Ciclismo: Roglic vince la Milano-Torino 2021

Ciclismo: Roglic vince la Milano-Torino 2021

In una di quelle splendide giornate di sole che ti fanno venire voglia di mollare tutto e prendere la bicicletta si è corsa la 102esima edizione della Milano-Torino di ciclismo, con arrivo a Superga.

Adam Yates e Primoz Roglic all’attacco sulla salita di Superga

La Milano-Torino è la classica ancora esistente più antica al mondo: l’edizione 2021 ha visto trionfare uno dei fuoriclasse del ciclismo mondiale: Primoz Roglic, che regala un altro successo alla Jumbo Visma e si mette alle spalle Adam Yates (Ineos), grande animatore delle battute conclusive sulle rampe che portano a Superga. Completa il podio Joao Almeida (Deceuninck QuickStep) per pochi centimetri su Tadej Pogacar (UAE Emirates). Tra i primi dieci anche due italiani: Diego Ulissi e Fausto Masnada.

Una firma di enorme prestigio all’interno di un parterre de roi per la  Milano-Torino 2021!

Si corre su un percorso di circa 190 km, con partenza da Magenta: tantissima pianura tra le province di Novara e Vercelli, fino al km 164. Da lì, gli ultimi chilometri che decidono la corsa: doppia ascesa al colle di Superga, con una pendenza media del 10%, con in mezzo una discesa e un transito pianeggiante lungo il Po. 

Yates e Roglic fanno il vuoto sui tornanti di Superga

A questo segmento finale non arriva la fuga iniziale: tra Zimone e la “prima Superga”, infatti, a un’ottantina di chilometri dall’arrivo, la Deceuninck QuickStep del campione del Mondo Alaphilippe, aiutata soprattutto da Jumbo Visma (di Roglic) e Israel StartUp Nation (di Woods, già vincitore qui due anni fa in maglia EF) ha aumentato in maniera significativa il ritmo e spezzato il plotone in due parti.

Si è trattato di un’azione condotta da 19 uomini: Michael Woods, Ben Hermans, Reto Hollenstein e Chris Froome (Israel StartUp Nation), Valerio Conti, Tadej Pogacar, Rafal Majka e Marc Hirschi (UAE Emirates), Primoz Roglic, Tobias Foss e Michel Hessmann (Jumbo Visma), Alejandro Valverde e Dario Cataldo (Movistar), Julian Alaphilippe, Fausto Masnada, Pieter Serry, Mauri Vansevenant, Dries Devenyns e Joao Almeida (Deceuninck QuickStep), che ci hanno messo circa 30 chilometri a raggiungere i sei battistrada e formare un gruppo composto da 25 elementi.

Un problema meccanico per Conti, Zanotti che non regge i ritmi, Serry che finisce il suo lavoro, fanno sì che siano 22 uomini a iniziare la scalata a Superga con una ventina di secondi  di vantaggio sul resto della carovana. Fin dai primi tornanti è selezione: la testa della corsa, via via che si sale, si dimezza, poi si arricchisce di nuovi rinvenuti, e proprio alla sommità parte Vansevenant!

Primoz Roglic

In discesa lo scenario è il seguente: Vansevenant mantiene un vantaggio di circa 20 secondi sugli altri uomini, ossia Julian Alaphilippe, Joao Almeida e Fausto Masnada (Deceuninck QuickStep, compagni del fuggitivo), Clement Champoussin (Ag2r Citroen), Aleksandr Vlasov (Astana), Matteo Fabbro (Bora Hansgrohe), Remy Rochas (Cofidis), Mikel Bizkarra (Euskaltel), David Gaudu (Groupama FDJ), Adam Yates e Pavel Sivakov (Ineos), Rein Taaramae (Intermarché Wanty Gobert), Michael Woods e Ben Hermans (Israel StartUp Nation), Primoz Roglic (Jumbo Visma), Alejandro Valverde (Movistar), Nairo Quintana (Arkea Samsic), Michael Storer (DSM), Domenico Pozzovivo (Qhubeka), Bauke Mollema (Trek Segafredo), Tadej Pogacar, Rafal Majka e Diego Ulissi (UAE Emirates). 

Lo sforzo di Joao Almeida all’inseguimento di Roglic e Yates

Finché si arriva alla resa dei conti definitiva: la seconda scalata fino alla Basilica. Vansevenant viene subito risucchiato sotto i colpi soprattutto di Adam Yates, il cui ritmo fa male alle gambe di quasi tutti gli avversari, compreso il campione del Mondo Alaphilippe. Soltanto Roglic, Almeida, Woods, Pogacar e Valverde riescono inizialmente a tenere la sua ruota. Ma negli ultimi due chilometri sono Yates e Roglic a giocarsi la vittoria: le fotografie sono state scattate nel tornante che ha visto i due staccare i pochi compagni di fuga e lanciarsi verso il traguardo di Superga. 

Ringraziamo tuttobiciweb per alcuni dettagli di cronaca della corsa.

Il campione del mondo Julian Alaphilippe

La fotogallery della Milano-Torino è disponibile sulla pagina Facebook okfoto.it

Qui è disponibile la fotogallery della edizione della Milano-Torino del 2013

Qui è disponibile la fotogallery della edizione della Milano-Torino del 2016

OkFoto.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.