema dell’evento della Nuit Royale 2017 è stato “Il sogno”. Con la presenza di giocolieri, dell’ensemble di musicisti (Gli Archimisti) pronti a riportare in vita i suoni e le melodie dell’epoca e di un gruppo di rievocazione storica (Nobiltà Sabauda) che ha proposto balli e scene tipiche del ballo di corte che si svolgeva nel Settecento alla Reggia di Venaria: ballo a cui hanno potuto partecipare gli ospiti della serata, a cui era stata data la possibilità di partecipare, nel pomeriggio, a un workshop di formazione.

La raffinata eleganza delle dame alla Nuit Royale

Complice la gradevole temperatura esterna, le dame e i cavalieri hanno avuto modo di godersi la Corte d’onore e lo spettacolo della fontana luminosa, oltre che di passeggiare negli spazi del gran parterre della Reggia.

Nuit Royale sulla terrazza della reggia di Venaria

Le immagini dei partecipanti alla Nuit Royale 2017 realizzate da OkFoto.it (e in parte riprese da La Repubblica) sono visibili nell’album realizzato per l’occasione.

Il gran ballo denna Nuit Royale nella Galleria di Diana

Fashion, moda e stile negli scatti di grandi fotografi

fashion-48

Fashion: fotografie in mostra nella Corte Medievale di Palazzo Madama Nel cuore di Torino, Palazzo Madama è uno degli edifici monumentali più rappresentativi del Piemonte, con testimonianze architettoniche dall’età romana al Barocco di Filippo Juvarra.

Nella suggestiva cornice della sua Corte Medievale, Palazzo Madama ospita Fashion, una nuova grande mostra fotografica ideata e prodotta da National Geographic Italia.

Nella mostra, che resterà aperta sino a 2 maggio 2016 e che è stata curata da Marco Cattaneo, sono esposte 62 immagini di grande formato, realizzate da 36 maestri della fotografia (Jodi Cobb, Alexander Graham Bell, Chris Johns, Stephanie Sinclair, Robin Hammond, Ed Kashi, Cary Wolinski, Reza, William Albert Allard, Eliza Scidmore, Steve Raymer, David Alan Harvey, Joseph Rock, ecc.), che offrono un’affascinante prospettiva globale sul significato storico e culturale dell’abbigliamento e dell’ornamento e su ciò che ruota intorno al concetto di stile.

Secondo Cathy Newman “il modo in cui ci vestiamo, il nostro aspetto, dicono molte cose, sussurrano o strillano. Raccontano la condizione economica, sociale, politica. Suscitano commenti eruditi di sociologi e antropologi, per non parlare della stampa specializzata, che si pronuncia ogni stagione a ogni cambio di orlo. I vestiti provocano, irritano, seducono. Parlano di effimero ed eterno. Bisbigliano formule magiche…

Molti sostengono che la moda da sempre esprime al tempo stesso l’effimero e l’eterno, e definisce un’appartenenza sociale, economica, politica, religiosa.

Fashion a Palazzo Madama

In questa prospettiva, attraverso accostamenti sorprendenti e apparentemente stravaganti, il percorso della mostra illustra come le passerelle della moda di Milano e Parigi hanno molto più in comune di quanto si possa pensare con le praterie dell’Oregon, le foreste pluviali di Papua Nuova Guinea, i villaggi africani, i templi giavanesi.

Fashion arricchisce con un nuovo capitolo il filone delle mostre fotografiche che ormai da qualche anno vengono ospitate a Palazzo Madama e costituisce la seconda tappa, dopo Women of Vision del 2014, della partnership tra la Fondazione Torino Musei e National Geographic Italia. Una collaborazione che affianca l’immagine dei musei a un marchio internazionale che da 128 anni è testimone autorevole dei grandi cambiamenti del mondo.

Le fotografie di National Geographic in mostra a Palazzo Madama

La visita della mostra darà a ciascuno la possibilità di riflettere su una famosa affermazione di Diane Arbus: “Credo davvero che ci siano cose  che nessuno riesce a vedere prima che vengano fotografate”. D’altra parte, di fronte a uno stesso soggetto, ciascuno di noi vedrà (e fermerà nella fotografia) una differente immagine: come dimostra la nostra galleria realizzata davanti alle fotografie di Fashion.

Fotografando le fotografie di Fashion

 

 

L’Hotel de Paris di Montecarlo sarà reso ancor più sfarzoso ed esclusivo

Una modella mentre esce dall'hotel de Paris

Una modella mentre esce dall'hotel de ParisL'insegna dell'Hotel de Paris di MontecarloHotel de Paris: bastano queste tre parole perché alla mente di molti sovvenga senza indugio il pensiero di Montecarlo e dello sfarzo tipico del piccolo Principato sulla Costa Azzurra.

Hotel Paris Casino specchio

Il Casino e l’Hotel riflessi in un monumento

Dal 1864, anno in cui fu inaugurato, l’albergo rappresenta infatti un punto di riferimento fisso per l’elite del turismo monegasco, che trova nell’Hotel de Paris tutto ciò che si può desiderare per un soggiorno di lusso: 182 camere e addirittura 75 suites, tra cui 2 di livello “Diamond” con oltre 250 metri quadri di superficie, 3 ristoranti (tra i quali il Louis XV di Alain Ducasse insignito con 3 stelle dalla guida Michelin e lo stupendo parco affacciato sul porto in cui è possibile cenare nelle sere d’estate), bar, una cantina vini di valore inestimabile, negozi di lusso, il collegamento diretto alle terme marine di Montecarlo, ambienti comuni impreziositi dall’opera dei più importanti architetti dei due secoli scorsi ed un servizio impeccabile garantito dal numeroso personale, pronto a soddisfare ogni esigenza più o meno particolare degli ospiti dell’hotel. Senza dimenticare la location: l’Hotel de Paris si affaccia infatti sulla fascinosa e scintillante piazza del Casinò, che è raggiungibile con una camminata di pochi passi.

Una vista dell'Hotel de Paris dal porto di Montecarlo

La facciata dell’Hotel verso il porto

Dopo oltre 150 anni di storia, per mantenere inalterate le caratteristiche di eccellenza che hanno sancito la fortuna dell’albergo, l’Hotel de Paris sarà ora oggetto di una profonda opera di rinnovamento, con l’obiettivo di mantenere fede al detto, coniato dal progettista dell’albergo Francois Blanc, per cui “l’Hotel de Paris è migliore di qualsiasi altro sia mai stato creato”. I lavori dureranno all’incirca 4 anni, ma ovviamente non è nemmeno pensabile che l’attività possa rimanere chiusa per tutto questo tempo. Infatti, soltanto per 2 mesi i battenti dell’Hotel de Paris rimarranno totalmente chiusi, a partire dal 6 ottobre prossimo: verranno eseguiti alcuni lavori preparatori per consentire in seguito di riaprire l’albergo, seppur a capacità ridotta, per l’intera durata della ristrutturazione. Le opere proseguiranno quindi fino al settembre 2018, quando è prevista l’inaugurazione del rinnovato Hotel de Paris in tutto il suo splendore.

L'entrata dell'albergo

L’entrata dell’albergo

L’intervento è finalizzato ad aumentare la superficie delle camere senza ridurne il numero complessivo; inoltre, verrà realizzata una esclusiva villa con giardino e piscina privata sul tetto, mentre il sottotetto ospiterà un ambiente Spa con area fitness e piscina; infine, sarà realizzato un nuovo giardino all’interno dell’edificio. Al contrario, non saranno toccati la storica facciata dell’hotel né gli ambienti comuni che manterranno l’attuale configurazione e rilevanza storica.

Per scoprire tutti i servizi offerti si può visitare il sito dell’Hotel de Paris di Montecarlo.

Una Ferrari davanti all'Hotel de Paris

Il ristorante Louis XV di Ducasse